Mezzi pubblici, arriva il biglietto digitale

Condividi su:

Il mobile ticketing permette di comprare titoli di viaggio di bus, tram e metro attraverso lo smartphone (quasi sempre) senza costi aggiuntivi. Come funziona e in quali città è già attivo.

Secondo il recentissimo rapporto Mobile & online ticketing 2015-2019 di Juniper Research, entro il 2019 in tutto il mondo un biglietto su due sarà digitale, visualizzato sul display di un dispositivo mobile. Non solo. Tra quattro anni gli acquisti elettronici di titoli di viaggio e pass per eventi e concerti raggiungeranno quota di 32 miliardi: 16,2 miliardi di biglietti digitali saranno “staccati” già entro la fine del 2015.

A Milano c’è Sms ticketing. In Italia sono già molte le città in cui la vendita dei titoli di viaggio avviene in mobilità. A Milano, l’Atm, l’azienda dei trasporti locale, ha da poco attivato “Sms ticketing”, servizio di acquisto dei biglietti tramite sms riservato a chiunque possieda una Sim italiana (non occorre avere uno smartphone). “Sms ticketing” è valido per i clienti Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia. Per usufruire del servizio basta inviare un sms con scritto ATM al numero 48444: gli utenti riceveranno un messaggio contenente un biglietto già valido, per la durata di 90 minuti. Il servizio costa 1,50 euro, cui si aggiunge il costo dell’sms, che varia a seconda del proprio operatore. L’importo è scalato dal credito telefonico. Con il biglietto ricevuto via sms è possibile accedere alle linee urbane di superficie senza nessuna operazione aggiuntiva. Per accedere in metropolitana e sulle linee Trenord, invece, è necessario stampare il biglietto magnetico ai distributori automatici presenti nelle stazioni, premendo il tasto “biglietto con SMS” e digitando il codice PNR contenuto all’interno dell’sms. Il messaggio ricevuto e il biglietto magnetico (se stampato) dovranno essere esibiti in caso di controllo. Con la stessa procedura si potrà acquistare anche il biglietto per Rho Fiera EXPO 2015 al costo di 2,50 euro: per comprarlo, basta inviare un sms con scritta “Expo”.

Puglia, c’è Bari digitale. “Bari digitale” è l’applicazione che permette al cittadino di comprare i biglietti elettronici per gli autobus Amtab, l’azienda di trasporto locale barese, e di pagare il parcheggio nelle strisce blu. Il biglietto digitale costa 1 euro e vale 75 minuti. Per utilizzare il servizio occorre scaricare l’applicazione, disponibile per iOS e per Andorid. I biglietti possono essere acquistati direttamente dal Digital Store con carta di credito, oppure si possono comprare attraverso una carta prepagata da ritirare all’Ufficio Abbonamenti Amtab o sul sito del comune di Bari. A bordo dell’autobus basterà obliterare il ticket digitale il numero sociale dell’autobus (numero a 4 cifre visibile in vari punti all’interno e all’esterno del mezzo): al termine dell’operazione l’utente riceverà una conferma.

A Firenze si viaggia con Ataf. A Firenze il biglietto elettronico può essere acquistato inviando un sms con testo “ATAF” al numero 4880105. Il ticket digitale dura 90 minuti, vale su tutti i servizi Ataf&Li-nea e costa  1,50 euro con addebito diretto sul credito telefonico (costo invio sms escluso). Il passeggero riceve dopo pochi istanti un messaggio che contiene gli estremi del biglietto elettronico, l’orario di emissione e il periodo di validità. La convalida del biglietto è contestuale all’acquisto. In caso di eventuale verifica a bordo è sufficiente mostrare al controllore il codice ricevuto via sms. Il biglietto non è valido se inoltrato a terzi: in caso di verifica è necessario presentare il telefono dal cui è stato acquistato il titolo di viaggio.

A Roma arriva BIPIU’ . A Roma è appena stato presentato BIPiù, servizio che permette di acquistare e di convalidare ticket e abbonamento mensile attraverso lo smartphone. Per acquistare il biglietto digitale basta scaricare l’app gratuita MyCicero e procedere. Dopo l’acquisto il ticket deve essere attivato, tramite l’app, prima di salire a bordo di bus, tram o filobus. Il biglietto elettronico sarà valido per cento minuti dall’attivazione. Per chi utilizza la metropolitana invece, dopo aver acquistato il titolo e aver attivato il bottone ‘Metro’ l’App genererà un Qrcode. Per accedere in metropolitana sarà sufficiente far leggere il Qrcode al lettore ottico del tornello. Il biglietto elettronico sarà valido per una sola corsa, anche su più linee senza oltrepassare i tornelli. Nessuna attivazione è necessaria invece per chi acquista con BIPiù l’abbonamento mensile personale che viene emesso direttamente con le date di decorrenza e scadenza. Ai controlli basta mostrare il proprio telefonino. BIPiù è un servizio gratuito: chi acquista con BIPiù paga solamente il costo del biglietto da 1,50 euro o dell’abbonamento mensile personale da 35 euro.

A Cuneo il BIP ha sostituito i ticket. Cuneo è l’unica città italiana ad aver del tutto abolito i titoli di viaggio cartacei. I vecchi ticket sono stati sostituiti dal BIP, “Biglietto integrato Piemonte”, sistema di bigliettazione elettronica che permette, grazie a una smart card, di accedere a qualsiasi mezzo pubblico. Il servizio funziona: il primo anno di totale abolizione del biglietto cartaceo nel trasporto pubblico della provincia di Cuneo a favore di quello digitale ha portato a un aumento del 20% dei ricavi, grazie alla validazione obbligatoria che ha smascherato gli evasori.

Moovit app, l’app di chi prende i mezzi pubblici. A chi si sposta con i mezzi pubblici potrà risultare molto utile Moovit, app che fornisce mappe e suggerimenti a chi si sposta con i mezzi pubblici in moltissime città italiane (l’elenco è in continuo aggiornamento) e straniere. Le informazioni messe a disposizione dall’app sono fornite in parte direttamente dalle aziende che si occupano del trasporto pubblico e in parte dagli utenti stessi.