Vuoi girare il mondo? Diventa hostess

Condividi su:

Sono belle e vengono pagate per viaggiare. Per essere un'assistente di volo bisogna fare i corsi ma sopratutto avere un po' di tatto......

Hostess vintage sulle passerelle e in Tv Sceneggiatori e stilisti hanno riscoperto il fascino delle hostess di una volta. In primavera arriverà su Fox la serie cult della Abc Pan Am, che racconta il mondo e le aspirazioni delle assistenti di volo degli anni Sessanta, interpretate da ragazze bellissime (tra cui Christina Ricci) in tailleur blu elettrico, cappello sulle ventitré e tacchi a spillo. Alle divise sobrie e un po’ ingessate delle hostess anni Sessanta si ispirano poi i grandi nomi della moda: Prada coi suoi cappotti a trapezio, Jil Sander e Rochas coi loro completi, Calvin Klein coi suoi tubini (la tendenza durerà fino all’estate prossima). Non solo: lo scorso 7 novembre, in piazza di Spagna a Roma, il colosso Mattel ha reso omaggio alle assistenti di volo Alitalia con quattordici Barbie che indossavano le uniformi che i grandi stilisti italiani hanno creato per la compagnia di bandiera: dalle prime, frutto della creatività delle sorelle Fontana, alle edizioni più recenti, firmate Trussardi e Giorgio Armani.

Quanto guadagna un’assistente di volo Diventare hostess è sempre stato il sogno di tante ragazze e anche oggi si tratta di una professione molto ambita, perché consente di girare il mondo e offre buoni stipendi: tra i 1.200 e i 1.800 euro netti al mese, a seconda delle ore di volo e della compagnia per cui si lavora (bisogna però tenere presente che da qualche anno molte compagnie aeree tendono a utilizzare hostess e steward con contratti stagionali).

Il corso di formazione Per diventare assistente di volo bisogna frequentare un corso teorico (in cui si studia soprattutto medicina e la parte tecnica degli aerei) e uno pratico (che consiste in cento ore di volo in cui l’aspirante hostess affianca l’equipaggio). I corsi si possono seguire presso una compagnia aerea o presso scuole certificate al rilascio dell’attestato europeo di Flight attendant Eu-ops. Poi si deve sostenere un esame interno, quindi un altro all’Enac (Ente Nazionale per l’aviazione civile). A questo punto ci si può iscrivere all’albo professionale.

I costi dei corsi Tra le scuole private c’è la Flyhostess (www.flyhostess.com) che attualmente, in attesa della costruzione delle sedi italiane di Roma, Napoli e Milano, tiene i propri corsi di tre mesi in Spagna ed a Londra e offre poi, agli alunni certificati come assistenti di volo, colloqui con compagnie aeree internazionali. Prezzo: circa 3 mila euro. Costa sui 3 mila euro anche il corso di due mesi proposto da Air Columbia a Pescara  (per informazioni vedere http://www.aircolumbia.it/corso_assistenti_di_volo_pescara.htm). Tra le compagnie aeree, Alitalia organizza corsi della durata di trenta giorni (dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 17) al prezzo di 2 mila euro (possibilità di pagamento in due rate) ma precisa «che la vendita di servizi di formazione ed addestramento rientra tra le proprie attività istituzionali. Pertanto la partecipazione ai corsi, nonché l’eventuale conseguimento di attestati, non costituiscono attività di selezione di personale e non rappresentano alcun impegno di Alitalia rivolto ad un’eventuale assunzione». Per il 2012 sono previsti corsi in diverse date (per informazioni e adesioni scrivere a flight.training@alitalia.it).

Belle, senza tatuaggi e brave in inglese Requisiti necessari per diventare hostess: aver compiuto i 18 anni (l’età massima, che varia da compagnia a compagnia ma si attesta sui 30 anni.); conoscenza parlata e scritta della lingua inglese; niente piercing o tatuaggi visibili; saper nuotare; aspetto gradevole; 10/10 di vista (lenti a contatto accettate).  Inoltre si richiede: abilità nella gestione delle relazioni umane, tatto, diplomazia, capacità di mantenere la calma in situazioni di stress e di emergenza, ecc. Alcune compagnie chiedono di risiedere vicino all’aeroporto base per essere disponibili velocemente in caso d’urgenza.

Né troppo basse, né troppo alte L’altezza richiesta varia a seconda delle compagnie: in generale per le donne è compresa tra 1 metro e 62 e 1 e 75, per gli uomini da 1 e 70 a 1 e 85. Ma ci sono le eccezioni. Emirates, ad esempio, pretende un’altezza, braccia incluse, superiore a 212 centimetri: il personale di bordo deve infatti essere in grado di raggiungere agilmente gli oggetti nelle cappelliere e i dispositivi di sicurezza. Mentre Ryanair si accontenta di hostess alte 1 metro e 57.

Dalle informazioni tecniche alle bibite Sugli aerei le hostess svolgono diversi compiti: accompagnano, assistono, consigliano e aiutano i passeggeri; forniscono informazioni tecniche prima, durante e al termine del volo; servono pasti e bibite; prestano primo soccorso in caso di emergenze di tipo medico a bordo, ecc.

Lavorare con Ryanair Tra le compagnie che in questo periodo cercano assistenti di volo in tutto il mondo c’è Ryanair, che a inizio carriera offre stipendi tra i 1100 e i 1400 euro netti al mese, ai quali bisogna aggiungere un incentivo di 1200 euro ogni sei mesi destinato ai neoassunti (per partecipare alle selezioni, inviare la candidatura al sito www.crewlink.ie/it).

Emirates offre 3.900 dirhams Cerca hostess anche Emirates, che offre uno stipendio base pari a poco più di 3.900 dirhams degli Emirati Arabi, ovvero a 765 euro (ma sono previsti premi alla conclusione dei tre anni di contratto) e obbliga chi viene scelto a trasferirsi a Dubai (età minima richiesta: 21 anni). Oltre al vitto, all’alloggio (in coabitazione con un collega rigorosamente dello stesso sesso), alla copertura sanitaria e al trasporto gratuito all’aeroporto, i membri dello staff della compagnia hanno diritto ad agevolazioni sui voli per sé e per i propri familiari. E nel tempo libero possono sfruttare le offerte uniche degli Emirati, sciando ad esempio nella pista innevata artificialmente in pieno deserto, visitando i locali notturni dei grattacieli ultramoderni, oppure nuotando nelle spiagge sul Golfo Persico (per proporsi, collegarsi al link www.emiratesgroupcareers.com).