Da Evernote a Google Keep, le migliori app per prendere appunti

Condividi su:

Le app complete e gratuite per utilizzare smartphone e tablet per promemoria, la lista della spesa o taccuino digitale

La quotidianità è così ricca di informazioni ed eventi che ci costringe a ricordare e annotare ogni cosa. L’abitudine di prendere appunti è il metodo preferito da quelli che non vogliono dimenticare nulla. La tecnologia aiuta anche in questo caso, permettendoci di accantonare carta e penna a favore delle app per prendere appunti su smartphone e tablet. La rivoluzione digitale degli appunti parte proprio dalle app e dalla possibilità di consultare i contenuti su tutti i dispositivi, grazie a cloud e sincronizzazione.

  • Evernote

    Partiamo con l’app per prendere appunti più diffusa, disponibile per tutti gli smartphone. Evernote è un’applicazione completa, che permette di annotare qualsiasi cosa e di allegare immagini, documenti e tanto altro. La versione gratuita, pur essendo fruibile al 100% è limitata e permette di sincronizzare gli appunti su massimo due dispositivi, per poterli consultare in qualsiasi momento. Per chi volesse utilizzare tutte le funzionalità di questa app per appunti, potrà scegliere una delle tre sottoscrizioni annuali di abbonamento, disponibili a partire da 29,99€ annui. A proposito di Evernote: da segnalare la collaborazione con i taccuini Moleskine. Questi taccuini cartacei sono ottimizzati per la Evernote Page Camera, in modo da consentire il salvataggio dei contenuti sullo smartphone o sul tablet, alla perfezione.

  • Google Keep

    Da qualche anno anche Google si è inserita nel segmento delle app per prendere appunti sullo smartphone. La risposta a Evernote è proprio Google Keep, applicazione creata nel 2013 e maturata molto nel corso degli anni. Si tratta di un app note multipiattaforma, che permette di creare note con testi, immagini e documenti, sincronizzando il tutto sul proprio account Google. Interessante anche il promemoria basato sul luogo, per fare in modo che una nota venga visualizzata sullo smartphone quando si raggiunge una determinata posizione.  È un app completamente gratuita che permette di annotare le cose e consultarle su tutti i dispositivi, computer compresi.

  • Microsoft One Note

    Molti utilizzatori della suite Office avranno già sentito parlare di Microsoft One Note. Ebbene, la software house americana ha deciso di trasformare il famoso software dedicato alle note, in una vera e propria applicazione, disponibile per tutti i dispositivi. Si tratta di un progetto gratuito, che si appoggia all’account Microsoft per memorizzare le note. Una volta scaricata l’app è sufficiente registrarsi gratuitamente, oppure utilizzare l’account Microsoft già esistente. One Note permette di scrivere appunti tramite la tastiera dello smartphone o tramite l’utilizzo delle dita. Come le altre app di appunti consente di inserire brevi note vocali, immagini e documenti. Tutti gli appunti sono sincronizzati e visibili da altri dispositivi.

  • ColorNote

    Per gli amanti della semplicità e della grafica colorata ColorNote è l’applicazione ideale. Si tratta di un app per Android molto apprezzata tra gli utenti, che permette di prendere appunti con facilità e di visualizzarli all’interno di caselle colorate. Tra le sue funzioni principali segnaliamo la possibilità di scegliere il colore delle note, di bloccare gli appunti con password e di fare backup locali, o sincronizzare le stesse su altri dispositivi.

  • Bear Writer

    Per i più concreti, ecco una delle app più semplici ed efficaci per Apple (iPhone, iPad e OSX). Bear Writer è un app per prendere appunti piuttosto recente, che basa le sue funzionalità sul concetto di tag. Grazie ai tag è possibile raggruppare appunti e promemoria, in modo facile e intuitivo. L’applicazione è gratuita e non richiede registrazione, ammesso che non vogliate la versione PRO, da 1,49€ mensili, che consente di sincronizzare i contenuti su diversi dispositivi, utilizzare temi grafici alternativi ed effettuare esportazioni del database in formato PDF, JPG, HTML o DOCX.

  • SomNote

    Si tratta di un’app per note e appunti molto popolare (installata da oltre 3 milioni di utenti), regina dei colori e delle personalizzazioni. SomNote è disponibile per Android e iOS e permette di memorizzare app e consultare su tutti i dispositivi, grazie al proprio account personale. Permette di archiviare note e appunti in modo funzionale, con semplici e comode cartelle, che all’occorenza potranno essere protette da password. L’app prevede acquisti in-app che possono incrementare lo spazio di archiviazione su cloud. Tra le altre funzioni è disponibile l’estensione per Google Chrome che permette di lavorare a note e appunti, direttamente nel browser Internet.

  • Simplenote

    Se l’obiettivo è quello di avere un’app per appunti semplice e completa, Simplenote è una valida soluzione, totalmente gratuita. Questa app permette di creare note, liste, documenti e tanto altro, sincronizzando il tutto con altri dispositivi. Non richiede configurazione ma una semplice iscrizione gratuita al portale. Permette di organizzare i contenuti con semplici tag per poi richiamare facilmente le informazioni. La grafica è semplice e priva di elementi appariscenti e spesso inutili. È disponibile per iOS ed Android.