App e siti per comprare e affittare casa

Condividi su:

Le app e i social per trovare appartamenti, stanze e locali commerciali, in affitto o in vendita, da agenzia o privati

Se avete intenzione di comprare una casa o di affittarla, sapete già che la ricerca è lunga e laboriosa. Per fortuna, negli ultimi anni sono nate tante risorse online che permettono di cercare casa in base a ogni esigenza: portali che raccolgono solo annunci di privati, social immobiliari che fanno risparmiare fino al 90% sui costi di agenzia, siti specializzati negli affitti o, ancora, pensati per gli studenti fuorisede alla ricerca di una stanza. Ecco le piattaforme da consultare e le app da scaricare per chi cerca (o offre) casa.

Le app più complete. Immobiliare.it, Casa.it e Idealista sono probabilmente le più consultate da chi è alla ricerca di una casa da comprare o da affittare e da chi vuole mettere il suo immobile sul mercato: gli annunci, pubblicati da privati e agenzie immobiliari, sono corredati da foto, video e planimetrie e la ricerca può essere fatta anche disegnando col dito una mappa sull’area che interessa. Oltre alle case, si trovano anche stanze in affitto, immobili commerciali, magazzini, capannoni, laboratori, poderi e terreni edificabili. Molto utilizzate anche TrovoCasa, Attico.it, PrendiCasaTrovit. Tutte queste piattaforme hanno anche la relativa app, da scaricare gratuitamente, che permettono di salvare gli annunci a cui si è più interessati, ruotare lo schermo per vedere foto panoramiche degli immobili e trovare il percorso più breve per raggiungerli.

Annunci tra privati. Chi desidera fare a meno dell’agenzia può consultare Case tra privati e Case da privati. La consultazione è libera, per fare una proposta o mettere in affitto o vendita una casa, occorre registrarsi (gratuitamente). Non sottovalutare nemmeno Subito.it, portale sempre più utilizzato dagli italiani, che ha una sezione dedicata agli immobili.

Solo per gli affitti. Chi cerca una casa in affitto o vuole offrirla, magari anche per brevi periodi, come le vacanze estive, può rivolgersi, oltre che alle app elencate finora, ai siti specializzati. Su Mio Affitto si trovano più di 100mila appartamenti in tutta Italia. Molto valido, anche se riservato solo per l’area di Milano, è ZeroDue Affitti: si paga una commissione fissa (qui le tariffe) e quando si trova l’immobile desiderato si conclude l’affare senza costi d’agenzia.

Affittare una stanza. Sul web ci sono anche app che danno una mano a chi non è alla ricerca di un intero appartamento ma cerca una stanza, ad esempio gli studenti universitari fuori sede. Gratis, disponibile per iOS e per Android, Roommates vuole aiutare chi è alla ricerca del compagno di stanza o di casa ideale. Attraverso quest’applicazione i possibili futuri coinquilini si selezionano in base a cinque fattori: età, sesso, occupazione, tolleranza al fumo e agli animali. Previa registrazione, ogni utente può scrivere una piccola descrizione di sé e allegare foto profilo, indicando che tipo di coinquilino cerca e dove. Grazie al sistema di double matching, solo gli utenti che si piacciono reciprocamente possono iniziare a chattare, decidendo così se incontrarsi e condividere l’appartamento. Il tutto è gratuito: per usare il servizio non servono versioni premium. Molto simile a Roomates è Easystanza, versione italiana del celebre EasyRoommate, dedicato alla ricerca di inquilini e coinquilini. Cercare una stanza su Easystanza è gratis, così come pubblicare un annuncio.

I social della ricerca immobiliare. Il più giovane sul mercato, ma già molto utilizzato, è Homepal, disponibile come piattaforma e come app (gratuita per Apple e Android). Qui le persone possono comprare, vendere e affittare casa senza l’intervento di un mediatore, ma avendo a supporto molti servizi tipici dell’agenzia. Simile a Homepal è Immo-neo, sito che fa incontrare domanda e offerta e offre assistenza e contrattualistica, oltre che un servizio di home-staging. Un altro social network dedicato al mercato immobiliare italiano è Casanoi.it, nato nel 2012: qui non ci sono servizi aggiuntivi, ma solo l’incontro tra chi offre e chi cerca casa, soprattutto privati, in compenso è totalmente gratis.