L’auto ha freddo? Proteggila così

Condividi su:

Sostituire gli pneumatici con quelli invernali se ci sono meno di sette gradi. E poi, controllare batteria, fari, freni e condizionatore: il freddo mette le vetture a dura prova. Ecco come superare il generale inverno...

L’inverno, poco indulgente con le auto. Gelo, neve, pioggia, nebbia: l’inverno non è indulgente con le automobili. Perdita di tenuta di strada, scarsa visibilità, congelamento dei liquidi: gli inconvenienti cui le basse temperature possono costringere una vettura sono moltissimi. Per prendersi cura della propria macchina, per prima cosa occorre controllarla. Ogni casa automobilistica fornisce un servizio di controllo invernale (quello Fiat costa 30 euro nel programma “Winter check up”) che ispeziona lo stato di olio, freni, batteria, tergicristalli, climatizzatore e luci.

Sotto i sette gradi meglio pneumatici invernali. Gli pneumatici sono uno degli elementi più importanti ai fini della sicurezza, poiché da essi dipende la tenuta su strada. In inverno il controllo della pressione deve essere più frequente perché con il freddo le gomme si sgonfiano più velocemente. Dove la temperatura scende sotto i sette gradi è bene sostituire le gomme estive con quelle invernali, che garantiscono prestazioni più elevate (la riduzione degli spazi di frenata, per esempio) non soltanto su neve, ma anche sull’asfalto bagnato, umido o gelato. Chi invece vede la neve solo nel fine settimana dovrà dotarsi di catene, montate all’occorrenza anche su pneumatici estivi (purché in buono stato e alla giusta pressione). Infine, ricordarsi che in presenza di ghiaccio e neve va adottato uno stile di guida preventivo, anticipando il più possibile le manovre ed evitando quelle brusche.

Controllare olio, cinghie di distribuzione e freni. Anche se il momento del tagliando è lontano, controllare il livello dell’olio del motore, quando fa freddo, è buona precauzione. Da valutare anche, per alcuni modelli, il ricambio con un lubrificante a bassa viscosità, più adatto alle basse temperature. Se l’auto non è nuovissima, bisogna tenere sotto controllo anche le cinghie di distribuzione, che non devono presentare segni di usura o di sfilacciamento, e i condotti dell’aria e dell’acqua. Altrettanto sotto controllo deve essere tenuto l’impianto frenante.

Il freddo scarica la batteria. Con il freddo la batteria tende a scaricarsi più rapidamente: è indispensabile controllarne efficienza, carica e tenere presente che la sua vita media è di sette anni al massimo. Per facilitare l’avviamento a freddo dei motori a benzina servono anche buone candele: in commercio se ne trovano di adatte alle condizioni invernali.

Occhio ai fari. Tra nebbia e maltempo, le condizioni di scarsa visibilità sono assai frequenti. In vista dell’inverno in officina si può richiedere il controllo, quasi sempre gratuito, dell’allineamento del fascio e la misura di quanta luce emettono i fari. Controllare che tutte le lampadine funzionino correttamente e sostituirle se sono bruciate. Se i fari sono ingialliti è quasi sempre possibile rigenerarli.

Tergicristalli in perfette condizioni. Ancora più che in estate, d’inverno i tergicristalli devono essere in perfette condizioni, non devono saltellare durante la corsa o lasciare striature. Se di notte si lascia l’auto fuori è consigliabile allontanarli dal parabrezza, sollevandoli, per evitare che si attacchino. Non usarli mai per rimuovere il ghiaccio dal vetro poiché la lama di gomma non è fatta per rimuoverlo. Per scioglierlo basta uno spray deghiacciante o un raschietto. Far controllare anche l’impianto di climatizzazione, per non correre il rischio di ritrovarsi con i vetri costantemente appannati.

Cosa mettere nel bagagliaio. In auto non dovrebbe mai mancare un kit di pronto soccorso con tutto l’occorrente utile anche in caso di una semplice scivolata sul marciapiedi ghiacciato. Per essere pronti ad affrontare qualunque situazione è utile avere con sé cavi per la batteria, guanti (da usare, per esempio, quando si montano le catene) e coperte termiche.

Le app per guidare d’inverno. L’app “Check&Go” (gratis su iOs) ricorda quando è tempo di cambiare le gomme con un avviso. Per sapere la percorribilità delle strade in caso di neve c’è “Val Anas Plus” (gratis su iOs e Android) che aggiorna su telecamere, lavori, ordinanze, incidenti ecc. La mia automobile (3,59 euro su iOs), infine, memorizza i dati (modello, targa, assicurazione, consumi, manutenzione), e li tiene costantemente sotto controllo, calcolandone anche i costi.