Quando i biglietti costano meno

Per risparmiare bisogna sapere scegliere i giorni giusti per viaggiare. Ecco una breve giuda per capire quali sono……

Biglietti online. Oggi quasi il 90% dei biglietti aerei è venduto online (fonte: Repubblica). Spesso ci si chiede “sarà il momento giusto? Se aspetto, pagherò meno?” Dipende. Ecco qualche suggerimento per trovare le offerte migliori al momento giusto.

Variazioni. Un biglietto aereo ha da dieci a 12 fasce di costo. I prezzi cambiano in base a degli algoritmi (basati su dati statistici, flusso di prenotazioni e analisi della concorrenza) che le compagnie usano. Lo stesso posto può arrivare ad avere fino a 86 tariffe diverse in soli 90 giorni e costare fino al 596% in più se si sbagliano giorno e ora di prenotazione (fonte: Repubblica).

Mai troppo presto. Non è vero che prima si compra e più si risparmia. Prenotando, ad esempio, 6 mesi prima si trovano prezzi “civetta”, bloccati e molto alti.

Mai troppo tardi. A circa 14 giorni dalla partenza (per i voli di linea) e 7-10 giorni (per le low cost) il prezzo si alza del 15-20%. Il sistema conta probabilmente sul fatto che i posti sono limitati e chi cerca un biglietto in quel periodo è disposto a pagare di più pur di partire.

Linea e low cost. Le compagnie di linea hanno tariffe più stabili e i prezzi tendono a salire a partire da tre mesi dalla partenza, scendendo solo in caso di offerte. I voli low cost, invece, hanno tariffe che oscillano di più. A una settimana dalla partenza, si può trovare, ad esempio, un biglietto che costa meno rispetto a un mese prima.  Per questo è sempre meglio monitorare di frequente i siti delle compagnie.

Quando guardare. L’ ideale è cominciare a monitorare le date che interessano a cento giorni circa dalla partenza, quando cioè l’ algoritmo entra in azione e il prezzo è probabile che scenda. Se i posti più convenienti finiscono, il personale della compagnia è autorizzato ad intervenire e ad abbassare di nuovo le tariffe o a lanciare nuove promozioni.

Mai nel weekend. Non comprare biglietti il sabato e la domenica. I tagliandi venduti nel fine settimana costano in media il 7% in più del venerdì precedente. Nei week-end, infatti, l’intervento umano sull’algoritmo è ridotto e appena i posti scontati finiscono, il computer aumenta la fascia di prezzo. Un processo che continua fino al lunedì, quando le tariffe scontate si rinnovano.

Meglio martedì e giovedì. Which? ha condotto uno studio sulla rotta Inghilterra-Spagna ed è risultato che i voli più convenienti sono di martedì e di giovedì. Da evitare, invece, il venerdì e la domenica. Con EasyJet, ad esempio, i voli di andata da Londra Gatwick ad Alicante risultano mediamente il 35% più cari al venerdì rispetto al martedì. Quelli di ritorno, invece, costano in media il 45% in più la domenica rispetto al giovedì.

In treno. Il martedì e il mercoledì sono i giorni più convenienti per viaggiare in treno da Milano a Roma. Il martedì è meglio scegliere il Frecciarossa, comprando però il biglietto (anche a 9 euro) di sabato o domenica, meglio un mese prima e sul treno delle 13. Mentre per il ritorno Roma-Milano si può avere un biglietto a 29 euro nella fascia oraria tra le 12 e le 15, viaggiando sempre di martedì e acquistando nel weekend. Il mercoledì è invece il giorno migliore per viaggiare su Italo, ma se si acquista di martedì per le fasce orarie tra le 7 e le 11 e tra le 18 e le 19. L’Italo che da Milano va a Roma è più low cost di quello che da Roma va a Milano: il 20% dei posti è in vendita a 35 euro contro il 12,5% del Roma-Milano. Per i momenti più convenienti in cui prenotare, con Italo sono tre settimane e un mese prima; con Frecciarossa, due settimane e un mese. Se si acquista un biglietto di Italo appena due giorni prima: il 75% costa 61 euro, il 21% 88 euro. Con Frecciarossa, l’1,5 per cento dei biglietti rimane a 49 euro (fonte: La Repubblica).

Tempi diversi. Sul periodo migliore per prenotare esistono parecchie ricerche. Ognuna, ovviamente, con risultati diversi. Da un’indagine di Kayak.com, il momento giusto per prenotare è 21 giorni prima della partenza, quando il risparmio può arrivare fino al 30%. Da uno studio pubblicato dall’Airline Reporting Corp, invece, è meglio farlo sei settimane prima. In base a un equazione elaborata da un economista giapponese, il momento migliore per acquistare un biglietto di una compagnia low cost è otto settimane prima della partenza e di pomeriggio.

Attenzione a fiere e manifestazioni. Se, nel periodo prescelto, nella località di destinazione c’è una fiera importante, un concerto, un raduno o una manifestazione che richiama molto pubblico, i costi possono salire anche del 30%.

Ispirami. È il nuovo sistema appena lanciato da Easyjet. Individua la meta migliore a seconda del budget disponibile, all’aeroporto di partenza, al periodo e alla tipologia di viaggio (con la famiglia, sci, city break, cultura, romantico, mare, vita notturna). In pratica, ci si trova di fronte ad una cartina dell’Europa dove, in corrispondenza di ogni città, si ha il prezzo del volo più economico (a partire da 27,99 euro) e la data più conveniente per partire.

Mete da esplorare. Peter Duffy, marketing director di EasyJet: «Il 40% dei clienti che visita il nostro sito vuole prenotare un viaggio ma non sempre è sicuro della destinazione dove andare. Questo semplice e innovativo strumento li aiuta a trovarla facilmente, tra 600 fantastiche destinazioni in Europa, mete da esplorare e alle quali probabilmente non avevano pensato».

A che ora. Sempre dalla ricerca di Which? è risultato che per spendere ancora meno, bisogna fare attenzione anche all’orario di partenza: i prezzi sono più bassi la mattina presto. I voli più economici con British Airways, ad esempio, sono prima delle 7.30 del mattino, invece, con EasyJet, dalle 5.45 alle 11.50 della mattina i voli raggiungono i costi più alti.

Cercare bene. Richard Lloyd, direttore esecutivo Which?: «Con il bilancio delle famiglie ridotto al minimo, chi va in vacanza vuole essere certo di fare un buon affare con il volo. Abbiamo scoperto che le persone possono risparmiare parecchi soldi se cercano bene e sono flessibili, cambiando il giorno o momento in cui viaggiare».

redazione


36
0
0
0
 
0

36