Le app che migliorano la società

Condividi su:

Da quelle che stanano gli evasori a quelle che aiutano i disabili. Per combattere la pigrizia e superare le lungaggini burocratiche...

L’evoluzione della comunicazione. Gli smartphone hanno reso possibile la comunicazione a 360 gradi: audio, video, foto, internet. E c’è chi ha pensato che uno strumento così potente potesse avere anche un riscontro socialmente utile, oltre che ludico. Ecco perché sono state create le civic app, applicazioni – quasi sempre gratuite – pensate per migliorare la società. Eccone alcune:

Lotta all’evasione. Evasori.info è un sito nato qualche anno fa con l’intenzione di offrire uno strumento che metta in luce quella che in Italia è una vera e propria «piaga sociale». Dal successo del sito è nata anche la relativa app, scaricabile per Android, Apple e Window’s Phone.

Pensata per sensibilizzare. Su Evasori.info è possibile segnalare un episodio di evasione fiscale in cui ci si è imbattuti, dal mancato scontrino al bar al lavoro in nero di un conoscente. Le segnalazioni sono anonime, come anonimi rimangono anche gli evasori; insomma si dice il peccato ma non il peccatore. Lo scopo è quello di sensibilizzare i cittadini, ma il fondatore del sito – anch’egli anonimo – suggerisce di inoltrare alla Guardia di Finanza le denunce.

Guerra. «Sull’evasione l’Italia si trova in uno stato di guerra» (Mario Monti, Primo ministro italiano).

Mica spiccioli. Al 17 agosto Evasori.info conta ben 747.798 segnalazioni per un totale di 113.412.017,04 euro evasi.

Conti trasparenti. Open Bilanci è l’app che punta a rendere più trasparente il rapporto tra sindaci e cittadini. L’obbiettivo è quello di raccogliere e rendere immediatamente disponibili i bilanci delle oltre 8mila municipalità del territorio italiano, corredati di grafici e statistiche. Il primo ad aderire è stato Matteo Renzi, sindaco di Firenze: «La decisione di dove tagliare le spese, infatti, è sempre frutto di una scelta politica e con la piattaforma OpenBilanci i cittadini potranno fare un body scanner completo ai loro soldi». In attesa che in autunno diventino disponibili i dati di tutti i comuni, si possono fare i conti in tasca a Firenze con i dati che vanno dal 1999 al 2011.

In principio c’erano le buche. Fixmystreet è stata una delle prime civic app. Nata in Gran Bretagna, è nata per segnalare le buche stradali. Il suo nome vuol dire letteralmente «aggiusta la mia strada». Una volta partita la segnalazione sta alle amministrazioni coscienziose provvedere alla risoluzione del problema e far contenti i loro cittadini.

I numeri parlano chiaro. Nella home page di Fixmystreet è possibile leggere i dati relativi agli ultimi interventi: 1.439 segnalazioni nell’ultima settimana e 2.891 problemi risolti nell’ultimo mese.

Ecco come controllare il tassametro. Chi utilizza spesso i taxi troverà utilissima l’app Tariffa Taxi. Questa consente di pianificare in anticipo il proprio spostamento, conoscendo distanza e prezzi. Per difendersi dai tassisti furbacchioni è possibile consultare sullo schermo la mappa del percorso ideale, consentendo così immediatamente di capire se il pilota sta cercando di imbrogliare allungando il percorso. Tariffa Taxi è disponibile gratuitamente per i dispositivi Apple e funziona per le maggiori città italiane.

Per città migliori. Alla maggior parte dei cittadini sta a cuore la propria città. Per questo è nata Decoro Urbano, l’app creata per la cittadinanza attiva che vuole monitorare e segnalare il proprio abitato. Decoro urbano crea un filo diretto tra cittadini e amministrazioni pubbliche; è possibile segnalare rifiuti abbandonati, buche sul manto stradale, affissioni abusive, atti di vandalismo, problemi di segnaletica stradale e incuria nelle zone verdi. Ogni segnalazione viene automaticamente geolocalizzata tramite gps e mostrata sulla mappa. Decoro Urbano sta facendo fatica a venir presa sul serio dalle amministrazioni comunali che temono di dover andare in contro ad un super lavoro di riqualificazione, malgrado questo, il network di cittadini attivi conta quasi un milione di utenti.

Insieme per ricostruire. Protezione Civica è l’evoluzione di Decoro urbano dedicata alla ricostruzione post terremoto dell’Emilia Romagna. Gli utenti possono fotografare i danni e segnalarli, richiedere o offrire aiuto per la ricostruzione.

Intelligente «In attesa che la cultura civica del paese faccia un passo avanti, gli sviluppatori di Decoro urbano l’hanno modificato per metterlo a disposizione di una ricostruzione trasparente, partecipata e intelligente post terremoto» (Riccardo Luna, giornalista esperto di innovazione).

Cosa c’è intorno a me? Questa è la “domanda” che è possibile rivolgere all’app Near Me (disponibile, per ora, solo sull’Apple Store). L’applicazione segnala in modo rapido e preciso i luoghi di interesse posizionati intorno al luogo in cui ci si trova. L’aspetto più importante di Near Me sta nel poter leggere i commenti e le valutazioni degli altri utenti. I luoghi sono facilmente condivisibili tramite sms, email, Facebook o Twitter. Rispetto ad altri siti di “valutazioni sociali”, come Trip Advisor, racchiude un ampio numero di categorie quali ristoranti, negozi, hotel, posti da visitare, banche, benzinai, supermercati e così via. Inoltre sfrutta le potenzialità degli smartphone per contattare direttamente i servizi in questione o visualizzare tramite gps il percorso più breve per raggiungerlo.

Un aiuto per orientarsi. Ariadne Gps è una speciale app pensata per facilitare la vita di persone ipovedenti o non vedenti. Grazie alla rilevazione automatica della posizione (nomi delle strade, numeri civici) è possibile ricevere vocalmente informazioni sulla propria ubicazione e su cosa c’è intorno. Ariadne sfrutta il sistema VoiceOver, realizzato da Apple per semplificare l’uso dei suoi dispositivi ai non vedenti, ed è disponibile a 4,99 euro sull’Apple Store.

Tanta, fresca e gratuita. Il caldo mette sete, non c’è dubbio, e spesso comprare una bottiglietta d’acqua per strada può costare (relativamente) caro. “L’acqua è un bene di tutti” è ciò che hanno pensato gli ideatori di Acqua gratis, l’applicazione che segnala la fontanella pubblica più vicina a sé. L’idea è semplice, ma senza dubbio utile a coloro che passeggiano per le vie di una città che non conoscono. Acqua gratis scaricabile per 79 centesimi dall’Apple Store. Per Android c’è invece gratuitamente Fontanelle d’Italia.

Partire dal basso. La cattiva gestione della cosa pubblica è una storica piaga italiana. Problemi quali l’evasione fiscale, il decoro urbano, la protezione ambientale, ecc, non possono essere risolti senza una partecipazione attiva dei cittadini. Le civic app potrebbero essere lo strumento più semplice e divertente per combattere la pigrizia dei cittadini e superare le lungaggini burocratiche.