Cos’è la liquidità di uno strumento?

Quando si definiscono gli elementi di un portafoglio di investimento è importante conoscere, oltre ai costi e ai rischi, anche la liquidità degli strumenti che lo compongono. Ecco cosa significa

Costruire un portafoglio di investimento non è semplice. Una volta definito il livello di rischio che si è in grado di sopportare, l’obiettivo dell’investimento e di conseguenza la durata, si passa a definire le classi di investimento, e quindi gli strumenti, che andranno a comporre il nostro portafoglio. È molto importante, non solo in questa fase, conoscere le caratteristiche finanziarie dello strumento in termini di costi, di rischi e di liquidità. Cos’è la liquidità di uno strumento finanziario?

La liquidità e il rischio liquidità di uno strumento. Il concetto di liquidità in senso astratto è l’attitudine di un bene mobile o immobile ad essere convertito in moneta legale. Quando si parla di liquidità di uno strumento finanziario si fa solitamente riferimento alla facilità (in termini di tempi e costi) con cui può essere acquistato o venduto. Il rischio di liquidità, invece, è l’effettiva possibilità di acquistare un titolo o uno strumento finanziario senza influenzare, negativamente per chi acquista o vende, il prezzo dello strumento stesso. Questo rischio non è semplice da misurare a priori e spesso è trascurato ma può avere un impatto di rilievo.

Il ruolo del mercato. La Borsa svolge un ruolo molto importante nel garantire la liquidità di uno strumento. Il mercato è, per sua stessa definizione, il luogo in cui la domanda e l’offerta si incontrano e, nello specifico, la Borsa è il mercato degli strumenti finanziari. La quotazione in Borsa di uno strumento finanziario aumenta la liquidità dello stesso in quanto facilità l’interazione tra la domanda e l’offerta.

Quali indicatori tenere sotto occhio. Quando si vuole analizzare la liquidità di uno strumento finanziaria è importante tenere controllati una serie di elementi:

  • lo spread denaro-lettera nel book di negoziazione. Quando la differenza tra la migliore proposta di acquisto e la migliore proposta di vendita presente sul mercato (spread denaro-lettera) è molto stretta allora lo strumento ha un elevato grado di liquidità;
  • volumi e continuità degli scambi in Borsa. Più gli scambi sono frequenti e maggiore il volume, più il titolo in questione è liquido;
  • dimensione, età dell’emissione e tipologia dell’emittente nel caso dei titoli obbligazionari.

Perché è importante conoscere la liquidità. È sempre importante tenere a mente l’orizzonte temporale del portafoglio di investimento e non modificarlo in funzione dei repentini movimenti del mercato stesso. Può succedere, tuttavia, di trovarsi nella necessità di dover disinvestire tutto o parte del nostro portafoglio, per esempio per far fronte a una spesa che non era stata programmata. Proprio per questo motivo è sempre buona norma inserire all’interno del portafoglio di investimento titoli e strumenti finanziari facilmente liquidabili, cosi da poter smobilizzare l’investimento in modo rapido e senza essere penalizzati.