10 consigli per proteggersi dal phishing

Il phishing è una tecnica di frode informatica che mira a compiere furti di identità digitali. Scopriamo insieme come combatterlo per navigare in sicurezza

1. Fate attenzione alle email che richiedono l’inserimento  di dati personali – password, numero di carte di credito, codici identificativi – anche se nella grafica sono simili alle comunicazioni della banca. ING DIRECT non richiederà mai tramite mail o telefono i codici identificativi ai propri clienti.

2. Diffidate dalle email con link che conducono a pagine – simili a quelle delle banca  – dove è richiesto all’utente di inserire i propri dati relativi al conto o alla carta di credito.  ING DIRECT non vi invierà mai delle mail con link che portano a pagine web che richiedono l’inserimento di dati.

3. Non rispondete a richieste di fornire i vostri dati identificativi o il numero di cellulare a numeri telefonici notificati tramite mail e sms: ING DIRECT non vi manderà mai messaggi di questo tipo.

4. Non cedete a richieste di dati sensibili effettuate con chiamate telefoniche preregistrate:  ING DIRECT non vi contatterà mai in questo modo.

5. Potete riconoscere le email inviate da ING DIRECT perché sono personalizzate con l’indicazione del nome del cliente e l’iniziale  del cognome e contengono ulteriori dati identificativi, come parte del numero di prodotto.

6. Nel caso in cui riceviate email sospette a nome ING DIRECT, chiamate subito il call center ING DIRECT per verificare la comunicazione pervenuta.

7. Spesso le comunicazioni di phishing contengono errori grammaticali grossolani, con un utilizzo scorretto della lingua italiana: diffidatene se le ricevete.

8. Per verificare che la pagina in cui state inserendo i vostri dati sia sicura, controllate che l’indirizzo delle pagina inizi per “https” e ci sia l’icona di un lucchetto chiuso.

9. Trascurate le mail che contengono offerte di lavoro incredibilmente vantaggiose, notifiche di vincita alla lotteria o eredità di lontani parenti, e quelle con strane richieste di anticipi di contante. Guardate con sospetto messaggi di posta con toni intimidatori, che minacciano di una possibile sospensione del servizio o della chiusura del conto corrente in caso di mancata risposta. Si tratta quasi certamente di phishing.

10. Se volete entrare in contatto con ING DIRECT con un commento o un messaggio su Facebook e su Twitter, verificate di trovarvi sui nostri account ufficiali: li riconoscete dal bollino blu con la spunta.

 

redazione


862
5
2
8
 
0

877