5 risposte alle domande tecnologiche più cercate su Google

Condividi su:

Dall’aggiornamento di Android sugli smartphone alla scelta della scheda madre di un computer, ecco le risposte alle domande più gettonate su Google in ambito tecnologico

Internet ha stravolto le nostre vite e ormai è prassi comune parlare con i motori di ricerca, chiedendo a loro tutto ciò su cui ci interessa avere informazioni. Ciò che interessa è ottenere risposte chiare e veloci. Tra i quesiti tecnologici più discussi, ne abbiamo individuati cinque ai quali tenteremo di fornire rapide soluzioni.

Come aggiornare Android. Aggiornare il sistema operativo dello smartphone è sempre importante, per la sicurezza e l’ottimizzazione del dispositivo. Per aggiornare gli smartphone Android esistono diverse procedure. Il metodo più semplice consiste nel connettere il dispositivo alla rete Wireless e aggiornare lo smartphone via OTA (Over-The-Air) quindi senza collegarlo al computer, non appena gli aggiornamenti sono disponibili. Per verificare la versione di Android occorre accedere al menu impostazioni > Informazioni sul telefono > Versione di Android. Purtroppo molti produttori di smartphone, smettono di fornire aggiornamenti software dei propri dispositivi, dopo alcuni anni dal rilascio sul mercato. Fortunatamente esistono versioni di Android alternative chiamate custom ROM, costantemente aggiornate e ottimizzate per gli smartphone più diffusi. Per installare queste release occorre seguire procedure che richiedono l’utilizzo di un computer ed una connessione ad internet. Lineage OS (ex CyanoGenmod) è una custom ROM per smartphone Android che può essere installata sulla maggior parte dei telefoni che utilizzano il sistema operativo Google. Su internet è possibile trovare facilmente forum e guide per installare una custom rom di Android. Prima di aggiornare Android sullo smartphone, sia con la procedura OTA che con quella manuale, si consiglia di effettuare un backup del telefono su PC e di avere un livello di carica della batteria di almeno il 60%, effettuando le operazioni di aggiornamento con il caricatore elettrico collegato.

Come contattare Amazon. Tra le domande più gettonate postate su Google, ne troviamo una che riguarda Amazon, un po’ bizzarra ma abbastanza comprensibile. Il quesito più richiesto, tra clienti o potenziali tali del portale è questo: “Come faccio a contattare Amazon”? Quelli di Amazon devono essersene accorti, poiché contattare Amazon è diventato davvero facile. Il Servizio Clienti Amazon può essere interpellato prima di tutto tramite il numero di telefono 800 145 851. Si consiglia di tenere a portata di mano l’indirizzo mail di registrazione al portale e il numero di ordine in caso di richieste relative agli acquisti effettuati. Il secondo metodo consiste nell’utilizzo del modulo contattaci, presente nella sessione Aiuto del sito ufficiale Amazon. Una volta raggiunta la pagina, basterà digitare Contattaci all’interno della casella di ricerca “Cerca nelle nostre pagine di Aiuto”, cliccare su “Opzioni di assistenza e contattaci” e successivamente sul link “Se vuoi parlare con un addetto al Servizio Clienti, contattaci”. Il terzo metodo per contattare Amazon consiste nell’utilizzo dei canali Social, sfruttando il profilo Twitter Amazon Help, utilizzando il termine @AmazonHelp all’inizio del tweet con la domanda.

Come cancellarsi da Facebook. Siamo così rapidi a creare account e profili social, per poi ignorare o dimenticare la procedura per cancellarli e ripulire tutto. Una delle domande più diffuse tra gli internauti riguarda proprio i Social Network e la modalità per disattivare un profilo su internet. Molti utenti chiedono come fare a cancellarsi da Facebook, in modo definitivo e la risposta è davvero semplice. Per eliminare il profilo di Facebook è sufficiente accedere alla pagina ufficiale del Social Network, effettuare il login con le proprie credenziali e cliccare su questo link di cancellazione. A questo punto sarà sufficiente cliccare su “Elimina il mio Account” per cancellarsi definitivamente dal portale. Al termine della procedura il profilo non potrà più essere riattivato o trovato da altri utenti e tutte le pagine e le app associate ad esso smetteranno di funzionare.

Come modificare un file PDF. I documenti in formato PDF sono i più diffusi tra gli utenti. Bollette, documenti, manuali e tanto altro, sono spesso creati in questo formato. Purtroppo il testo dei documenti in PDF non può essere modificato se prima non si seguono alcuni accorgimenti. L’applicazione commerciale Adobe Acrobat Pro (costa 18,29€ mensili), consente di modificare in maniera completa e professionale qualsiasi file PDF, con dei semplici click. Esistono anche alcuni programmi gratuiti per modificare file PDF come la suite open source Libre Office, disponibile per PC e Mac, che tramite l’app Draw consente di aprire e modificare documenti in formato PDF. Anche l’ultima versione di Microsoft Word, quella integrata nella suite di Microsoft Office 2016 oppure Office 365, consente di aprire documenti PDF e di modificarli a proprio piacimento.

Come scegliere la scheda madre. Quando acquistiamo un nuovo computer fisso, oppure vogliamo aggiornare il nostro, il componente più delicato da scegliere è la scheda madre. La motherboard è la scheda principale di ogni pc che ha il compito di alimentare e gestire tutte le componenti di un computer. La prima regola per scegliere una scheda madre è il formato della stessa, quelle più diffuse sono di tipo ATX (305 x 244 millimetri) o microATX (244 x 244 millimetri). Il secondo parametro da scegliere è il tipo di Socket, ovvero il modulo che permette di connettere il processore alla scheda stessa. La scelta del Socket influenza anche la tipologia e la marca del processore da installare. Se vogliamo installare un processore marchiato Intel, dovremo optare per il Socket della serie LGA come l’ultimo LGA1151, mentre per un processore di AMD un modulo di tipo AM4 o precedenti. Gli altri parametri da considerare per scegliere una buona scheda madre sono la presenza di un controller USB 3.0, per connettere periferiche esterne in velocità e lo standard SATA 3.0 per connettere e sfruttare i più recenti Hard Disk, dischi SSD o masterizzatori. Infine il numero di slot di espansione delle schede e della memoria RAM, dovrà essere abbondante, soprattutto se abbiamo intenzione di far durare nel tempo il computer su cui installeremo la scheda madre.