In viaggio con le app

Condividi su:

Da quelle per fare bene la valigia a quelle per scegliere l’hotel, partire per le vacanze non è mai stato così semplice ...

Tutto in una valigia. «Fenomenali poteri cosmici… in un minuscolo spazio vitale»: è il Genio della lampada di Aladdin, cartone targato Disney, a dire questa frase, ma potrebbe averla pronunciata qualunque persona che, in procinto di andare in vacanza, vorrebbe infilare tutto l’armadio in valigia. Problema ancora più grande se si decide di partire muniti di solo bagaglio a mano.

La soluzione a portata di app. La soluzione è semplice ed è a portata di… dito. Sia Android che Apple, infatti, facilitano la vita al turista con le loro app. Si parte da quelle che ti aiutano a fare la valigia a quelle per il cambio valuta, da quelle con le guide turistiche a quelle per scegliere l’hotel più conveniente, dalle mappe al meteo ecc.

L’organizzazione. Partiamo dall’organizzazione del viaggio. Il panorama di app a questo riguardo è vasto. Per quanto riguarda il volo, Skyscanner, disponibile sia per Apple che per Android, permette di comparare voli scegliendo tra oltre mille compagnie aeree di tutto il mondo, di trovare le destinazioni più economiche e le date più convenienti. Costo: gratuita. Meno compagnie aeree (400 circa), ma altrettanto efficiente, per Volagratis, anch’essa disponibile per entrambe le piattaforme (qui e qui i link). Le offerte delle compagnie low cost sono ricercate grazie a filtri quali il prezzo, la compagnia, il numero di scali e l’orario di partenza. Costo: gratuita.

E l’hotel? Una volta pensato al volo, si passa alla ricerca dell’hotel. E anche qui c’è ampia scelta. Per esempio Trivago, disponibile per Apple e Android, consente agli utenti di confrontare i prezzi di oltre 500.000 hotel in tutto il mondo. Nella schermata di partenza basta inserire città, data e tipo di stanza e il gioco è fatto. Effettuata la ricerca, l’app fornisce tutti i siti con le offerte migliori per garantire il massimo risparmio.

La borsa. Prenotato viaggio e hotel, passiamo al cruccio di molti turisti: preparare la valigia. Chi si muove con le compagnie low cost, ma non solo, sa bene che bisogna rispettare dei limiti di peso e misura abbastanza rigidi. Infilare dunque tutto il necessario nel poco spazio a disposizione con il bagaglio a mano è un’impresa di non poco conto. Ecco alcune app che pensano anche a questo, suddivise per diverse fasce di prezzo (ovviamente quelle più costose danno funzionalità in più): gratis su Apple e Android Packing List, per preparare le valigie in modo pratico e veloce creando delle liste, dai preparativi agli accessori alle medicine, da aggiornare man mano in modo da non dimenticare più nulla. Ottimi assistenti per preparare i bagagli per tutta la famiglia sono anche Packing (costo: 0,79 euro)  e Packing Pro (costo: 2,39 euro): dispongono di decine di liste già pronte e personalizzabili e, inoltre, è possibile anche calcolare il peso della roba che virtualmente si sta mettendo in valigia.

La guida turistica. Partendo dal fatto che le guide turistiche cartacee non perdono mai il loro fascino, è anche vero che risultano molto pesanti. Quindi, in viaggio è più comodo affidarsi a un’app per conoscere i luoghi che si stanno visitando. Molte di esse, inoltre, grazie al Gps visualizzano la posizione sulla mappa, rendendo le visite guidate e gli spostamenti più semplici. In più è possibile visualizzare le guide anche offline. Qualche esempio: Tripwolf (gratuita, qui e qui i link); o Turisti per caso (gratis la versione Lite su Android), 1,59 euro su Apple), che permette di leggere sul proprio smartphone tutti i contenuti del sito Turistipercaso.it, con i diari di viaggio scritti dai viaggiatori stessi e Patrizio Roversi e Syusy Blady (il sito è ispirato ai loro viaggi) in versione fumetto.

Attenti al cielo. Prima di partire è anche bene informarsi sulle condizioni meteo. I moderni smartphone sono costantemente collegati con le stazioni meteo, ma esistono anche delle app che oltre a consigliarci se dobbiamo portare o no l’ombrello, ci dicono anche qual è la velocità del vento o il livello di umidità ecc., quindi sono consigliate per chi va al mare o ama gli sport d’acqua come vela o surf. Weather Doodle, per esempio, ha anche una grafica animata simpatica e intuitiva. Costo: 0,79 euro. Anche Weather Pro è un’ottima app: oltre a direzione e velocità del vento, pressione dell’aria, totale di precipitazioni, umidità relativa, orari di alba e tramonto, dà anche la temperatura “percepita”. Costo: 3,99 euro.

Che cosa sto guardando? Siete davanti a un palazzo e non avete idea di cosa sia? Basta scattare una foto e Ricerca Google vi dirà cosa state guardando. Costo: gratis sia per Apple che per Android. Anche ArtFinder funziona con lo stesso sistema: disponibile per Apple è realizzata in collaborazione con le principali gallerie d’arte del mondo: se c’è una mostra nei dintorni, l’app vi dice dove trovarla e quanto costa; inoltre, fotografando l’opera d’arte è possibile ricavarne informazioni. Costo: gratis.

Questione di misure. Andando all’estero spesso ci si trova a doversi districare tra unità di misure diverse, oltre che di lingue. Le applicazioni permettono di convertire misure, distanze, tempi, temperature, valute ecc. Se ne trovano di gratis e complete sia su Apple che su Android. Anche per le lingue la scelta è piuttosto vasta, quindi un’app che traduca è sempre utile. Ecco qualche esempio: traduttore professionale su Apple e Google traduttore su Android. Entrambe sono gratuite.

In macchina. Se si decide di partire per le vacanze in macchina o in moto, conoscere le condizioni del traffico o delle autostrade (deviazioni, lavori in corso e simili), è fondamentale. Ovviamente, c’è un’app anche per ovviare a questi problemi: con Google Maps, o la app di Autostrade e Anas, è possibile avere a portata di dito le indicazioni sul livello del traffico e gli intoppi che capita di trovare quando si viaggia su strada. E la benzina? Niente paura anche in questo caso, le app ci dicono quali sono le stazioni di servizio in cui il prezzo del carburante è più basso (leggi qui il nostro pezzo sulle app per le auto che ci fanno risparmiare).

Il consiglio. Quando si va in vacanza all’estero, il consiglio è quello di fare sempre attenzione al costo del traffico dati per smartphone, tablet e altro, ricordandosi che oltre i confini nazionali l’eventuale abbonamento non è valido (leggi qui il nostro pezzo sul roaming). Quindi, nel caso di app che funzionano con il collegamento a internet è sempre meglio affidarsi alle wifi pubbliche, che sono libere e facilmente accessibili.