Diventare fotografi con un’app

Condividi su:

Da quelle per imparare a scattare a quelle che trasformano le vostre immagini in vere opere d'arte... Per sentirsi un po' reporter!...

Una volta c’era il negativo… Una volta c’era il negativo, ogni foto era un momento unico e irripetibile. Smorfie, imperfezioni, occhi rossi, niente poteva venir corretto e tutto era stampato in maniera indelebile sulla carta. Da allora le cose sono molto cambiate: smartphone, iPad, fotocamere digitali hanno cambiato non solo il modo di percepire la fotografia ma anche di scattare immagini. Ogni “click” viene ripetuto più e più volte, ogni momento viene immortalato e chiunque può diventare “fotoreporter” di un particolare evento.

Tutti digitali. Non esiste più neanche il supporto fisico, o meglio la pellicola c’è ancora, ma è ormai diventata di nicchia, di pochi amanti della fotografia tradizionale. Oggi si tende alla digitalizzazione, soltanto poche foto vengono stampate e vanno a finire in un album. La maggior parte di esse rimane sulle schede di memoria, sui telefonini o sui computer. Ed è cambiato anche il modo di manipolare le immagini. Grazie alle applicazioni per gli smartphone attualmente in commercio, editare le foto, aggiungervi dettagli, colorarle, creare delle caricature è diventato un fenomeno alla portata di tutti. Ecco qualche esempio di app per fotografia.

Si comincia dalle basi. Per chi volesse cominciare dalle basi, e cioè da un corso di fotografia digitale, DeAgostini ha realizzato, in collaborazione con Canon, un’applicazione per permettere agli appassionati di imparare le tecniche fotografiche. Il corso è suddiviso in sette moduli: fotografia base; fotoritocco base; fotoritocco avanzato; fotografia: il viaggio; fotografia: la natura; fotografia: artistica; fotografia: professionale. L’app è gratuita nella versione di prova.

Instagram, da Apple ad Android a Facebook. Mesi fa, Facebook, il social network di Mark Zuckerberg, ha fatto sapere di voler acquistare Instagram, l’applicazione software per gestire le fotografie scattate da iPhone e da cellulari Android. L’accordo si aggira su un valore di un miliardo di dollari [Luca Dello Iacovo, Ilsole24ore.com]. L’app, disponibile sia per dispositivi Apple che Android, è gratuita e permette di applicare filtri alle foto per creare gli effetti più disparati e di condividerle con i propri amici.

Snapseed, per un effetto vintage. Snapseed ha diverse funzioni: permette di effettuare modifiche in un’area specifica della foto; di ruotare, tagliare e raddrizzare l’immagine; di applicare filtri. Tra gli effetti: il bianco e nero, le pellicole vintage, il grunge (per uno stile un po’ tetro), richiamare l’attenzione sul soggetto sfocando e giocando con la luminosità dello sfondo, aggiungere bordi stilizzati, ecc. Costo: 3,99 euro.

Ogni foto è una caricatura. Se vi piace l’effetto caricaturale, una delle alternative è Face Effects. Crea delle facce grasse e brutte, deformando, spostando e storcendo le immagini. Per farlo basta solo un dito. Costo: gratis.

Un tuffo nel passato con Hipstamatic. Un tuffo nel passato con Hipstamatic, l’app che vi riporterà alle sensazioni delle macchine fotografiche giocattolo di plastica. Tra le caratteristiche: la possibilità di cambiare lenti, impostazione del flash e pellicole e di condividere i propri scatti sui social network. Costo: 1,59 euro.

Tutto più simpatico con PicSay. Il foto-editor PicSay permette di modificare le foto aggiungendo effetti simpatici, come i fumetti. Costo: gratis la versione base; 2,99 euro quella Pro. Se si ha necessità di fare scatti veloci, invece, si può scaricare l’app Fast Camera: lo smartphone scatterà le foto con un semplice tocco del display, senza mostrare l’anteprima allo scopo di velocizzare il tutto. L’unica pecca è che la qualità ne risente un po’. Costo: 0,99 euro.

Giocare con il colore con Color Splash Studio. È di recente sbarcata anche per iPhone e iPad (prima era disponibile solo per Mac) l’app Color Splash Studio, per lavorare sulla desaturazione selettiva del colore. Questo significa che, per esempio, importando le foto da Facebook o scattando direttamente le immagini con la fotocamera, è possibile modificarle e renderle originali grazie al colore. Con la funzione Zoom, sarà possibile fare un editing più preciso; inoltre, si può visualizzare un’anteprima della foto, regolare le sfumature, il contrasto, la gamma e la saturazione. Costo: 0,79 euro [fonte: Iphoneitalia.com].

Disegnare sulle foto. Chi non ha mai disegnato i baffi sulla foto di qualcuno che gli stava antipatico o fatto cuoricini sul poster del proprio cantante preferito? Ora è possibile farlo con l’app Disegnare sulle foto. Costo: gratis.

Foto panoramiche con Photaf Panorama. Con Photaf Panorama si possono creare foto panoramiche a 360 gradi. Costo: gratis la versione base; 3,99 euro quella Pro.

iPhoto, un classico. Infine, un classico: iPhoto. Tra le funzionalità:

–      sfogliare rapidamente decine di foto con pochi semplici gesti;
–      trova automaticamente foto che si assomigliano per confrontarle al volo;
–      visualizzare più foto fianco a fianco per scegliere facilmente gli scatti migliori;
–      toccare e trascinare sull’immagine per regolare l’azzurro del cielo, il verde della natura e la tonalità della pelle;
–      eliminare gli occhi rossi o ridurre le rughe con il pennello;
–      usare la punta di un dito per correggere solo zone specifiche, ecc.

Il costo è di 3,99 euro.