Vacanze low cost nelle Capitali Verdi d’Europa

Condividi su:

Mete belle, ecologiche e low cost: ecco le città più ecologiche, ideali per una vacanza estiva

Si chiama Nimega ed è la Capitale Verde d’Europa. Lo scorso 22 giugno a Lubiana in Slovenia la città olandese è stata scelta per il 2017, lasciandosi alle spalle le concorrenti ’S-Hertogenbosch (anch’essa nei Paesi Bassi) e la città svedese di Umea. In lizza anche altre 3 città più piccole (con abitanti tra 50 mila e 100 mila) per il titolo di Foglia Verde d’Europa 2017 che è stato vinto dall’irlandese Galway. Queste città si distinguono per gli elevati standard ambientali e per gli obiettivi ambiziosi in termini di sostenibilità: sono il modello futuro per tutte le città europee che vogliono avvicinarsi a politiche green di ampie vedute, oltre ad essere mete ideali da visitare durante le vacanze estive.

Nimega, Capitale Verde d’Europa. Punta sull’energia rinnovabile Nimega, città di studenti con più di 170.000 abitanti che si trova lungo il fiume Waal, tra colline, polder e foreste: presto sfrutterà l’energia verde con un nuovo quartiere ad alta efficienza energetica collegato a una rete di recupero del calore residuo. Qui la tendenza verso livelli sempre più green è un qualcosa in divenire: sono già in progetto anche 4 turbine eoliche per il fabbisogno di energia elettrica. Nimega è considerata la più antica città dell’Olanda dove tecnologia all’avanguardia e architettura moderna si fondono in un mix magistrale di estetica e tradizione, dove passato e presente vanno di pari passo, con uno sguardo fiero al futuro. Per raggiungere la città occorre volare ad Amsterdam (voli a partire da 50 euro con le compagnie low cost, durata 1h 55 minuti), poi conviene prendere il treno che porta direttamente nel centro città (spendendo una cifra compresa tra 10 e 16 euro, durata 1h 30 minuti). Per dormire a Nimega si può scegliere uno tra i tanti graziosi B&B a partire da 30 euro a notte per persona.

Galway, Foglia Verde Europea 2017. Questa piccola città irlandese ha 75 mila abitanti e nel 2015 ha lanciato la sua visione per il 2025 ‘Verso una strategia sostenibile culturale per Galway’. Così punta a diventare un modello di sostenibilità economica, responsabilità ambientale, salvaguardia del patrimonio culturale, innovazione artistica, partecipazione della comunità e inclusione sociale. Un luogo da non perdere: Galway è la capitale dell’ovest gaelico e rappresenta il punto di partenza per andare a scoprire le meraviglie naturali del Connemara. Si trovano voli diretti per Dublino a partire da 80 euro con le compagnie low cost (2 h 55 minuti). Per raggiungere la cittadina conviene prendere l’autobus dalla capitale (durata 4h), il biglietto di andata e ritorno costa circa 30/40 euro, ma prenotando online si può risparmiare. Per il pernottamento si trovano strutture belle ed eleganti a partire da 60 euro a testa, ma ci sono offerte altrettanto confortevoli e in centro città anche a 40 euro.

Cornellà de Llobregat, il giusto equilibrio tra città e natura. La spagnola Cornellà de Llobregat (86.000 abitanti circa), situata a pochi km da Barcellona, per risolvere il problema del traffico e della mancanza di aree verdi ha deciso di implementare diversi progetti ambientali tra cui quello per migliorare l’equilibrio della città e del territorio attraverso la definizione di zone verdi all’interno e intorno alla città. Dalla caratteristica Cornellà de Llobregat si può raggiungere Barcellona in treno con poco più di 2 euro (20 minuti). Per dormire in questa cittadina si trovano strutture ospitanti a partire da 50 euro a testa con tutti i servizi e la piscina.

Mikkeli, le quattro dimensioni della sostenibilità e del benessere. Questa cittadina finlandese con 55.000 abitanti si propone di promuovere un ambiente urbano sano ed ecologicamente sostenibile, concentrandosi su quattro dimensioni fondamentali: conservazione dell’acqua pulita; promozione delle fonti energetiche rinnovabili, in particolare delle bioenergie; integrazione delle tecnologie pulite nella gestione dei rifiuti; e sistematica implementazione di soluzioni digitali. Il territorio di Mikkeli è situato nel pieno cuore della regione dei laghi: comprende, in tutto, circa settecento laghi. Per volare a Helsinki risparmiando meglio cercare un last minuti a partire da 150 euro. Per raggiungere la cittadina conviene attraversare questi paesaggi meravigliosi in treno a partire dalla capitale spendendo circa 40 euro (2h 30 minuti), mentre per dormire si può scegliere una delle graziose guesthouse a partire da 35 euro a testa.

Lubiana, la regina del verde. Come ultima meta consigliata vi proponiamo Lubiana, Capitale Verde d’Europa 2016. In questi ultimi anni la città slovena è riuscita ad attuare la sua strategia improntata alla sostenibilità, la cosiddetta “Vision 2025” che coniuga il programma di protezione ambientale, il Piano di Mobilità Sostenibile, il Piano d’azione per l’energia sostenibile e la strategia dell’elettromobilità. Tanti settori con un unico obiettivo: ridurre l’inquinamento e favorire uno stile di vista sostenibile. E ci sono riusciti! Qui i trasporti sono radicalmente cambiati negli ultimi dieci anni: se prima la capitale slovena era invasa dalle auto, adesso hanno lasciato il posto alle alternative eco-compatibili. Lubiana è situata a poco più di un’ora di distanza dalle città italiane del Friuli ma è possibile anche raggiungerla in treno, auto e pullman. In aereo (c’è un aeroporto poco fuori dalla città) si trovano voli low cost ma il prezzo resta comunque elevato, meglio optare per un viaggio condiviso in auto spendendo una decina di euro (1h 10 minuti), in autobus al medesimo prezzo oppure prendere il treno da Venezia o Trieste a partire da 9 euro. Per pernottare risparmiando si può scegliere un B&B in centro città a partire da 30 euro per persona.