Come collegare lo smartphone a tv e monitor

Vi spieghiamo come fare il mirroring dello smartphone sulla TV di casa o trasformalo in un vero e proprio personal computer fruendo di tutte le app per il tempo libero e il lavoro

Una delle funzionalità più utili, integrate nei moderni smartphone è quella di poterli connettere al televisore di casa e trasmettere video o contenuti su di esso. In molti casi è persino possibile collegare lo smartphone al monitor e utilizzarlo come un vero e proprio personal computer, con tanto di app per navigare su internet, programmi di videoscrittura e fogli di calcolo. In questo articolo spieghiamo alcune soluzioni per utilizzare lo smartphone in maniera alternativa, sfruttando le funzionalità più avanzate di questi dispositivi.

Collegare lo smartphone al monitor con gli adattatori. Se è vero che gli smartphone moderni sono paragonabili a veri e propri personal computer, perché non utilizzarli come tali, connettendoli al monitor, la tastiera e il mouse? In questa modalità il telefono potrà essere utilizzato come un vero PC desktop, servendosi del mouse e la tastiera per interagire con le applicazioni. La soluzione più semplice ed economica per collegare lo smartphone al monitor consiste nell’acquistare un adattatore multiporta (costano circa 50€ a seconda del modello), cha andrà collegato al connettore di ricarica del telefono e ci consentirà di collegare allo smartphone una serie di periferiche quali tastiera, monitor esterno, chiavette USB e cavi ethernet. Prima di acquistare un adattatore multiporta, verificate che il jack di connessione allo smartphone sia compatibile con il vostro telefono (attacco microUSB, Type C o Lightning). Purtroppo, molti smartphone di fascia media non prevedono interfacce grafiche dedicate alla modalità desktop e questo potrebbe influire sulla qualità delle immagini riprodotte sullo schermo più grande. Per questo motivo, su Google Play sono disponibili alcuni Launcher per Android come Sentio Desktop e Leena Desktop UI (Multiwindow), capaci di trasformare la grafica dello smartphone in una modalità molto simile a quella di un vero e proprio personal computer.

Sfruttare soluzioni ad hoc per gli smartphone più evoluti. Gli smartphone top di gamma possono trasformarsi in veri PC utilizzando soluzioni dedicate. Samsung DeX Station è per esempio una piccola docking station dotata di ventola e una serie di connettori quali porte USB e HDMI. Tramite questo accessorio è possibile collegare lo smartphone Samsung al monitor esterno e utilizzare tutte le app e le funzioni del dispositivo tramite la tastiera e il mouse. La Samsung DeX Station è venduta separatamente al costo di 149,99€. Huawei EMUI Desktop è invece la soluzione software proposta dall’azienda cinese, che consente di utilizzare l’interfaccia desktop ottimizzata, dopo aver collegato gli smartphone compatibili al monitor esterno. In questo caso, per connettere telefono e monitor sarà sufficiente acquistare un adattatore multiporta generico o la Huawei MateDock.

Collegare lo smartphone alla Smart TV con il Wireless. Chi possiede una Smart TV connessa a Internet potrà collegare facilmente lo smartphone al televisore e riprodurre contenuti e video in streaming. Con la tecnologia Miracast è possibile riprodurre tutto lo schermo dello smartphone sul televisore, senza l’utilizzo di cavi. Questa tecnologia è compatibile con gli smartphone Android e Windows ma non con quelli Apple, che nativamente utilizzano una seconda specifica chiamata AirPlay. Per trasmettere lo schermo del telefono sul televisore è sufficiente essere connessi con entrambi i dispositivi alla stessa rete Wireless, accedere alle impostazioni dello smartphone e cliccare su “Trasmetti Schermo”. Molte app come Youtube permettono di abilitare la funzione di condivisione dello schermo tramite un semplice tasto posizionato all’interno dell’applicazione stessa.

Utilizzare chiavette e soluzioni dedicate per tutti gli smartphone. Come già anticipato, iPhone e dispositivi Apple utilizzano la tecnologia AirPlay per trasmettere contenuti audio e video in wireless. Purtroppo si tratta di una funzione compatibile unicamente con prodotti marchiati Apple, con qualche rarissima eccezione. Per effettuare il mirroring dello schermo di iPhone, iPad e computer Mac sul televisore di casa, sarà utile acquistare una Apple TV.  Si tratta di un dispositivo multimediale, che una volta collegato al televisore e al router è in grado di abilitare i contenuti multimediali e di connettere app e dispositivo Apple al televisore. Gli utenti Android possono invece contare sulla Google Cromecast, una soluzione creata ad hoc dall’azienda americana per trasformare il televisore in Smart TV e riprodurre app e contenuti in streaming dal cellulare. Soluzione analoga è possibile acquistando la Amazon Fire Stick TV, una chiavetta multimediale prodotta dal colosso americano che permette di effettuare il mirroring dello smartphone e condividere le app.

E voi, avete già provato a collegare lo smartphone a monitor e televisore?