Cara auto, ti controllo con lo smartphone

Condividi su:

Applicazioni e social network possono semplificare la (dura) vita di chi sta al volante. Da Waze e IOnroad a Parkopedia e Parcheggiami.it, la tecnologia è al servizio dell’automobilista

Smartphone e app, alleati degli automobilisti. Spazi sempre pieni, zone a traffico limitato, costi non indifferenti: parcheggiare l’auto, spesso, è un’impresa. E il tempo, intanto, passa. Dice uno studio inglese che ogni giorno s’impiegano dai sei ai venti minuti per trovare un posto libero. Smartphone e web, però, possono aiutare a trasformare la guida in un’esperienza piacevole e poco stressante. Gli strumenti sono tanti: social network di automobilisti che si scambiano consigli, garage social e parecchie app. Vediamone alcuni.

L’app che si basa sui consigli della community. Waze è un’applicazione fondata su una comunità di settanta milioni di utenti che edita mappe e segnala le condizioni del traffico in tempo reale in tutto il mondo. Grazie al contributo degli automobilisti che fanno parte della community, quindi, questa applicazione è in grado di calcolare itinerari basati sul traffico e sulle condizioni stradali mentre si è al volante. Con Waze si possono evitare ingorghi, indicare incidenti, consigliare percorsi alternativi e distributori low-cost. Accedendo con il proprio profilo Facebook, poi, è possibile individuare gli amici che si stanno dirigendo nella stessa direzione. Unico limite dell’app, l’abbondante consumo di batteria. Disponibile qui per iOS e Android.

  L’app che avvisa in caso di pericolo. IOnroad è un’applicazione che sfrutta fotocamera e sensori dello smartphone per rilevare i veicoli circostanti, avvisando in caso di pericolo. Quando la vettura si avvicina a un ostacolo rischiando la collisione, un segnale visivo e sonoro richiama l’attenzione dell’automobilista, sollecitandolo a frenare in tempo. Tutte le info su IOnroad sul sito ufficiale.

L’app che controlla la velocità. Speedometer controlla e calcola la velocità media/massima del veicolo e la distanza percorsa e segnala gli eccessi di velocità. Non solo: Speedometer tiene anche conto dei tempi di percorrenza e indica – ma non in tutti i paesi – la presenza di autovelox. Disponibile per Apple e per Android.

L’enciclopedia del parcheggio e le altre app. 25 milioni di posti auto in trenta paesi del mondo. Parkopedia (disponibile per tutti i tipi di smartphone) è stata – a ragione – soprannominata “l’enciclopedia del parcheggio”. Grazie alle segnalazioni degli utenti, che di quest’app in pratica sono gli sviluppatori, Parkopedia permette di trovare il parcheggio più vicino al luogo in cui ci si trova o all’indirizzo inserito, fornendo anche le indicazioni stradali per raggiungerlo. Tutti i posti sono divisi nelle categorie “a pagamento”, “free” e “garage”. Funzioni simili sono alla base di Social Parking, app gratis (disponibile solo per Apple) che grazie alla geo-localizzazione permette di trovare il parcheggio segnalato libero dagli utenti in tempo reale, e di Parkme, app che vanta uno dei maggiori database di parcheggi al mondo ed è in grado di mostrare la disponibilità di posti, il prezzo e di condurre a destinazione. Al di là di queste applicazioni, che sono anche le più famose, ce ne sono molte che hanno una valenza prettamente locale (per esempio Milano easy parking, Parcheggio veloce Roma o parkeggi.it attiva a Napoli).

L’app che ha vinto il Traffic Tamer App Challenge. Fresca della vittoria del Traffic Tamer App Challenge, concorso organizzato dalla Ford e riservato alle migliori app per parcheggi e traffico, Appy Parking è un’applicazione (disponibile per ora soltanto per iOS ma presto in arrivo su Android) che permette di prenotare e pagare i posti auto pubblici e privati, di localizzare gli accessi alle zone a traffico limitato e di individuare le aree di sosta riservate ai disabili o le colonnine di ricarica per le auto elettriche.

Il garage (privato) per i milanesi. Pensato, almeno per ora, per chi si muove nel traffico milanese, parcheggiami.it aiuta le persone a trovare un posto per la loro auto per uno o più giorni in garage messi a disposizione da privati. Usare il sito è semplice. I proprietari di un garage possono registrarsi gratuitamente e pubblicare foto e descrizione del loro garage, stabilendo prezzo e disponibilità. Chi ha necessità di parcheggiare cerca il garage più vicino alle proprie esigenze e prenota online. Prima di accettare, il proprietario del garage può controllare il profilo dell’utente, decidendo se proseguire o meno con l’operazione.