Con smartphone e app, la vacanza è sempre più mobile

Condividi su:

Cellulari e tablet si usano sempre più per comprare voli e pagare biglietti. E ora si moltiplicano le app per soddisfare ogni esigenza dei vacanzieri.

Viaggi o gita fuori porta in programma? Lo smartphone sarà il vostro migliore amico. Viaggi e mobile sono infatti sempre più legati, dato che il cellulare oggi è usato sempre di più per pianificare, prenotare e anche pagare il conto. Secondo un recente studio dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo del Politecnico di Milano, entro la fine del 2015 gli acquisti da mobile saranno il 15% dei 9,5 miliardi di euro spesi sui canali digitali in strutture ricettive, trasporti e pacchetti viaggi. Stiamo parlando di 1,4 miliardi di euro, di cui 500 milioni arriveranno dagli acquisti fatti via smartphone, e circa 900 milioni dalle spese su tablet. Le startup innovative che si occupano del turismo e puntano a semplificare la vita dei vacanzieri sono moltissime: eccone alcune da tenere d’occhio per una vacanza a portata di click.

Wanderio.com ti organizza il viaggio. Wanderio è una piattaforma che permette di pianificare il viaggio dalla porta di casa alla destinazione con pochissimi passaggi. Dopo l’iscrizione, in pratica, basta inserire la città di partenza e quella di arrivo: in pochi secondi il portale calcola come raggiungere il luogo indicato confrontando le tariffe di oltre 1000 compagnie aeree, 300 tra treni, bus e traghetti, 30mila tra taxi e navette, e 40mila servizi di collegamento ad aeroporti e stazioni in più di 100 paesi nel mondo. La piattaforma offre all’utente le diverse alternative, compreso il calcolo delle emissioni di anidride carbonica per tratta, e permette di pagare online emettendo un biglietto unico finale. Il sito trattiene una piccola commissione sulla base dell’importo della transazione. Fino a oggi Wanderio ha organizzato 70 mila viaggi, con un picco di 17 mila pacchetti ad agosto 2015. Al momento è disponibile solo per i device Apple.

Sailsquare.com, il Blablacar del mare. Per il modello di business proposto, Sailsquare ricorda un po’ i servizi di carpooling: previa iscrizione, questa piattaforma permette di viaggiare in barca a vela con altre persone, dividendo le spese. Partecipare è semplice: dopo la registrazione, si scelgono destinazione, tipo di imbarcazione, soldi da investire e si invita la community a partecipare. In alternativa ci si può aggregare a una vacanza creata da altri utenti. Nel primo caso è necessario essere uno skipper. Se, comunque, si desidera organizzare una vacanza su misura e non si ha la patente nautica, ci si può affidare al servizio concierge di Sailsquare e richiederne uno in fase di prenotazione. Gli equipaggi sono internazionali e non è raro imbattersi in proposte dove la lingua ufficiale della vacanza è l’inglese.

Musement.com, il sito che permette di saltare la fila. Obiettivo di Musement è semplificare la vita del viaggiatore: dal sito o dall’app (che può essere scaricata gratis dal portale ufficiale), si possono prenotare moltissime attività – visite guidate a piedi, CityPass, tour in autobus, biglietti per musei, mostre o parchi divertimenti, giri in elicottero o in mongolfiera, tour enogastronomici ecc. – risparmiando il tempo della fila. Molti dei biglietti che si trovano sulla piattaforma, infatti, sono “skip-the-line” o con accesso prioritario. Entrambe le opzioni permettono di risparmiare tempo: nel primo caso si salta la coda, rispettando l’orario concordato per l’accesso, nel secondo, invece, si salta la fila alla cassa ma si deve rispettare quella per l’ingresso.

Audioplayce.com, il portale per l’audioguida faidate. Audioplayce è un social marketplace (disponibile anche l’app per dispositivi iOS e Android) che permette di scaricare (gratis o a pagamento), ascoltare, caricare, vendere e condividere audioguide per i propri viaggi. Niente più libri o mappe con cui andare in giro durante le proprie vacanze: con AudioPlayce si viaggia a mani libere, scaricando su tablet o smartphone audioguide per arricchire passeggiate, itinerari e visite culturali. Creando un profilo personale si possono condividere gli itinerari e le guide, prendendo spunto da quelle degli altri. Altra cosa, in AudioPlayce le audioguide sono geolocalizzate e con l’applicazione mobile vengono riprodotte quando ci si trova in corrispondenza di un determinato punto di interesse.

ING Challenge, un’opportunità per le start up del turismo.  In che modo la diffusione di smartphone e tablet abbia modificato il modo di viaggiare sarà al centro del dibattito della prossima tappa di ING Challenge, tour organizzato da ING Bank e H-Farm con l’obiettivo di avvicinare gli studenti universitari all’imprenditoria digitale. Il 28 ottobre all’Università di Firenze si parlerà delle opportunità offerte dalla rivoluzione digitale nel turismo a consumatori e a operatori del settore. Chi ha sviluppato un’idea imprenditoriale in materia potrà presentare il proprio progetto e sfidare gli altri durante “Spritz Your Pitch”, contest che premierà le idee più meritevoli. Chi desidera partecipare alle prossime tappe può caricare il proprio progetto sul sito della ING Challenge.