Gli addobbi li faccio da me

Condividi su:

Con il fai da te il Natale è sempre più bello. Bastano un po' di fantasia e il magico tocco dei bambini per realizzare decorazioni originalissime...

La spesa per decorare casa. Natale è alle porte e per addobbare casa, tra albero, palline, luci e ghirlande, si può arrivare a spendere parecchio (220 euro, secondo Adusbef e Federconsumatori). Per un albero sintetico di media qualità, si pagano in media 36 euro (180 cm), per un set di 12 palline decorate 17 euro, per un puntale 6,50 euro, per una ghirlanda 4, 20 euro, per una coccarda 1 euro, per una candela centrotavola 13,50 euro (fonte: dati 2011 di Adusbef e Federconsumatori).

Viva il fai da te. Per dare un’aria di festa alla propria casa non è necessario spendere molti soldi. Durante una passeggiata al parco, si possono raccogliere delle pigne da appendere o da mettere in un vaso trasparente, con delle bacche e della neve artificiale. Per un po’ di colore, si possono legare dei nastrini rossi, oro o argento alle maniglie delle finestre, intorno alle cornici o ad altri oggetti. Per l’atmosfera giusta, qualche candela qua e là. Non dimenticate poi che, online, si possono trovare babbi natale, renne, pupazzi di neve, angeli, casette, alberi di natale da stampare, colorare e ritagliare. Se avete un po’ di tempo e pazienza, potete anche rinnovare le decorazioni degli anni scorsi o crearne delle nuove, all’insegna del risparmio e del divertimento dei più piccoli. Ecco qualche idea.

Le palle. Di facile e immediata realizzazione sono le palle trasparenti da riempire a seconda della vostra fantasia. Occorrente: sfere di plastica apribili (in vendita nei negozi di bricolage); forbici e avanzi di lana, nastri, tessuti, passamanerie, foglie, carta o piume. Aprite la sfera, mettete all’interno i materiali scelti. Richiudete le sfere (se a incastro, oppure incollatele), fate passare il nastro nell’occhiello e appendete (da addobbi natalizi.net). Per delle palline di corda si possono usare come base dei palloncini (Vedi foto n.1). Vi servono, oltre ai palloncini, della corda (bianca, rossa o del colore che preferite), della colla vinilica, una bacinella e della vaselina. Gonfiate i palloncini (fatene di diverse dimensioni). Fate un nodo e attaccate un filo per appenderli. Ricoprite ogni pallone con un po’ di vaselina in modo che poi il filo non si attacchi quando, alla fine, andremo a scoppiare il palloncino. Mescolate in una bacinella la colla con dell’acqua e immergete il filo. Avvolgetelo intorno al palloncino e appendetelo ad asciugare su uno stendino o su un bastone (anche per un giorno). Poi, scoppiate i palloncini. (da craftedlove.com). Lo stesso metodo può essere usato con la carta velina, da pacco o da regalo, riso, gesso, fiocchi, nastri, cotonina…

Recuperare le palline degli anni passati. Se avete delle palline tinta unita degli scorsi anni e volete rinnovarle, potete chiedere aiuto ai vostri bambini, così oltre a partecipare, si divertiranno. Vi serviranno solo della vernice bianca ad acqua, quindi atossica, e un pennarello nero. Mettete la vernice in un piatto di carta e fate intingere la mano a vostro figlio. Poggiate con cautela sul suo palmo la pallina, tenendola per la parte superiore con il filo. Poi fategli chiudere lentamente le dita. Aspettate un paio di secondi e fategli riaprire la mano. Sollevate piano. In questo modo avrete stampato l’impronta della manina sulla palla. Non vi resta che appoggiarla su una tazza o appendetela a seccare. Una volta asciutta, con il pennarello disegnate braccia, occhi e cappello, su ognuna delle cinque dita, così da ottenere cinque pupazzi di neve (Vedi foto n.2). La palla si può personalizzare con il nome del bimbo che l’ha fatta e la data (da fullofgreatideas.blogspot.it)

Alternative da appendere. Se si vuole dare un tocco di originalità al proprio albero fate delle piccole renne con i tappi di sughero. Occorrente: 5 tappi di sughero (meglio se uno è da spumante); colla; 2 occhietti sferici (si comprano in merceria); una pallina rossa e dei piccoli rametti. Prendete due tappi e incollateli a 90 gradi (uno verticale e uno orizzontale) in modo da formare il collo e il corpo. Per creare le zampe, incollate in verticale, sotto il primo tappo, un altro tappo e un altro sotto il secondo. Incollate poi, il tappo da spumante in orizzontale sul “collo” e applicateci sopra gli occhi, il naso (la pallina) e le corna (rametti) e la renna è fatta (Vedi foto n.3)! (da sittingatourkitchentable.blogspot.it). La carta permette come al solito tante alternative. Si possono creare degli addobbi di natale originali. Con dei cartoncini si possono realizzare degli ornamenti da mettere sull’albero (vedi foto n.4). Prendete dei cartoncini di colori diversi (es. rosso, oro, argento, blu, bianco…) e tagliate delle strisce tutte della stessa larghezza (2,5 cm) ma di lunghezze diverse: 15, 18, 23 e 28 cm. Mettete al centro la striscia più corta, poi, ai lati, sovrapponete in scala le altre. Allineate la parte superiore di tutte le strisce e pinzatele insieme. Allineate i bordi anche sul lato opposto e pinzate di nuovo. Attaccate un filo e la vostra decorazione è pronta (da designsponge.com).

L’albero tridimensionale. Occorrente: 4 fogli di cartoncino (colore a scelta), un bastoncino, forbici, colla, matita, polistirolo, un vasetto piccolo, sabbia e altri materiali decorativi (paillettes, bottoni, pompon, stelline, strass…). Piegate il cartoncino a metà e disegnate metà albero lungo il bordo piegato. Ritagliate, poi aprite i fogli. Decorate la parte interna di ogni albero con delle stelline, dei pois, cuoricini, paillettes o fiocchetti, facendo attenzione a non incollare nulla lungo la piega. Fate asciugare. Ripiegate e rimarcate bene la linea di mezzo. Incollate a coppie le metà non decorate degli alberi e, su una di queste incollate anche il bastoncino. Incollate poi tra di loro. Fate asciugare. Riempite il vaso (potete utilizzare anche dei tappi, una tazza o il barattolo dello yogurt) con un pezzettino di polistirolo e impiantate il bastoncino. Coprite il polistirolo con un sottile strato di sabbia, coriandoli o glitter. Finite decorando con un nastrino intorno al bordo (Vedi foto n.5). (da firstpalette.com)

Da appoggio. La pasta, con i suoi tanti formati, permette di realizzare diversi tipi di decorazione come ghirlande e fiocchi di neve, ma anche piccoli angioletti (Vedi foto n.6). In quest’ultimo caso, procuratevi una pallina di legno (per la testa), un tortiglione (per il corpo), una farfalla (per le ali), della pastina (per i capelli) e delle conchiglie (per le braccia). Assemblate l’angelo utilizzando la colla a caldo, unite il tortiglione alle ali, poi metteteci la testa e le braccia, in ultimo applicate la pastina in modo che formi la capigliatura. Poi colorate con la vernice spray o con i colori ad acqua. Potete decorare il corpo dell’angioletto con le stelline di pastina e ripassarne i contorni con un pennarello dorato. Ultimate disegnando occhi e bocca. (da donnaclick). Simpatico anche il “Coro di Natale” di carta (Foto n.7). Occorrente: colori ad acqua, pennelli, rotolo carta igienica, carta colorata (per il viso ed i guanti), pennarello nero (per disegnare occhi e bocca), matita rosa (per colorare le guance), colla, spartiti, 3 calze da bambino (per i cappelli), nastrino (spago per chiudere il cappello). Dipingete i rotoli della carta igienica e fateli asciugare. Ritagliate un ovale dalla carta colorata per realizzare il viso e con il pennarello nero disegnate gli occhi e la bocca, con la matita rosa le guance. Ritagliate i guanti e due rettangoli piccolini dallo spartito e piegateli a metà. Incollate sul rotolo la faccia, i guanti e lo spartito. Tagliate i calzini (la parte dei piedi), una parte incalzatela sul rotolo, l’altra chiudetela con un nastrino (da addobbi natalizi.net)

La ghirlanda di mollette. Originale e raffinata è la ghirlanda fatta con le mollette da bucato. Vi serve un appendiabiti di metallo, del nastro, una confezione di 50 mollette circa (meglio se di legno), della vernice verde spray, delle perle rosse forate (come quelle per fare i braccialetti ma di dimensioni maggiori), una pinza, la colla a caldo e uno scatolone vuoto. Pinzate le mollette sul bordo dello scatolone. Spruzzatele con la vernice verde, assicurandovi che non rimangano spazi bianchi all’interno. Lasciate asciugare. Tagliate il gancio dell’appendiabiti con forbici da giardino o tronchesine e lavorate con le mani  il filo di metallo fino formare un cerchio. Prendete una perla, infilatela, poi infilate una molletta, poi di nuovo una perla e così via. Continuate fino a quando il cerchio è quasi pieno, quasi perché le estremità del filo di metallo (ex appendiabiti), si devono sovrapporre di tre/quattro centimetri. Incollate con la pistola a caldo le due estremità. Tagliate un pezzo di nastro e legatelo intorno al filo, lasciando un asola per appenderla. Fate un fiocco e tagliate le estremità (vedi foto n.8). (da gwennypenny.com)

Il presepe da stampare. È uno dei passatempi preferiti dai bimbi nel periodo di Natale. Occorrente: 13 tubi di carta igienica, forbici, colla stick, nastro, pastelli. Scaricate il presepe online. Stampatelo e coloratelo con i pastelli, poi ritagliatelo. Incollate i pezzi sui tubi con la colla stick. Un altro modello di veloce realizzazione lo si trova anche su marloesdevee.blogspot.it: si scarica il pdf con le figure colorate, si stampa su cartoncino, si taglia e si incolla. Tutto in pochi minuti.