Le 5 app più utili per la scuola

Condividi su:

Per organizzarsi, per prendere appunti, per consultare il dizionario, per tradurre le versioni di latino: ecco le app che semplificano la vita degli studenti.

Il web è una risorsa sempre più utilizzata anche per lo svolgimento dei compiti scolastici: secondo l’ultima edizione di Net Children Go Mobile, studio finanziato dal Safer Internet Programme della Commissione Europea, la percentuale dei giovanissimi (9-13 anni) che consulta la rete per studiare è più che triplicata rispetto al 2010, arrivando nel 2014 ad assestarsi al 34% (si arriva al 43% per chi ha fino a 16 anni). In rete si trovano anche molte app gratuite che possono semplificare la vita degli studenti: ecco alcune tra le più utili.

1. Con DiarioSkuola.net il diario è digitale. Compagno inseparabile di ogni studente, grazie alla rete il diario scolastico è diventato digitale. Tra le app più utilizzate che ne ripropongono e ampliano le funzioni c’è Diario Skuola.net, il diario digitale che appunto permette di segnare l’orario delle lezioni, scrivere i compiti, condividerli, registrare le lezioni in formato mp3, calcolare la media dei voti ecc. Disponibile per iPhone, iPod touch, iPad e dispositivi Android, quest’app permette anche di impostare l’avviso per quando arriva il momento di studiare. App molto simile è Timetable, applicazione per Android e per iOS che permette di avere sempre a portata di mano l’orario settimanale: in più, con Timetable a ogni materia si può assegnare un colore diverso, così da renderne immediato il riconoscimento.

2. Il dizionario si consulta dallo smarphone. Gratis, “Dizionario italiano completo” mette a disposizione degli utenti 210.000 vocaboli e oltre 65.000 tra sinonimi e contrari. Per i 4627 verbi presenti sono state inserite tutte le coniugazioni (più di 87 mila). Attraverso la funzione “contribuisci” si può anche arricchire il database. La grafica intuitiva facilita la ricerca: grazie a una specifica funzione, comunque, si può ingrandire o diminuire la grandezza del carattere.  Per l’accesso al database non serve alcuna connessione alla rete.

3. Simplemind, l’app per costruire le mappe mentali. Gratis, quest’app trasforma tablet e smartphone in strumenti di studio e apprendimento fondamentali. Intuitiva e semplice da utilizzare, Simplemind in pratica permette di realizzare collegamenti incrociati tra le idee, colorare le etichette e personalizzarle, inserire immagini e collegamenti a pagine web e modificare l’aspetto delle ramificazioni. Tutte le mappe mentali si sincronizzano e si possono salvare su ogni dispositivo via Dropbox. L’interfaccia si adatta agli schermi di tablet e di smartphone: alla grandezza delle mappe, quindi, non c’è limite.

4. Cam Scanner, l’app che cattura gli appunti. Gratis, utile per gli studenti e non solo, Cam Scanner permette di fotografare i documenti, stamparli e archiviarli. Si pensi, per esempio, a uno studente che ha saltato la lezione e non riesce a fotocopiare gli appunti del compagno: con Cam Scanner, istantanea dopo istantanea, si potranno acquisire tutti gli appunti in un solo documento in formato pdf. L’app si preoccupa anche di raddrizzare e giustificare la foto per convertirla in un documento di buona qualità.

5. Studenti.it Appunti, un enorme database sempre a disposizione. Gratis, Studenti.it Appunti mette a disposizione degli studenti 60 mila diversi appunti da leggere, ascoltare e guardare. I documenti, a disposizione di studenti di scuole superiori e università, sono suddivisi in più di 200 materie. Tra le alte cose il portale mette a disposizione anche Latino, applicazione che permette di consultare 2300 versioni tradotte, schede di approfondimento e 1300 documenti sulla materia.