Alle vacanze non rinuncio: tante idee con poco budget

Condividi su:

Si chiama Groupage ed è l’ultima tendenza per chi vuole partire per qualche giorno senza sborsare una fortuna. E poi c’è il sito che – decisi budget e destinazione – organizza ogni cosa al posto tuo: tutte le novità per partire senza spendere troppo

In vacanza sì, ma risparmiando. Nel 2014, secondo un recente sondaggio di TripAdvisor, gli italiani non rinunceranno a un periodo di vacanza, continuando – come era avvenuto negli anni precedenti – a fare attenzione per non sforare il budget fissato. I suggerimenti per andare in vacanza senza spendere più del necessario sono numerosi: prenotare un volo in anticipo o a ridosso della partenza, scegliere la formula dello scambio case, organizzare da sé, rinunciando – per esempio – all’intermediazione delle agenzie di viaggio. Oltre a questi consigli già noti, la rete offre delle nuove opportunità come il Groupage, i Gruppi d’acquisto vacanze e le nuove piattaforme per ritagliarsi una vacanza su misura.

Groupage, per risparmiare in gruppo. “Groupage” è una parola francese che significa “raggruppamento”, si usa soprattutto nel campo dei trasporti ma, in senso lato, può identificare una vacanza di gruppo. Per “vacanza groupage”, quindi, s’intende un soggiorno con un numero stabilito di posti che – raggiunto il numero di partecipanti richiesti – permette di prenotare a un prezzo conveniente. Un hotel, per esempio, decide di mettere a un prezzo molto conveniente dieci camere doppie per una settimana. Se tutte le stanze sono prenotate per il periodo stabilito, la struttura applica la tariffa proposta. Alle vacanze con formula groupage possono aderire singoli, famiglie o gruppi precostituiti. Per approfittare di queste offerte, però, bisogna spulciare la rete: non esistono ancora aggregatori d’offerte di questo tipo, che si trovano soprattutto in sezioni interne dei siti internet di strutture ricettive o di agenzie di viaggio online.

Gruppi di acquisto, la vacanza più bella al prezzo più basso. Filosofia simile è alla base dei Gav, i Gruppi di acquisto vacanze (il nome rimanda ai Gas, i Gruppi d’acquisto solidale) che puntano a riunire più domande per ottenere la vacanza dei sogni, al minor prezzo possibile. Il risparmio può raggiungere il 40% del costo dell’intera vacanza: così assicura Gruppo Acquisto Vacanze, community con lo scopo di viaggiare spendendo il meno possibile. Per aderire all’iniziativa basta creare un account sul sito, scorrere le offerte presenti e scegliere la preferita: a questo punto si verrà inseriti in una “wait list”, dove si rimarrà fino alla conferma definitiva.

Cercovacanza.it: decidi il budget e trovi la vacanza.  Cercovacanza.it è un sito che permette di trovare il migliore itinerario di viaggio al prezzo stabilito. Basta inserire il proprio budget, scegliere periodo, destinazione e tipologia di soggiorno. Il sistema controlla la coerenza della somma con le scelte effettuate e – fatta la verifica – recapita la richiesta a migliaia di operatori turistici che si rendono disponibili a soddisfarla. Le offerte – che non devono sforare il budget stabilito- possono essere valutate senza alcun impegno.

Scambiare casa è ancora più facile. Pagina web consultata da migliaia di persone, scambiocasa.com ha appena presentato il nuovo portale, ora  più semplice da consultare. Spiega Ed Kushins, che del sito è fondatore e Ceo. “Solo qualche anno fa chi scambiava la propria casa era considerato un originale. Oggi tutti conoscono qualcuno che lo fa e l’idea alla base dello scambio casa è di tendenza”. La comunità è esortata a eseguire ricerche in base alle proprie affinità: i golfisti possono trovare corsi di golf in tutto il mondo, i surfisti individuare le spiagge migliori e gli amanti del cibo le migliori cucine gourmet. Tutti giovano dei suggerimenti forniti dai membri, risparmiando mediamente tra il 50% e il 70% sulle spese per il proprio viaggio. La nuova funzione di ricerca include la posizione, lo stile di vacanza e richieste particolari, ad esempio casa per non fumatori, palestra, piscina, o accessibilità per disabili.

I consigli degli esperti. Per contenere le spese restano sempre valide le dritte delle associazioni dei consumatori, che si sfidano a colpi di decaloghi. Ecco i consigli migliori, tratti da Adoc,  l’Associazione per la difesa e l’orientamento dei consumatori, e Adiconsum, l’Associazione che tutela consumatori e ambiente:

  • Budget: fissare un tetto di spesa e valutare i costi di ogni singola voce della vacanza.
  • Prenotazione volo: meglio prenotare con largo anticipo, si può risparmiare dal 25 al 35%.
  • Vacanza fai da te: diventare il tour operator di se stessi fa risparmiare fino al 20%.
  • Viaggiare in gruppo: con offerte per vacanze in comitiva si può risparmiare il 25-30%.
  • Realizzare uno scambio di casa che permette di ammortizzare le spese di soggiorno.
  • Usare i coupon del social shopping, siti che permettono di acquistare in gruppo (Groupon, per esempio), magari facendosi consigliare da chi l’ha provato.
  • Last minute: Se non si è riusciti a prenotare in anticipo e a organizzare da soli la vacanza, meglio attendere le offerte dell’ultimo minuto per voli e alberghi. Così si risparmia fino al 30%.
  • Benzina: alle “Pompe Bianche”, distributori no logo che risparmiando sui costi di comunicazione abbassano il prezzo del carburante (qui la lista più aggiornata per trovarle), si risparmiano in media 5/7 centesimi di euro al litro.
  • Spesa: quando è possibile, facendo scorta prima di partire, si arriva a risparmiare fino al 40% rispetto a quando compra nei supermercati e negozi dei luoghi turistici.
  • Sicurezza: prima di partire, chiudere bene la casa e non lasciare apparecchi elettrici in “stand-by”.