Tutte le app per lo sport all’aria aperta

Condividi su:

Corsa, bici ed escursioni: ecco le applicazioni per potenziare i risultati dell’allenamento lontano dalla palestra.

Con la primavera alle porte torna la voglia di fare attività fisica all’aria aperta, una scelta  che aiuta a combattere l’ansia, dona energia e migliora la salute, come conferma una ricerca del Peninsula College of Medicine and Dentistry di Plymouth. A confronto con lo sport praticato al chiuso, l’attività fisica all’aperto contribuisce a ridurre depressione, tensione e rabbia. Il personal trainer non è necessario: le app per gli sport outdoor monitorano le prestazioni, segnalano i percorsi – anche offline – e condividono i traguardi con la community di amici e sportivi. Ecco le migliori app per la corsa, la bici e l’escursionismo.

Le app per la corsa. Sugli store online ci sono moltissime applicazioni pensate per chi ama correre all’aria aperta. Gratis, semplicissima da usare e disponibile per più sistemi operativi, Nike + Running tiene conto di velocità, tempo e chilometri percorsi. In più, quest’applicazione privilegia la dimensione social della corsa: permette di restare sempre in contatto con la community dei runner e aiuta a organizzare sfide e contest. Gratis, disponibile per iOS, Android e Windows, Adidas Mi Coach permette di registrare gli allenamenti tramite il Gps dello smartphone. La particolarità di quest’app consiste nel fatto che consente di creare programmi di allenamento che si adattano al proprio livello e ai propri obiettivi. Tra le applicazioni più scaricate da chi corre c’è Runkeeper, l’app per Android e iOS scelta già da 45 milioni di runner. Si tratta di un’applicazione molto completa già nella versione Free ma che nella versione Pro (prezzi a partire da 9,99 euro a seconda delle funzioni) offre anche live tracking e analisi dei dati di allenamento. Molto utilizzata è anche Runtastic, utile per diverse discipline da praticare all’aria aperta. Gratis nella versione base, disponibile per più sistemi operativi, quella Pro – che permette anche di condividere la propria posizione e ricevere messaggi motivazionali – si acquista a 4,99 euro. Tutte queste app si collegano alle smartband per il fitness, braccialetti elettronici che consentono di monitorare le prestazioni senza tirare fuori lo smartphone.

Le app per chi va in bici. Anche per chi ama la bici le applicazioni disponibili sugli store online sono numerose. Cyclemeter, app gratuita pensata per i device Apple, oltre a memorizzare i risultati, contiene mappe interattive che permettono di variare continuamente gli allenamenti e di monitorare i propri risultati. Simile a Cyclemeter, disponibile per iOS, Android e Windows Phone, Map My Ride usa il Gps dello smartphone per tracciare l’itinerario, registra i parametri vitali e tiene conto degli alimenti consumati nel corso dell’allenamento. Attorno a Strava (app per tutti i sistemi operativi gratis nella versione base, la Premium costa 5,99 euro) si è creata una comunità mondiale di appassionati che condividono foto e percorsi e si sfidano. Con Strava si può monitorare la propria attività, tenere il conto dei chilometri percorsi e valutare il proprio rendimento. Molto famosa è anche Runtastic mountain bike, disponibile per iOS e Android e gratis nella versione base (la Pro costa 4,99 euro). Runtastic mb permette di registrare le proprie uscite, riportando le tempistiche di percorrenza (divise chilometro per chilometro) e tutti i dati utili per valutare i propri progressi. Inoltre c’è la possibilità di avere una voce guida che, a ogni chilometro, segnala la velocità media. Perfetta per chi vuole prevedere ogni cosa, Bike repair è infine l’applicazione che con foto e video tutorial spiega come aggiustare la propria bici in caso di guasto.

Le app per le escursioni. Perfetta per chi vuole un’app facile da usare e ama condividere notizie e post sui social network, Every Trail, disponibile per iOS e Android, ha moltissime guide (in inglese) con itinerari in tutto il mondo. Unico neo, il fatto che si possono visualizzare soltanto tre percorsi per volta e che non è possibile scaricare le mappe quando si è offline. Gratis, per Android, OruxMaps permette di gestire le mappe anche offline e di avere sempre sotto mano la propria posizione (un grande vantaggio, considerando che spesso in montagna non c’è segnale telefonico). In più, con OruxMap si può registrare il proprio percorso, impostare punti di arrivo e tragitti a tappe con guida passo-passo. Molto simile a OruxMaps ma pensata per i sistemi iOS è MotionX GPS, applicazione che offre la possibilità di scaricare le mappe offline e di utilizzare il segnale GPS per seguire il proprio percorso anche dove non c’è copertura.