Come produrre energia gratis in casa o al lavoro

Condividi su:

Dalla lampada led a energia solare alla lavatrice a pedali, 5 eco gadget super intelligenti.

È possibile vivere in modo ecologico seguendo semplici idee e spunti, ma non bisogna sottovalutare le novità sui metodi alternativi di produzione dell’energia. Sono tanti i prodotti in commercio che consentono di produrre energia da soli, che ci si trovi a casa, in ufficio o in campeggio. Considerando l’enorme e crescente diffusione di smartphone e tablet, pensate a quanta energia si riuscirebbe a risparmiare se ciascuno di noi accedesse a una di queste risorse alternative. Ma quali sono questi dispositivi, quanto costano, e quali vantaggi offrono per l’ambiente e la salute?

Ecco una mini guida ai prodotti più rivoluzionari per produrre energia fai-da-te.

1. Voltmaker trasforma l’energia del nostro corpo in elettricità. Voltmaker è un mini-convertitore di energia cinetica in elettricità: si tratta di un piccolo cilindro di alluminio dotato di una sottile asticella rotante. Facendo mulinare l’elica per pochi minuti si può produrre energia elettrica con la sola forza di una mano. Voltmaker può essere anche ricaricato attraverso una semplice connessione USB per fungere poi da batteria ausiliaria per smartphone, tablet o torce portatili. Il produttore garantisce che al massimo livello  (il massimo livello si raggiunge roteando per tanto tempo l’apparecchio) di carica il dispositivo può ricaricare completamente un iPhone. Ecco come funziona Voltmaker in un video.

Prezzo: 70 euro. Per comprare: il sito per ordinare VoltmakerCuriosità: per chi lo desidera, è anche possibile abbinare un modulo che funziona da torcia per illuminare l’ambiente circostante.

2. Electree Mini, produrre energia elettrica con un bonsai. Non è solo funzionale, ma anche molto bello: Electree Mini ad oggi risulta l’oggetto esteticamente più curato per ricaricare il telefono o l’orologio smart senza l’utilizzo di combustibili fossili. Il suo design si ispira ai bonsai e, più in generale, alla natura: questo piccolo albero tecnologico dispone di mini pannelli solari flessibili e orientabili alla luce, mentre le batterie interne conservano l’energia accumulata durante il giorno per l’utilizzo serale e notturno. In questo video si mostra design e funzionamento.

Prezzo: il prodotto è in vendita a tre fasce di prezzo, 199 euro per la base, 229 per il modello dotato di sola USB o di soli LED e, infine, 249 per la versione completa, con USB e LED inclusi. Per comprare: Electree Mini non è ancora sul mercato, ma si può richiedere il dispositivo direttamente dal sitoCuriosità: al crepuscolo, Electree Mini si trasforma in uno spettacolo di luci. Quando i sensori fotovoltaici percepiscono che il sole è tramontato, si accendono i LED del dispositivo, che si trasforma in una lampada.

3. Drumi, la lavatrice a pedali energy-free. Una soluzione ideale per la casa o il campeggio, perché questa speciale lavabiancheria portatile dalle dimensioni ultra-compatte riesce a lavare fino a sette indumenti alla volta senza bisogno di energia elettrica. La nuova lavatrice Drumi, realizzata dalla casa produttrice danese Yrego, ha un meccanismo di funzionamento tanto semplice quanto efficace: premendo sul pedale si fa ruotare un cestello che contiene i capi, insieme a semplice acqua e sapone. Una volta completato il “ciclo di lavaggio”, si può scolare l’acqua sporca tramite una valvola attivata da un pulsante. Continuando a pedalare è inoltre possibile attivare una centrifuga in grado di eliminare l’acqua in eccesso.

Prezzo: 115 euro. Per comprare: Al momento è possibile fare una pre-ordinazione su Yirego, le spedizioni partiranno a novembre 2016. Curiosità: Oltre a essere ecologica, Drumi è un accessorio ideale per il camping proprio per le sue dimensioni estremamente ridotte (circa 56 cm di grandezza) che riducono al minimo il suo ingombro e la rendono perfettamente trasportabile nel portabagagli di un’auto.

4. OnEPuck, ricaricare il cellulare con un caffè. Una curiosa idea per ricaricare le nostre energie insieme ai dispositivi elettronici, grazie alla differenza di temperatura. Questo eco-gadget è infatti un vero sistema termodinamico capace di generare elettricità sfruttando il calore di una tazza di caffè, di tè o la bassa temperatura di una bibita ghiacciata, convertendola in energia per la ricarica. Ecco come funziona OnEpuck.

Prezzo: 100 euro. Per comprare: attualmente è in corso una campagna di crowdfunding, ma è possibile fare una pre-ordinazione  su Epiphany LaboratoriesCuriosità: OnEPuck è dotato di due facce – una rossa per le fonti di calore e l’altra blu per le fonti fredde – da usare come appoggio per una tazza o una lattina, ciascuna con presa USB per il collegamento all’apparecchio da ricaricare.

5. Sunnan, la lampada a LED con i pannelli solari. Un gadget colorato adatto alla scrivania o al comodino. Un piccolo pannello solare integrato in una lampada trasforma la luce del sole in energia elettrica e attiva le lampadine a LED interne. Il tempo di ricarica in giornate soleggiate è di 9-12 ore, ma aumentano in caso di nuvolosità. Quando le batterie sono totalmente cariche l’autonomia raggiunge le 3 ore. Anche se non è possibile sostituire i diodi della lampada, la loro vita è di circa 50.000 ore, quindi quasi 45 anni nel caso si mantenesse l’accessorio acceso per 3 ore tutti i giorni dell’anno.

Prezzo: 19,99 euro. Per comprare: punti vendita dove trovare SunnanCuriosità: Sunnan è nata da un’iniziativa di Ikea e Unicef per aiutare i bambini a studiare anche dopo il calare del sole.