Guidare con l’app

Condividi su:

La tecnologia diventa sempre più smart e social? Ecco una serie di “servizi 2.0” dedicati all'automobile, dal social network per trovare l'officina giusta alle app da installare sul telefonino...

Facciamo rete.

Passaparola. Nasce così Quattroruote Advisor, nuovo servizio curato dall’omonima rivista dedicata ai motori. Sulla falsariga di quanto già fatto da Trip Advisor nel settore del turismo (è una rete in cui i viaggiatori si scambiano dritte sugli alberghi dove soggiornare) il social network di Quattroruote ospita le opinioni degli iscritti riguardo a officine e altri servizi. Obiettivo: creare una “mappa” delle offerte in cui ogni esercizio commerciale è accompagnato dal gradimento espresso dagli automobilisti che ne hanno fatto uso. Uno strumento di supporto per i consumatori ma anche uno stimolo per i professionisti del settore a essere sempre trasparenti con i clienti.

Promossi e bocciati. Per ogni officina o servizio sono messi in evidenza l’indirizzo, le valutazioni e i commenti. Oltre a una recensione scritta si possono assegnare voti a prezzo, servizio e struttura. Per il futuro sarà prevista anche la possibilità per le aziende di rispondere ai commenti lasciati dagli automobilisti. Il servizio di semplice consultazione è libero, mentre chi desidera lasciare traccia di un’esperienza vissuta deve effettuare la registrazione, un’operazione che dura pochi minuti e che fornisce tra l’altro accesso  al Club Quattroruote, il servizio che permette di monitorare le scadenze della propria auto e confrontarsi con altri utenti.

Aspettando l’app. Quattroruote Advisor è solo agli inizi e, come per ogni social network, la sua naturale evoluzione sarà quella di fornire un’app dedicata da installare su tablet e smartphone, in modo da coinvolgere in tempo reale un numero sempre crescente di utilizzatori. Le applicazioni sono già allo studio, non resta che attendere.

Guidati dal telefono. Anche nel mondo delle app il settore dell’automobile sembra essere in grande fermento: i produttori si sono dimostrati molto sensibili a questo aspetto della tecnologia e l’integrazione delle funzioni delle autovetture con l’interfaccia immediata e facile degli smartphone è destinata a diventare sempre più spinta. Già adesso, però, le applicazioni destinate agli automobilisti abbondano: quelle gratuite sono naturalmente le più scaricate, ma sono apprezzate anche quelle a pagamento, il cui prezzo di solito è di pochi euro. Eccone alcune disponibili per iPhone e Android.

Mai più nel traffico. Tra le app più scaricate un posto di rilievo spetta a Waze (gratuito e disponibile per iOs e Android), una sorta di ibrido che unisce alle caratteristiche dei software per smartphone a quelle di un social network. Waze è basato su meccanismi interattivi e sociali e utilizza in tempo reale gli avvisi inviati dagli automobilisti e che suggeriscono di evitare i percorsi troppo trafficati. Durante gli spostamenti si può interagire con gli altri guidatori inviando, in qualsiasi momento, informazioni relative ai tratti stradali e sulla densità del traffico. L’app funziona anche da navigatore e, una volta impostata la destinazione, fornisce informazioni sul traffico relative al percorso scelto. Oltre a ciò indica diversi punti di interesse, come stazioni di polizia e benzinai.

Viaggiare informati. Sempre per evitare gli ingorghi, è possibile utilizzare anche Infoblu Traffic (l’app è disponibile gratuitamente per iOS, Android e Windows Phonegratuito), un software che fornisce in tempo reale la situazione del traffico, con segnalazione di rallentamenti dovuti a cantieri, condizioni meteo o incidenti, su tutte le autostrade e le principali strade italiane. Indica anche la presenza di autovelox fissi e Tutor. Per ogni tratto stradale è visibile una colorazione che indica la velocità media di scorrimento rilevata in tempo reale.

L’agenda perfetta. Kit Automobilista (0,89 euro) è un’applicazione, al momento disponibile solo per iPhone, che contiene tutte le informazioni relative a patente e bollo, con la possibilità di gestire più profili per i diversi componenti del nucleo famigliare. Per ogni persona si può consultare il saldo punti della patente con la lista delle eventuali variazioni, la scadenza con possibilità di spedire il documento del rinnovo via mail, visualizzare le informazioni sul bollo auto per calcolare tasse, interessi e visualizzare le scadenze. Tutto solo inserendo la targa del veicolo. È inoltre possibile annotare le scadenze della revisione, in modo da essere informati in tempo e non rischiare sanzioni.

Il pieno, grazie. In periodi come quello che stiamo vivendo, l’impatto del classico “pieno” sul bilancio mensile si fa sentire, eccome. Ecco perché sulle varie piattaforme per smartphone imperversano decine di applicazioni che aiutano a tenere sotto controllo i consumi. Prezzi Benzina (disponibile gratuitamente per iOS e Android) fa di più: è in grado di dire in quale distributore si può fare rifornimento al prezzo più basso. L’applicazione elenca i distributori della zona in relazione ai prezzi effettivamente praticati alla pompa, mostrandoli direttamente sul percorso da effettuare.

Sorridi… sei sull’autovelox. Inutile nascondere che tra le applicazioni più gettonate ci sono quelle che segnalano la presenza di autovelox. Tra queste Autovelox Italia (1,79 euro), un’app per iPhone che segnala i rilevatori sulla strada che si sta percorrendo, distinguendo tra quelli nel proprio senso di marcia e quelli in senso opposto. Il raggio del radar che visualizza i punti di interesse è di un chilometro. Fornisce assistenza alla guida segnalando con avvisi vocali e visivi le postazioni di controllo di velocità, semafori con telecamera, punti pericolosi, telecamere, tutor e zone limitate al traffico sul territorio italiano. Il programma si adatta allo stile di guida, effettuando le segnalazioni in base alla direzione e alla velocità di percorrenza. Un’applicazione al servizio degli automobilisti e della sicurezza, utile per rispettare ed avere sempre sotto controllo i limiti di velocità.

Parcheggio a richiesta. Chi vive in una grande città sa quanto sia difficile trovare un parcheggio quando si decide di andare al ristorante o al cinema. Anche per questo c’è un’applicazione specifica. Si tratta di Parkopedia, un software che “mappa” oltre 15 milioni di parcheggi per un totale di oltre 6 mila città, disponibile per iOS, Android, BlackBerry e Windows Phone.

Dove l’ho messa? Sempre a proposito di parcheggio alzi la mano chi non ha mai smarrito l’auto parcheggiata. Per fortuna c’è chi ha pensato agli smemorati e ha realizzato Trova l’auto con AR: un’applicazione gratuita per iPhone che permette di tornare alla propria auto parcheggiata con estrema facilità. Una volta memorizzata la posizione dell’auto, ovunque ci si trovi è possibile vedere la direzione verso cui si trova il parcheggio, sapere quanto è distante e farsi guidare a destinazione. Tutte le indicazioni vengono fornite con la modalità della realtà aumentata.