Blu Ray, la rivoluzione è entrata in casa

Condividi su:

Alta definizione e migliore qualità del suono: la maggiore capacità di archiviazione cambia il nostro modo di guardare i film. Ecco come...

Un’innovazione dietro l’altra. La rivoluzione che nessun appassionato di cinema e tecnologia si aspettava è avvenuta in soli cinque anni. Tanto è bastato alla tecnologia BluRay per diventare accessibile a tutti. Quando la Samsung, nel 2006, mise sul mercato il primo lettore BluRay (BD-P1000), il prezzo si aggirava intorno ai 1200 euro. Grazie a una continua discesa dei prezzi, oggi è possibile trovare sugli scaffali dei megastore lettori a meno di 70 euro (LG BD550). In più, i modelli con il maggior numero di funzioni non costano più di 600 euro.

Che cos’è il BluRay. Il BluRay è la tecnologia che permette di sfruttare dischi con una capacità di archiviazione fino a 25 giga byte per lato. Obiettivo: offrire immagini in alta definizione e migliorare la qualità del suono. I produttori promettono che presto metteranno in commercio dischi con una capacità doppia (100 GB). Quelli da 200 GB sono già in via di sviluppo.

Occhio alle promozioni. Chi possiede un lettore BluRay può comprare i film usciti da poco a un prezzo compreso tra i 15 e i 20 euro. Solo un paio di anni fa ne doveva spendere più di trenta. Anche in questo settore gli affari si possono trovare tra le promozioni, online o nei negozi specializzati: con dieci euro o poco più si possono fare propri titoli più o meno recenti come Il Gladiatore (2000), Bravehart (1995), L’Era Glaciale (2002), Il Padrino (1974), Robin Hood (2010), Toy Story (1995) ecc.

Audrey Hepburn in BluRay. Colazione da Tiffany, film due volte premio Oscar, tratto dal romanzo di Truman Capote e diretto dal regista Blake Edwards. A cinquant’anni dalla sua uscita al cinema, torna in versione restaurata e in alta definizione. Il BluRay di Colazione da Tiffany, in vendita dal 21 settembre, contiene inediti contenuti speciali (commento del produttore Richard Shepherd; Il Making Of di un Classico; Fa Così Audrey! Un’Icona di Stile; Dietro i Cancelli: il Tour; Lo Splendore in una Scatoletta Azzurra; La lettera di Audrey a Tiffany; Le Gallerie; Il Trailer Cinematografico Originale ecc). Prezzo: venti euro.

Non più una roba da ricchi. L’avvento della tecnologia 3D e un fisiologico abbassamento dovuto al cessare dell’effetto novità sono tra le ragioni che concorrono al crollo dei prezzi di BluRay e dvd. Acquistare un film in BluRay 3D costa, comunque, mediamente tre volte di più dell’omologo in dvd. Senza contare che è necessario avere un lettore BluRay 3D (dai 120 ai 450 euro) e un televisore che supporta questa tecnologia (prezzi: dai 500 ai 4000 euro).

Quote di mercato: 21 a 79. I dischi BluRay coprono il 21% del mercato, i dvd il 79%.

Chi si accontenta gode. Se non si è patiti dell’alta definizione, conviene sfruttare questo effetto domino rinnovando la propria mediateca con i meno tecnologici dvd. Il prezzo di un lettore dvd (di media qualità) raramente raggiunge gli ottanta euro. Quelli più economici si portano a casa con poco più di trenta. Se il prezzo dei film dello scaffale novità è rimasto relativamente alto (dai 14 ai 19 euro), quello dei film meno recenti è drasticamente calato. Con meno di dieci euro si possono portare a casa campioni d’incasso come Angeli e Demoni (2009), Che bella giornata (2011), Twilight (2008), Harry Potter e il principe mezzosangue (2006). Appartengono alla stessa fascia di prezzo anche grandi classici come Via col vento (1939) e La Dolce Vita (1960).

I collezionisti risparmiano. Notevole è il risparmio se si acquistano i cofanetti che racchiudono serie Tv, trilogie o raccolte dei film del proprio regista preferito. I fan di Clint Eastwood possono acquistare su Amazon.com, per 177,29 euro, il cofanetto con tutti i suoi 35 film: praticamente cinque euro a dvd. Per chi preferisce le spy story di James Bond, è disponibile la raccolta dei venti film, in vendita su Amazon a 145,72 euro: 42 dvd a quattro euro l’uno. Ancor più convenienti sono le serie Tv. I cultori di Lost troveranno interessante la raccolta completa delle sei stagioni del telefilm americano: i dvd sono 39, a tre euro l’uno.

I bambini ci guadagnano. Con pochi euro è possibile far felice i propri bambini. Sono infatti i cartoni animati e i film di animazione i titoli meno cari. Winks, Braccio di Ferro, Looney Tunes, Transformers, Casper, Stuart Little, per citarne alcuni ma sono un’infinità, sono venduti online a un prezzo che oscilla tra i tre e i cinque euro.

La fatica della ricerca. I cultori del cinema di nicchia possono facilmente imbattersi in ceste piene di dvd invenduti. Nei mercatini o anche in reparti specializzati di alcuni negozi i titoli che hanno avuto un successo marginale tra il pubblico sono venduti con sconti che possono toccare il 70%. L’unica fatica richiesta è quella di avventurarsi nella ricerca del titolo giusto, in un caos di custodie scaricate in grossi contenitori senza alcuna logica.

E il noleggio? Nella maggior parte dei casi sia Blockbuster, che la videoteca sotto casa, applicano un tariffario comune per il noleggio di dvd e BluRay. Chi fa questa distinzione chiede solo pochi euro in più. Chi dispone degli dispositivi adatti, non ha nessuna ragione per rinunciare all’alta definizione.