Idee per un weekend ecosostenibile

Condividi su:

Dai masi alle fattorie didattiche, passando per una casa sull’albero, i consigli per chi ama la natura e vuole staccare dalla città nel rispetto dell’ambiente.

La primavera è nell’aria, torna quella voglia di uscire, di rimettersi in movimento e di partire. La formula di un turismo che oltre a contenere relax e divertimento, coniughi anche contatto con la natura e scelte consapevoli, per la propria salute e per quella dell’ambiente, ha sempre più successo: in Italia il turismo sostenibile arriva ad un valore annuale di 2 miliardi e 175 milioni di euro. Non è solo benessere e cura del corpo, ma anche ricerca consapevole di uno stile di vita di alta qualità. Il 43% degli italiani cerca paesaggi suggestivi e bellezze naturali che offrano la possibilità di stare in forma e dare benessere anche psicologico. Nell’intento di interpretare al meglio questi desideri, ecco diverse idee di viaggio green per chi ha un’anima eco, per chi ama la natura e per chi vuole provare l’esperienza di una vacanza un po’ diversa dal solito, magari in bicicletta, di corsa oppure su un albero.

Una vacanza in fattoria. Siete stanchi del solito agriturismo? Per chi ama la natura e il bio, la soluzione si chiama maso. Si tratta di tipiche fattorie altoatesine, dove il numero massimo di stanze arriva a sole quattro unità, scelta che garantisce una grande riservatezza e tranquillità. Ai masi i prodotti offerti sono tutti di produzione propria o provenienti direttamente da orti, allevamenti e frutteti dei contadini in zona. Si possono scegliere le strutture più in linea alle proprie necessità: ci sono masi per famiglie, per ciclisti, masi per appassionati di cavalli o per persone diversamente abili. Nel sito Gallo Rosso si riuniscono i 1600 agriturismi nella regione Trentino – Alto Adige in provincia di Bolzano, dove tutto parla di natura e semplicità. I prezzi variano da struttura a struttura, a partire da 50-60 euro per notte a persona. Per una vacanza ancora più interattiva si può scegliere una Fattoria Didattica: si tratta di un’azienda agricola in cui viene spiegato, a visitatori piccoli e grandi, come il lavoro in campagna venga svolto in perfetta armonia con l’ambiente circostante e con quello che offre. In particolare sono approfonditi le tecniche di trattamento dei prodotti biologici e l’importanza per il consumatore di optare per questo genere di alimenti, facendo del bene a se stessi e all’ambiente. Sono vacanze particolarmente adatte ai bambini e si trovano offerte a partire da 120 euro a persona per 3 notti.

Un albergo sull’albero e numerose attività. Chi non ha mai sognato di vivere in una casa sull’albero? Luoghi in cui dove, immersi nella natura e lontani dalla realtà, si può soggiornare in una casa sospesa tra le foglie. L’Agriturismo l’Aperegina, in provincia di Pescara, offre un piccolo alloggio in legno sospeso tra i rami di un vecchio mandorlo (50 euro a persona in pensione completa, sconto del 30% per i bambini con meno di 12 anni). Ci sono anche numerose attività proposte dall’azienda agricola, tra giri in canoa, cavallo o gite in bicicletta tra i suggestivi Parchi Abruzzesi. Anche La Piantala, situato ad Arlena di Castro (Viterbo), è  un B&B immerso nel verde della maremma laziale per soggiorni di charme, con 2 meravigliose case sull’albero a 8 metri da terra (a partire da 75 euro a notte).

Week-end in bicicletta. Questo è un viaggio per chi ama segnare la strada e conquistarla, chilometro dopo chilometro. Il vostro mezzo di trasporto ideale è la bicicletta! E la destinazione? Le Marche, tra le dolci e colorate colline dell’Appennino. L’Umbria per pedalare alla scoperta di Assisi, Foligno, fino a Spoleto, in un itinerario lungo un centinaio di chilometri nel cuore verde dell’Italia centrale. Nel sito viagginbici.com si trovano le soluzioni per famiglie e bambini e si può scegliere tra viaggi “in bici e barca”, “in bici e natura”, “in bici e città”, con una sezione interamente dedicata agli alberghi sostenibili lungo i percorsi. Se invece avete deciso che la vostra vacanza deve essere in bici ma oltre confine, non ci sono limiti: i paesi europei sono attraversati da percorsi studiati comodi e sicuri, dal Cammino di Santiago alla via Via Francigena, dall’Algarve alla Loira.

Fine settimana di relax in corsa. Ogni stagione è buona per scappare nel Chianti Classico (la primavera ancora di più). Se poi in questa pausa tra cultura e buon cibo si abbina anche il piacere del movimento fisico e del benessere… il weekend da sogno è assicurato! Tre giorni di corsa sono l’ideale per entrare nel vivo delle colline senesi e gli itinerari si possono scegliere anche in base alle proprie abilità. Partendo da Castelnuovo Berardenga, si arriva al borgo medioevale di San Gusmè, arroccato su un colle a dominare la vallata che arriva fino a Siena. E ancora di corsa in quel paesaggio da cartolina che arriva fino alla Val d’Orcia per andare alla scoperta delle antiche tenute agricole dove viene etichettato il rinomato vino DOCG. Avrete modo di conoscere una porzione di Toscana e Chianti unica tra filari di vigne, cipressi ed uliveti. Non solo natura, anche architettura: procedendo in direzione di Monteaperti si arriva alla Pieve di Santa Maria a Pàcina. Struttura antichissima con elementi preromanici. Per chi preferisce correre in compagnia meglio partecipare all’Ecomaratona del Chianti che si svolge ogni anno. Mentre per gli sportivi che amano il Chianti, ma preferiscono pedalare c’è l’Eroica da non perdere. Per la notte si può dormire negli agriturismi, si trovano soluzioni da 30 euro per persona a notte, approfittando della loro ospitalità genuina, con laboratori didattici oppure assaggiando la degustazione di vini d’eccellenza come il Chianti.