Noleggiare l’auto al risparmio

Condividi su:

Affittare una macchina quando si va in vacanza, spendendo poco e senza incorrere in cattive sorprese: giocare d’anticipo è la prima mossa, ma c’è dell’altro. Tutto quello che bisogna sapere

Prenotare in anticipo, prima regola del risparmio. Organizzare il viaggio in anticipo può far spendere meno (ne abbiamo parlato più volte, date un’occhiata qui e qui) e la regola vale anche per il noleggio dell’automobile. La rivista Altroconsumo ha simulato la prenotazione della stessa vettura in periodi differenti su diversi siti: il prezzo di una macchina per agosto è più basso a gennaio, cresce a febbraio e a marzo aumenta del 52% rispetto al mese precedente. Prima regola per risparmiare sul noleggio di una macchina, quindi, è giocare d’anticipo.

Confrontare le offerte. Altra cosa da fare è non fermarsi alla prima soluzione ma mettere a confronto le proposte, e scegliere quella che più soddisfa le proprie esigenze. Ci sono siti che comparano le offerte di più compagnie e le filtrano per pacchetto garanzie o categoria di auto. Tra questi si possono ricordare skyscanner.it, noleggioauto.it, autonoleggio.com ecc.

I documenti necessari per noleggiare un’auto. Prima ancora di procedere col noleggio, verificare di essere in possesso di documenti e requisiti: per stipulare un contratto di noleggio servono patente di guida valida, una carta di credito (non sono accettate le carte ricaricabili), un documento di identità. Non sempre essere maggiorenni è sufficiente: alcune compagnie richiedono che il conducente abbia 21 o 25 anni (previo pagamento di un supplemento, però, ci sono deroghe).

Le dritte di Altroconsumo. Ecco che cosa consiglia Altroconsumo per risparmiare sul noleggio dell’auto:

Se non ti serve a tutti i costi un’auto di prestigio, quelle più piccole o di cilindrata inferiore costano meno: tra le prime e le seconde le tariffe di noleggio possono anche raddoppiare.

Scegli bene la tariffa, se a chilometraggio illimitato o limitato. In genere è preferibile il chilometraggio illimitato: in questo modo il guidatore non ha limiti di chilometri. Se si stipula un contratto con chilometraggio limitato, invece, occhio alle distanze percorse: se si supera il tetto chilometri si paga una cifra supplementare.

Scegli le polizze assicurative che ti tutelano di più: l’auto sarà sotto tua totale responsabilità. Ogni polizza ha contenuti differenti (furto, incendio, danni) e puoi eventualmente aggiungere coperture supplementari (che però hanno un costo, ndr).  Tra queste c’è la DER (damage excess refund), che costa intorno ai 5/7 euro al giorno, per alcune aziende è compresa nel prezzo e riduce al minimo, o elimina del tutto, l’ammontare della franchigia da rimborsare in caso di sinistro.

Se possibile, porta da casa i seggiolini, le catene, i porta sci o altro equipaggiamento: noleggiarli con l’auto incide parecchio sul prezzo finale.

Prendere e riconsegnare l’auto in una sede dell’agenzia che non sia l’aeroporto o la stazione può farti risparmiare sugli oneri aeroportuali e ferroviari.

Tieni presente che la possibilità di riconsegnare l’auto in un luogo diverso da quello della presa in consegna ha un costo in più (le differenze di prezzo variano di compagnia in compagnia, alcune permettono di farlo gratis).Tra le altre variabili che fanno alzare il prezzo, ricorda: l’età del conducente (pagano di più i minori di 21 o 25 anni) e l’autorizzazione per un secondo guidatore.

Fai benzina per tempo, per non rischiare di non trovare un distributore e dover pagare, oltre al prezzo del pieno, anche una penale.

Prendi tutto il tempo necessario per constatare lo stato del veicolo con il noleggiatore: se il controllo viene fatto il un secondo tempo, infatti, possono essere addebitati danni di cui non sei responsabile.

Chiedi una fattura o una ricevuta con le voci dettagliate: sarà più semplice contestare eventuali addebiti errati.

Controlla gli estratti conto nel periodo successivo alla riconsegna, per verificare che non vengano addebitate spese sbagliate.

Quanto costa. Il prezzo di un’automobile presa a noleggio dipende da moltissime variabili. A grandi linee si può dire che – nonostante le differenze tra le compagnie – si parte da un minimo di pochi euro al giorno (alcuni operatori offrono tariffe da quattro euro al dì). Il costo totale dipende anche dalla durata del noleggio, dal tipo di automobile, dall’età del conducente: ulteriori ribassi si possono ottenere approfittando delle offerte proposte da ciascun operatore.

Il car sharing P2P, l’alternativa al noleggio. Alternativa al noleggio tradizionale, è il car sharing peer to peer (letteralmente “da pari a pari”), un metodo innovativo di noleggio auto tra privati. Di che cosa si tratta ve l’abbiamo spiegato qui.