Le nuove funzioni gratuite di Google 

Condividi su:

“Goals” per trovare il tempo per realizzare i vostri obiettivi, “Now” per la ricerca vocale, “Nik” per il fotoritocco professionale e molto altro.

In pochi anni la tecnologia mobile ha rivoluzionato il modo di cercare informazioni, di viaggiare, di divertirsi, di comunicare, di organizzare la propria vita. Avere un supercomputer in tasca ormai è la normalità: le ricerche sui motori di ricerca provengono più da mobile che da desktop e, secondo lo studio We are all Change Makers di Ericsson, al mondo ci sono più dispositivi mobili che persone. Una grossa mano nella pianificazione della propria giornata arriva da Google e dalle sue nuove funzioni, completamente gratuite: suite professionali per il fotoritocco, ricerca vocale per non perdere tempo o per fare ricerche mentre si è ai fornelli o al volante, la personalizzazione di Google Maps, la funzione di Calendar che trova il tempo libero per raggiungere i propri obiettivi, che sia la corsa o una lingua nuova, e non solo. Ecco le funzioni gratuite di Google di cui non fare a meno.

Le nuove funzioni di Inbox. Inbox è l’applicazione che si occupa del servizio di posta elettronica lanciata dal team di Google poco meno di un anno fa. Ora l’app si arricchisce di ulteriori funzioni: gli utenti di Inbox, infatti, hanno a disposizione nuovi strumenti per essere sicuri di non tralasciare comunicazioni importanti nella casella della posta in arrivo. La prima novità è per le email che riguardano gli appuntamenti in calendario: Inbox raccoglie i messaggi che riguardano un evento in un unico contenitore e mostra ciò che è cambiato a colpo d’occhio. L’app fornisce anche un’anteprima immediata dei contenuti delle newsletter in modo da velocizzare il lavoro di scrematura. Infine, c’è una casella a parte per i link ad articoli o a pagine web che gli utenti decidono di salvare per una lettura successiva (quelli che spesso ci si autoinvia per posta elettronica). È possibile anche salvare più link insieme, ad esempio se riguardano uno stesso argomento. 

Le novità di Google Calendar. Disponibile per dispositivi Android e iPhone, Google Calendar si arricchisce della funzione Obiettivi. Basta inserire il proprio obiettivo personale – per esempio “correre tre volte alla settimana” – e Calendar aiuta l’utente a trovare il tempo per farlo. Il sistema, in pratica, pone alcune domande, valuta gli impegni dell’utente e propone un calendario di allenamenti in base alle risposte ottenute. Se si verificano più eventi in contemporanea, Calendar rimanda e riprogramma automaticamente l’impegno. Altra novità (per ora riservata ai device Android) è la funzione di Calendar che aiuta a trovare il tempo per organizzare facilmente le proprie riunioni. Basterà cliccare nella schermata principale dell’app sull’icona in basso a destra per aggiungere un appuntamento al proprio calendario, scegliere se invitare altre persone e cliccare su “Find a time”. A questo punto sarà l’app ad analizzare gli impegni di tutti i partecipanti alla riunione e a trovare il momento migliore per tutti. Nel caso in cui non ci fossero spazi disponibili per organizzare una riunione, l’app analizza gli appuntamenti che si accavallano e suggerisce quali possono essere rinviati.

Da Google Translate a Tap to TranslatePer il suo decimo compleanno Google Translate ha regalato un nuovo aggiornamento agli utenti Android. Prima dell’ultimo upgrade, per tradurre un testo bisognava copiarlo, incollarlo nell’app, scegliere la lingua di “partenza” e quella di “arrivo” e attendere la traduzione, che veniva restituita solo in presenza di connessione alla rete. Con la nuova funzione Tap to Translate (che significa “Tocca per tradurre”), le traduzioni diventano immediate, anche con i servizi di messaggistica. Una volta selezionato il messaggio, infatti, basta toccare l’icona Tap to Translate per far apparire la traduzione in una finestra di popup.

Google Now e i comandi vocali. Disponibile su Google Play Store e su App Store, Google Now è un vero assistente personale che sfrutta tutte le informazioni a disposizione dello smartphone per offrire suggerimenti. Attraverso la funzione “Ok Google” si possono usare i comandi vocali per eseguire ricerche, ricevere indicazioni stradali e creare promemoria. Se, per esempio, si pronuncia la frase. “Ok Google, avrò bisogno dell’ombrello domani?”, si riceverà una risposta sulle condizioni del tempo.

La Nik Collection gratis. Da fine marzo si può scaricare gratuitamente la Nik Collection, un insieme di sette applicazioni di proprietà di Google che permettono di modificare le fotografie. Fino a poco tempo fa la Nik Collection costava 150 dollari: Google ha deciso di permetterne il download gratis “per rendere perfetta l’esperienza di photo editing sui dispositivi mobili”.

La funzione per sapere se in un locale c’è posto. Digitando il nome di un ristorante o di un locale sulla barra di ricerca, Google indica sulla destra della prima schermata dei risultati l’orario col maggior numero di visite, specificando se il locale è frequentato o meno. La ricerca può essere effettuata per giorno della settimana e per orario.

Aggiungi fermata su Google Maps. La funzione aggiungi fermata su Google Maps rende più semplice allontanarsi da un percorso stabilito e riprendere il viaggio. In pratica, ora è possibile aggiungere deviazioni al proprio tragitto originario senza bisogno di uscire dalla modalità navigazione. Se si sta guidando in modalità di navigazione, quindi, è sufficiente fare clic sulla lente di ingrandimento in alto a destra dello schermo per scegliere tra opzioni diverse (stazioni di servizio, negozi di alimentari, bar, ristoranti ecc.).  Se le opzioni mostrate non sono ciò di cui si ha bisogno, l’icona di ricerca o i comandi vocali di Google Maps potranno fornire ulteriori aiuti.