Ritorna il BTP Italia

Condividi su:

Dal prossimo 13 novembre sarà possibile sottoscrivere la nuova emissione del BTP Italia, titolo obbligazionario di Stato indicizzato all’inflazione. Ecco cosa c’è da sapere

Nuova emissione in arrivo per il BTP Italia. Da lunedì 13 a mercoledì 15 novembre sarà possibile per i risparmiatori individuali sottoscrivere la nuova emissione del BTP Italia, il titolo obbligazionario di Stato indicizzato all’inflazione e con scadenza sei anni. In 5 anni sono stati collocati BTP Italia per un ammontare complessivo che supera i 125,5 miliardi di euro, dei quali circa la metà collocato direttamente ai risparmiatori italiani.

Che cosa sono i BTP? I BTP, Buoni del Tesoro pluriennali, sono titoli di credito a medio lungo termine emessi dal Tesoro, quindi dallo Stato italiano. L’investitore in BTP durante la vita dell’obbligazione riceve un flusso cedolare stabilito nel contratto e alla scadenza il rimborso del valore nominale dei titoli posseduti.

Che cos’è il BTP Italia e come funziona? Il BTP Italia è un titolo di Stato indicizzato all’inflazione espressamente concepito dal ministero del Tesoro nel 2012 per gli investitori retail. La principale caratteristica è la presenza di un “premio fedeltà” per coloro che acquistano il titolo all’emissione e lo tengono fino alla scadenza naturale.

Il BTP Italia di prossima emissione. Il nuovo BTP Italia prevede esattamente la stessa struttura; avrà una durata di 6 anni e avrà le medesime caratteristiche dei precedenti collocamenti. Le cedole saranno semestrali e legate, in gergo tecnico “indicizzate”, all’indice Foi che misura i prezzi al consumo, al netto dei tabacchi, per le famiglie di operai e impiegati. Quello che caratterizza il BTP Italia rispetto agli altri titoli indicizzati all’inflazione è il pagamento della cedola che viene calcolato sul capitale già rivalutato con l’andamento dell’inflazione. Esiste anche un floor; una specie di protezione nel caso in cui si abbia una deflazione, ovvero una diminuzione del livello generale dei prezzi, tra un semestre e l’altro. Il rimborso sarà unico alla scadenza e anche per questa emissione ci sarà il “premio fedeltà” al momento del rimborso. Al momento non si conosce il tasso reale annuo minimo garantito dall’emissione; questo valore sarà comunicato il prossimo 10 novembre.

Le fasi del collocamento. Il collocamento del titolo avviene in due momenti ben distinti:

  • Da lunedì 13 novembre a mercoledì 15 novembre (salvo chiusura anticipato al giorno prima) il collocamento sarà riservato esclusivamente ai risparmiatori individuali. Per questa tipologia di investitori non è previsto un tetto massimo e il Tesoro assicura la completa soddisfazione degli ordini.
  • Nella mattinata del 16 novembre sarà il turno degli investitori istituzionali. Per questa tipologia di investitori si potrebbe prevedere una forma di riparto qualora la domanda superasse l’offerta finale stabilita dal Tesoro.