Dal Phablet allo Smartwatch, tutti i successi hi-tech del 2014

Statistiche alla mano, scopriamo insieme i prodotti tecnologici emergenti che hanno avuto maggior successo nel corso del 2014, dando filo da torcere ai vendutissimi Smartphone.

Il mercato hi-tech nel 2014 mostra importanti novità rispetto agli anni precedenti, indicando sostanziali cambiamenti nel mercato globale. La leadership del settore è sempre degli smartphone, con 1,2 miliardi di unità vendute nel mondo. Tuttavia, tra i prodotti tecnologici più desiderati e venduti si registrano alcune importanti new entry. Ecco le vere sorprese tecnologiche dell’anno trascorso.

Smartwatch, orologi intelligenti. In prima fila, anche se di novità non parliamo, essendo in commercio ormai da qualche anno, sono gli smartwatch, orologi dotati di sistema operativo e capaci di connettersi allo smartphone condividendone dati e funzionalità. Il loro principale utilizzo è quello di leggere notifiche del telefono (sms, mail, WhatsApp, Skype, Facebook, ecc…) in comodità, rispondere alle telefonate o scattare fotografie. Spesso sono dotati di modulo GPS e possono aiutarci a svolgere le nostre attività sportive, quali corsa o fitness. Tra le loro funzionalità principali troviamo quella di installare app dai rispettivi market e personalizzarli secondo i propri gusti personali (sfondo, tipo orologio, colori). Nel corso del 2014, Samsung, Lg, Sony, Motorola, Asus ed altri, hanno avuto modo di presentare nuovi smartwatch. I numeri dicono che siamo passati dalle 300mila unità vendute nel 2013 ai circa 3milioni di pezzi del 2014. C’è da scommettere che il 2015 andrà ancora meglio, complice la comparsa di Apple Watch. Per comprare uno smartwatch di buona qualità, il prezzo da sborsare sarà in media di 250€.

Phablet,  gigantografia di uno smartphone. Fino a pochi anni fa, il display dei nostri telefonini era poco più grande di quello di una calcolatrice. Ma i tempi passano e oggi, il mercato dei phablet, smartphone dal display molto grande, spesso dotati di pennino da utilizzare sullo schermo al posto delle dita, ha raggiunto il 10%, con oltre 175milioni di pezzi venduti, guadagnando la bellezza di 8 punti percentuali nel corso di un solo anno. Sembra insomma che il mercato globale si stia abituando a dispositivi di taglia XXL. Tra i protagonisti di questa categoria, mettiamo di diritto l’iPhone 6 Plus, che, in pochissimo tempo è riuscito a catturare il 41% delle vendite globali, su dispositivi con display minimo di 5,5”.  Gli smartphone giganti, stanno dando del filo da torcere anche alla categoria dei tablet, il cui mercato globale risulta frenato, rispetto agli anni precedenti con una richiesta sempre minore da parte dei consumatori. Gli analisti prevedono che la crescita dei phablet, nei prossimi quattro anni, sarà pari al 60%, contro il 5,5% degli smartphone e il 6,8% dei tablet. Il prezzo medio di questi dispositivi si aggira intorno ai 350€, per dispositivo di fascia media, mentre può arrivare a superare gli 800€ per i più blasonati.

Consolle gioco innovative. I numerosi appassionati di videogiochi, ricorderanno il 2014 per l’uscita di Xbox One e PS4, nuove console gioco, firmate Microsoft e Sony. Con caratteristiche tecniche pressoché identiche, hanno apportato livelli qualitativi sui giochi, mai raggiunti prima. Entrambe dotate di processore a 8-core, 8Gb di memoria Ram e compatibilità con la risoluzione video 4K (immagini di alta qualità, fruibili su televisori predisposti), rappresentano il top disponibile sul mercato. Tuttavia, le statistiche di vendita indicano che la Playstation ha venduto quasi il doppio (16 milioni) di console rispetto a Xbox (9 milioni), anche grazie alle promozioni commerciali più accurate della concorrenza ed all’uscita anticipata sul mercato. La sfida proseguirà nel 2015 con la comparsa di nuovi giochi, dedicati a entrambe le piattaforme.  Il prezzo di questi oggetti si aggira intorno a 400€, con frequenti promozioni e pacchetti che abbinano alla vendita della console dei giochi.

ActionCam, videocamere per sportivi. In questo caso parliamo di videocamere robuste, ma di minuscole dimensioni, impermeabili ed applicabili a caschi, biciclette, vestiti, moto e altro genere di attrezzature sportive. Nate e diffuse inizialmente tra sportivi accaniti, amanti dell’estremo, hanno raggiunto un pubblico eterogeneo, approdando tra comuni mortali e mandando definitivamente in crisi il settore delle videocamere tradizionali. Le ultime ActionCam integrano display touch-screen e sono in grado di girare video di altissima definizione e qualità (4K), senza invidiare nulla alle telecamere professionali di grossa dimensione.  La crescita di questi dispositivi è strettamente legata al mondo social e alla moda di condividere video personali, all’interno di portali dedicati come YouTube. GoPro, azienda leader del settore, ha raggiunto utili crescenti in tutto il 2014, facendo ben sperare per il futuro. Il prezzo di questi dispositivi può variare da 250 a 500€ in base a marca e modello.

Droni, passione del volo per tutti. Che sia moda passeggera o l’inizio di una realtà lo scopriremo nel corso del 2015: di fatto, questi dispositivi volanti, pilotati remotamente e diffusi inizialmente in ambito militare, oggi hanno raggiunto una grande popolarità anche in campo civile. Ne esistono di varia dimensione e la maggior parte dei rivenditori hi-tech  ne possiede ormai almeno uno in catalogo. I droni sono in grado di alzarsi da terra per diverse centinaia di metri, a seconda del modello, e di portare con se attrezzature multimediali, quali videocamere, per effettuare riprese dall’alto. Il loro utilizzo può essere relativamente pratico, anche se  spesso, vengono acquistati come semplici oggetti di divertimento. In rete è possibile visitare i molti siti che parlano di questi device, sempre più diffusi e popolari. Il prezzo è davvero variabile, in rete è possibile trovare modelli a partire da 50€, per modelli base, a salire fino a Droni più professionali e completi da oltre 2000€.

DAVIDE CAPROTTI
passionetecnologica.it
Davide Caprotti


325
3
0
5
 
0

333