Come guadagnare con i social network

La tua passione sono i Social network e passi intere giornate su Facebook, Twitter o Instagram? Ecco qualche dritta per monetizzare con i social e guadagnare con contenuti e video di YouTube

Oltre che essere uno dei passatempi più in voga degli ultimi anni, i Social Network sono diventati potenziali strumenti di guadagno per gli utenti. Oggi vi spieghiamo le principali tecniche per monetizzare con Facebook e Twitter, creare canali di YouTube per guadagnare con i propri video, o diventare Influencer su Instagram e, magari, iniziare a collaborare con le aziende per progetti retribuiti. Se la tua passione è stare sui social e magari gestisci gruppi e pagine su Facebook, considera che potresti anche guadagnarci. Se poi hai un blog o un sito personale, le opportunità possono essere ancora più numerose e vantaggiose. Vediamo alcune delle opportunità che possono aiutarti a monetizzare sulle tue passioni. Prima di cominciare, ricorda però che il successo è sempre legato a impegno e dedizione e alla tua capacità di coinvolgere un numero sempre più elevato di seguaci, che torneranno certamente utili alla tua causa.

Guadagnare con i network di affiliazione. Il metodo più utilizzato per guadagnare con i Social network è quello di iscriversi ai Network di Affiliazione commerciale, ottenere banner o link da pubblicare sul proprio profilo social e guadagnare sulle commissioni di vendita generate. Il consiglio è quello di utilizzare sponsorizzazioni in target con i contenuti della propria pagina. Questo tipo di collaborazione è molto praticata su Facebook e Twitter ma può essere effettuata anche al di fuori dei Social, per esempio con pubblicazioni sul proprio Blog o sito web personale. Tra i Network più conosciuti citiamo Awin (ex Zanox), uno dei più grandi poli di affiliazione che integra tantissime aziende di primo livello pronte a collaborare. È sufficiente iscriversi, indicando il proprio spazio pubblicitario e inviare la candidatura ai programmi delle singole aziende, prima di implementare i contenuti sui Social, sotto forma di banner e link.

Come diventare Influencer e lavorare con le aziende. A questo punto è doveroso introdurre il concetto di influencer, legato in maniera preferenziale a Instagram e YouTube. Per riassumere, l’influencer è una figura molto attiva sui social, ha moltissimi followers, crea contenuti con abbondanti interazioni tra gli utenti e dispone di una reputazione “importante” all’interno del Social network di riferimento. Online esistono moltissimi articoli e qualche guida per diventare Influencer di successo e conquistare l’attenzione delle aziende, che scelgono di affidarsi a noi per promuovere beni e servizi in cambio di denaro o del bene stesso. Ricordiamo che tutte le aziende sono presenti e attive sui social e “osservano” sempre con il proprio account business i profili più appetibili. L’utilizzo degli influencer in sostituzione delle tradizionali campagne pubblicitarie, rappresenta per le imprese un’abile mossa, per risparmiare denaro e “azzeccare” la campagna pubblicitaria migliore.

Ecco qualche consiglio per diventare influencer, risultando appetibili alle aziende:

  • Scegliere il Social network e il settore di riferimento. Idee chiare prima di tutto. La prima regola consiste nello scegliere il Social network da “cavalcare” e il target di riferimento da intraprendere. Meglio affrontare argomenti che ci appassionano e per i quali siamo preparati.
  • Prendere spunto dai migliori influencer. Osservare chi ha già successo è una delle regole per carpire segreti e abitudini vincenti. I migliori influencer hanno sempre qualcosa da insegnare agli altri e sarebbe utile seguirli e studiarli per qualche di tempo, prima di cominciare.
  • Individuare uno stile editoriale. Una buona abitudine è quella di immaginare il proprio profilo come un giornale, applicandovi una linea editoriale che preveda aggiornamenti con cadenza periodica e straordinaria.
  • Studiare Hashtag e parole chiave. Facebook, Twitter, Instagram e anche YouTube utilizzano gli Hashtag come elementi cruciali per condividere contenuti di successo. E’ fondamentale studiare questi elementi e imparare ad utilizzare i migliori per il proprio segmento di riferimento.
  • Pubblicare contenuti frequenti. I profili inattivi non hanno mai successo. Se volete guadagnare con i social network dovete rimboccarvi le maniche e pubblicare contenuti originali e interessanti, con frequenza giornaliera.

Come monetizzare con i propri video. Non tutti sanno che è possibile guadagnare anche con YouTube e i propri video pubblicati. Grazie all’apposita sessione di Monetizzazione presente sul portale, affiancata a Google AdSense è possibile guadagnare, pubblicando contenuti pubblicitari nei propri video, con pagamenti che saranno gestiti con criteri CPM (costo per mille impressioni). Il concetto è molto semplice: più i video pubblicati saranno visti dagli utenti e maggiore sarà il guadagno maturato. Se per Instagram abbiamo espresso il concetto di Influencer per classificare i migliori utenti, in questo caso parliamo di vere e proprie YouTube Stars, ovvero “Youtuber” che riescono a totalizzare migliaia di visite dei propri video, riuscendo a monetizzare molto denaro.

Ecco qualche consiglio per creare un canale YouTube di successo e guadagnare:

  • Raccogliere idee e scegliere i contenuti. Parliamo di video e quindi sarà opportuno organizzare al meglio il proprio lavoro, procurandosi anche l’attrezzatura tecnica necessaria. Una volta individuato il target di riferimento, sarà opportuno trovare le idee giuste e lo stile per comunicarlo agli altri. Nei video, l’utilizzo di linguaggi moderni, videocamere di buona qualità e scenari interessanti, può concretizzarsi in successo.
  • Scegliere una strategia editoriale. Anche in questo caso bisognerebbe accumunare il proprio canale YouTube a un giornale. Occorre creare scalette, pianificare le pubblicazioni e prevedere contenuti periodici e anche straordinari.
  • Studiare la concorrenza. YouTube mette a disposizione dei propri utenti una sessione dedicata ai video di successo. Si chiama YouTube Trending e varrebbe la pena visitarla per studiare i contenuti che stanno avendo successo in quel preciso istante. Sarà utile scoprire ogni quanto tempo quei canali pubblicano video e le modalità d’interazione con i fan degli stessi.
  • Ottimizzare i contenuti e le creatività. I contenuti YouTube di successo dovrebbero anche essere utili per i lettori. I video coinvolgenti hanno sempre successo. Per esempio: video con immagini mozzafiato di paesaggi o persone possono trasmettere emozioni, intrattenere il pubblico e diventare virali. Anche i contenuti più tecnici, come le guide o i tutorial, che utilizzano linguaggi e ambientazioni simpatici e coinvolgenti, saranno facilmente seguiti da un pubblico numeroso. Ricordate di ottimizzare anche Titoli e Tag per indicizzare correttamente il vostro video e renderlo disponibile agli interessati. A tal proposito, potrebbe essere utile utilizzare il portale Google Trends, per individuare le parole chiave e gli argomenti più cercati sul web e agire di conseguenza.
  • Monetizzare il proprio lavoro. Quando il canale YouTube avrà raggiunto un numero adeguato di followers, saremo pronti ad attivare le opzioni di monetizzazione integrate nella bacheca del portale.

Naturalmente, esistono molti altri metodi e piattaforme per guadagnare con i Social Network. Abbiamo affrontato un argomento che coinvolge migliaia di aziende e utenti in tutto il mondo ed è in continua evoluzione. Voi cosa ne pensate? Avete già intrapreso qualche strada particolare per monetizzare con i vostri social?