Noleggiare un’auto spendendo meno

Per affittare un’auto bastano anche 10 euro al giorno. Il costo finale, però, dipende dal tipo di vettura, dalla durata del noleggio, dall’età del conducente, da dove si va: una guida per orientarsi sul mercato

Noleggiare un’auto per guidare in Italia o all’estero: sul web ci sono moltissimi comparatori di offerte (noleggioauto.it, rentalcars.com, skyscanner.it ecc. ), nonché siti delle stesse compagnie di noleggio (hertz.it , europcar.it; avisautonoleggio.it ecc.) che permettono di individuare la soluzione più adatta alle proprie esigenze.

Quanto costa noleggiare un’auto. Il prezzo di un’automobile presa a noleggio (soluzione diversa dallo smart sharing) dipende da moltissime variabili. A grandi linee si può dire che – nonostante le differenze tra le compagnie – si parte da un minimo di pochi euro al giorno (alcuni operatori, per esempio, offrono tariffe da 10 euro). Il costo totale cambia in base alla durata del noleggio, dal tipo di automobile, dall’età del conducente: ulteriori ribassi si possono ottenere approfittando delle offerte proposte da ciascun operatore. Per fare un esempio, noleggiare un’auto per tre giorni (da venerdì I maggio a domenica 3 maggio) con ritiro a Fiumicino aeroporto, a Roma, e riconsegna in centro città costa dai 43 euro di un’utilitaria ai 166 euro di un suv. Tariffe simili permettono di ritirare una vettura anche in altri aeroporti.

Chi gioca d’anticipo risparmia. Prenotare in anticipo spesso dà diritto a dei vantaggi economici, e questo vale anche per chi vuole noleggiare un’automobile, soprattutto in alta stagione (ad esempio d’estate, durante le vacanze). Simulando la prenotazione della stessa vettura su diversi siti, l’associazione dei consumatori Altroconsumo ha notato una sensibile variazione delle tariffe: in particolare, per un’auto ad agosto, si pagava di più prenotando a febbraio piuttosto che a gennaio, e ancora nel 52% dei casi la quota saliva cercando l’auto a marzo rispetto al mese precedente.

Per noleggiare l’età minima è 21 anni. Il guidatore di un’auto a noleggio deve avere almeno 21 anni. Alcune compagnie applicano un sovrapprezzo per i guidatori con meno di 25 anni e impediscono loro di guidare auto di grandi dimensioni. Le restrizioni valgono anche per chi ha più di 65 anni. Alcune aziende pongono un limite massimo di età per il noleggio auto, che in genere si aggira sui 70-75 anni, altre non lo applicano: la policy relativa all’età è, quindi, a esclusiva discrezione della compagnia. Regole diverse relative all’età per il noleggio vigono negli altri paesi d’Europa: nel Regno Unito, per esempio, l’età minima per noleggiare una macchina è 23 anni (21 per alcune società), l’età massima è 70 (80 per alcune società), in Germania si richiede che il conducente abbia tra i 21 e i 75 anni. Ci sono molte restrizioni circa il tipo e la grandezza delle macchine che i giovani guidatori possono affittare e le tariffe di noleggio potrebbero essere più elevate per i giovani: se si sta pensando di affittare un’auto all’estero, quindi, è bene informarsi sulle regole in vigore nel singolo paese.

I guidatori aggiuntivi (a volte) pagano. Al momento del noleggio bisogna esibire la carta d’identità, la patente di guida valida da almeno un anno e la carta di credito per il deposito cauzionale. La persona che paga il veicolo e che presenta la carta di credito deve essere la stessa che guiderà la macchina. Eventuali guidatori aggiuntivi devono essere comunicati in anticipo alla compagnia: per permettere loro di mettersi al volante, alcune compagnie applicano un sovrapprezzo, altre no. In ogni caso il guidatore aggiuntivo dovrà esibire la propria patente in originale e inserire il proprio nominativi nel contratto di noleggio.

Come si paga il noleggio. Quasi tutte le compagnie, se si escludono quelle più piccole, non accettano pagamenti in contanti. Sia in Italia sia all’estero la maggior delle agenzie di noleggio consente il pagamento soltanto attraverso la carta di credito intestata al conducente.

Cosa fare prima di firmare il contratto. Prima di firmare il contratto è importante leggerlo integralmente, informandosi su come comportarsi in caso di incidente, furto, mal funzionamento del mezzo ecc. Fare una check-list del veicolo, cioè guardare attentamente lo stato della carrozzeria, degli interni, l’efficienza del motore ecc. L’agenzia di solito indica eventuali ammaccature o graffi: se si riscontrano ulteriori anomalie rispetto a quanto segnalato farlo subito presente per evitare di vedersene addebitata la responsabilità (e il relativo costo).

Che cosa copre l’assicurazione. Indipendentemente dalla compagnia, nel prezzo base del noleggio sono compresi tre tipi di assicurazione: contro i furti, copertura verso terzi, danni al veicolo in caso di collisione. Ovviamente si possono aggiungere altri tipi di polizze (a pagamento): prima di firmare il contratto, valutare se si ha bisogno di ulteriori coperture.

Che fare se si vuole andare all’estero. Alcune agenzie di noleggio auto non prevedono la possibilità di recarsi all’estero o in alcune zone considerate ad alto livello di rischio (per esempio di furto). Se si ha intenzione di superare i confini nazionali è necessario comunicarlo all’agenzia prima della stipula del contratto, per evitare di vedersi addebitare eventuali costi aggiuntivi. Alcune compagnie, invece, permettono di recarsi all’estero, di noleggiare veicoli in paesi diversi dall’Italia e di ritirarli direttamente in aeroporto. In ogni caso prima di mettersi al volante in un paese diverso dal proprio informarsi sulle abitudini di guida (nel Regno Unito e in Australia, per esempio, si guida sul lato sinistro della strada, nel Nord America nell’Europa continentale a destra).

La patente italiana (a volte) non basta. In genere negli Usa, in Canada e nei Paesi Europei, per guidare un’auto a noleggio, basta la patente italiana. Altrove serve la patente internazionale, che deve essere richiesta all’ufficio della motorizzazione civile del luogo di residenza.  Prima di noleggiare un’auto all’estero o per recarsi all’estero consultare viaggiaresicuri.it, sito curato dalla Farnesina che offre tra le altre cose informazioni dettagliate sulla viabilità, sul senso di marcia (circa il 66% della popolazione mondiale guida a destra come noi italiani, il 34% – Gran Bretagna, Australia, India, Giappone ecc. – a sinistra) sui percorsi consigliati, sulle norme basilari di circolazione e sui documenti obbligatori per legge per mettersi al volante all’estero.

Chilometraggio: illimitato oppure no. L’automobile può essere noleggiata con chilometraggio illimitato o con una formula diversa, cioè con un tot di chilometri inclusi nel prezzo. Alla consegna della vettura, se si sfora il tetto massimo, si pagherà per ogni chilometro aggiuntivo. Il chilometraggio illimitato, quindi, si rivela scelta più economica, a meno che non si sappia in anticipo e con esattezza quali distanze si percorreranno.

Come regolarsi per la spesa carburante. Per quanto riguarda la benzina, di norma si noleggia l’auto con il serbatoio pieno ma ci sono altre opzioni. Alcuni noleggiatori prendono nota del livello di carburante al momento del ritiro dell’auto e alla consegna: se la vettura viene restituita con un livello di carburante inferiore, verrà addebitato il relativo costo. Altre aziende noleggiano l’auto con il serbatoio vuoto e offrono il pieno in distributori convenzionati. C’è anche l’opzione “pieno prepagato”, messa a disposizione da alcuni operatori: si può restituire la vettura con qualsiasi livello di carburante, tenendo presente che nessun rimborso sarà dovuto per il carburante non consumato. Per maggiori informazioni, chiedi direttamente in stazione.

Estendere la durata del noleggio. È possibile estendere la durata del contratto di noleggio, a patto che l’auto sia disponibile. Ovviamente, prolungare il noleggio non equivale a restituire l’auto in ritardo: in questo caso, infatti, si paga una penale. Per contro, non è possibile richiedere un rimborso nel caso in cui ci sia un anticipo di consegna. L’auto potrà essere riconsegnata in un punto di noleggio diverso da quello di arrivo: si tratta comunque di un servizio a pagamento i cuoi costi variano da un’azienda all’altra.

redazione


770
4
0
7
 
0

781