Ricerche avanzate di Google, come funzionano

Tutte le dritte per ottenere risultati migliori utilizzando i segreti e le opzioni più sconosciute del motore di ricerca.

Google è una fonte insaziabile di contenuti, un pozzo senza fondo stracolmo di informazioni che possono essere individuate facendo ricerche. Quello che non tutti sanno è l’esistenza di trucchi e strumenti utili per farci trovare immediatamente ciò che cerchiamo filtrando i contenuti non necessari.

La ricerca classica su Google. Il modo essenziale per trovare informazioni sul web è quello di inserire i termine che desideriamo cercare nell’apposita casella del motore di ricerca, ma in questo modo otterremo risultati senza scrematura e spesso non pertinenti alle nostre reali necessità. Tramite Google è anche possibile cercare in maniera più professionale e intelligente sfruttando simboli e punteggiature congiuntamente alle parole da ricercare.

Come usare la punteggiatura nelle ricerche. Per esempio con l’inserendo del simbolo “-“ seguito da una parola, indicheremo a Google di escluderla dai risultati della ricerca, viceversa con l’utilizzo del parametro “+” specificheremo di comprenderla sempre. Per esempio, se vogliamo cercare un ristorante vegetariano a Milano potremo scrivere “Ristorante vegetariano +Milano” per ottenere risultati esclusivi per la città indicata. Il termine “-“ può anche essere utilizzato per escludere particolari siti web dalle nostre ricerche semplicemente anteponendolo al link del sito da inibire. Per far capire a Google che vogliamo cercare due o più parole strettamente correlate tra loro bisognerà utilizzare il trattino per separarle. Esempio: “meccanico-revisioni-roma” ci mostrerà informazioni di meccanici romani che effettuano il servizio revisioni filtrando tutto il resto. Se occorre cercare parole esatte, nell’ordine in cui le scriviamo, sarà sufficiente racchiuderle tra le virgolette. Altra chicca utile se abbiamo dimenticato un termine per completare una frase di ricerca è quella di aggiungere il simbolo “*” in sostituzione della parola mancante, sarà Google a raffinare la ricerca per noi (Es. “nel mezzo del * di nostra vita”).

Automatismi di ricerca. Per semplificare l’utilizzo delle ricerche evolute sul web, Google ha creato lo strumento di ricerca avanzata integrandolo nel suo motore di ricerca. Tramite questo modulo è possibilità restringere i risultati individuando anche file e altri contenuti utilizzando un comodo pannello di controllo che imposterà per noi le stringhe di ricerca citate sopra. Ma come funziona? Per utilizzare questo modulo è sufficiente inserire la parola o frase da cercare nell’apposito campo del motore, premere invio, cliccare sull’icona a forma di ingranaggio collocata in alto a destra della pagina e selezionare la voce “Ricerca avanzata”. A questo punto sarà possibile selezionare i filtri che ci interessano per ottenere risultati di ricerca ottimali.

Cercare documenti sul web. Tra i filtri proposti nella ricerca avanzata di Google troviamo quello per selezionare la lingua del contenuto, limitare le aree geografiche di provenienza, escludere siti, termini o parole e addirittura individuare i documenti in PDF o altri formati pertinenti alla nostra ricerca. Nello specifico, selezionando la casella “Tipo di file” e scegliendo il formato tra PDF, DOC e altri, sarà possibile ottenere un elenco di documenti disponibili su internet da poter scaricare liberamente tramite i risultati di ricerca.

Risultati dal DNA delle immagini. Google integra uno strumento fantastico che consente di caricare e analizzare le nostre foto direttamente nel motore, mostrandoci come risultato i siti nei quali esse risultano caricate o condivise. Questa funzione si utilizza con semplici passaggi: si accede a Google, si clicca su immagini in alto a destra, si seleziona l’icona a forma di fotocamera posizionata accanto al box di ricerca centrale e successivamente si preme su “Carica un’immagine”. Tramite questa attività sarà possibile controllare che nessuno abbia pubblicato una nostra fotografia senza permesso o semplicemente potrà ricordarci la fonte dalla quale abbiamo prelevato quella specifica immagine.

DAVIDE CAPROTTI
passionetecnologica.it
Davide Caprotti


199
3
0
3
 
0

205