Negli ostelli boutique la qualità è low cost

Condividi su:

Perfetti per chi non vuole rinunciare alla comodità e al lusso, offrono sistemazioni curate nei dettagli e alla moda, ma economiche...

Ostelli alla moda, ma low cost. Boutique hostel (ostelli boutique): mirano a offrire un servizio di alta qualità; sistemazioni curate nei dettagli, alla moda, attente alle nuove tecnologie, ma rigorosamente low cost (da Spenderemeglio.it).

Quando una “s” fa la differenza. Tutto comincia con i boutique hotel, alberghi di lusso piccoli e attenti alla qualità, all’arredo e al design. Il termine circola in Inghilterra e negli Stati Uniti negli anni Ottanta, quando iniziano a diffondersi queste strutture, con l’obiettivo di differenziarsi dagli hotel tutti uguali e standardizzati. Si tratta di alberghi medio-piccoli (50 stanze circa), più attenti allo stile e con un approccio più emozionale all’ambiente. Dagli hotel boutique, adesso, si passa agli “hostel”, gli ostelli, perfetti per backpacker (letteralmente, “zaino in spalla”) che non vogliono rinunciare alle comodità.

Gli ostelli boutique approdano anche in Italia. Il lusso, l’attenzione ai dettagli e alla personalità del cliente ora si applicano anche agli ostelli. L’obiettivo è simile, ma l’ottica è low cost. Gli ostelli boutique, infatti, consentono un soggiorno di qualità, ma a prezzi decisamente convenienti. Questo tipo di sistemazione è già di moda all’estero da qualche anno, ma adesso approda anche in Italia.

Benvenuto da qualsiasi parte del mondo tu venga. Un esempio di questa nuova tendenza è l’Ostello Bello di Milano, che si presenta così sul sito ufficiale: «Dopo aver viaggiato attraverso i cinque continenti e visitato più di 200 ostelli è il momento di avere un ostello tutto nostro. Benvenuto da qualsiasi parte del mondo tu venga». A pochi passi dal Duomo offre: wi-fi gratuito in camera e nelle aree comuni; bagno privato; aria condizionata; lenzuola incluse nel prezzo, asciugamani e servizio di lavanderia; armadietti di sicurezza e deposito bagagli; colazione; drink di benvenuto e assaggi gratuiti per gli ospiti; aree con giochi, ping pong, calcio balilla, tv satellitare; possibilità di seguire gli eventi della settimana organizzati dalla struttura stessa; libreria e strumenti musicali a disposizione. Prezzo da 28 euro.

A Firenze l’ostello è Plus. Nel capoluogo toscano, a pochi passi dalla stazione di Santa Maria Novella, si trova l’Ostello Plus Florence, che fa parte di una catena di ostelli diffusa in tutta Europa. È una struttura a cinque stelle: di qualità, ma a prezzi low cost. Le possibili sistemazioni: camera dormitorio mista da quattro a otto posti letto, camera matrimoniale o doppia, camera tripla (ognuna è provvista di bagno e doccia, televisione, aria condizionata). Il costo: da 16 euro a notte (comprensivo di lenzuola e tutti i servizi all’interno della struttura: piscina, sauna, bagno turco, wi-fi e palestra). Inoltre, in questo ostello sono presenti camere solo per donne: più ariose, decorate, con bagno più grande, uno spazio con specchio per truccarsi, asciugamani grandi e set da bagno di benvenuto.

A spasso per gli ostelli boutique d’Europa. Se l’idea, invece, è quella di fare una vacanza all’estero spendendo poco, ma senza rinunciare alle comodità, a un pizzico di eleganza e alla qualità, ecco qualche boutique hostel in Europa:

–      il Plug-Inn Boutique Hostel di Parigi: nel quartiere di Montmartre. I costi: da 25 euro per un letto in dormitorio, da 60 per una doppia, da 90 per una tripla. Tutte le camere hanno bagno/doccia privato e wc, lenzuola, asciugamani, asciugacapelli, colazione, internet, mappe e opuscoli compresi nel prezzo;

–      il St. Christopher Hostel di Amsterdam: nel centro della città, vicino piazza Dam. I costi: da 14,90 euro a notte per letto. Colazione, lenzuola e asciugamani inclusi. In più, disponibili un giardino della birra, un ristorante-bar e un nightclub;

–      il YHA London Central di Londra a cinque minuti da Oxford Street. I costi (variano in relazione al periodo dell’anno): da 16,65 sterline (20 euro circa) a notte per un letto in camerata da quattro a otto posti. Ha vinto il premio come “miglior ostello di Londra”;

–      il Living Lounge Hostel di Lisbona: personalizzato da 17 artisti. I costi: da 32 euro per una singola, da 27 per una doppia, da 18 per una camerata. Il prezzo include colazione, wi-fi e saletta cinema;

–      il Cat’s Hostel di Madrid: all’interno di un palazzo del XVIII secolo. I costi: da 15,80 euro a notte per persona. Le camere vanno dalle più piccole con bagno privato alle camerate fino a 14 posti;

–      il Mitte Baxpax Hostel di Berlino: nel centro della città, con camere a tema decorate da artisti internazionali. I costi: da 28 euro di una stanza doppia con bagno a 6 euro per la camerata.

Quando l’ostello è donna. L’ostello boutique ben si adatta alle donne che amano viaggiare “zaino in spalla”. Anzi, esistono delle strutture di questo tipo per sole ragazze. Oltre al già citato Ostello Plus Florence, che ha uno spazio interamente “rosa”, in Europa esistono diversi esempi di ostelli esclusivamente per donne, tra cui: il 4 Star Piccadilly di Londra, ostello 4 stelle, con posti letto a partire da 25 sterline (30 euro circa); e l’Anadin Hostel di Budapest, a partire da 11 euro per letto a notte. Cosa offrono: in linea generale, specchi per truccarsi, asciugamani più grandi, bagni più spaziosi, prodotti di bellezza, shampoo e asciugacapelli, ampi guardaroba. Alcuni di essi, poi, organizzano anche serate dedicate alle donne, per fare amicizia o guardare un dvd in compagnia.