5 applicazioni per imparare le lingue straniere

Condividi su:

Si chiamano Duolingo, Babbel, Fluentify, Tandem Exchange e Lingua.ly, siti e app che permettono di diventare poliglotti, velocemente e senza stress. Tutto su come funzionano e quanto costano.

Lezioni private, vacanze studio e soggiorni all’estero, ma non solo: ai tradizionali strumenti utilizzati per imparare le lingue straniere se ne sono aggiunti altri, gratis, che arrivano dal web. Social network, piattaforme e relative app offrono, gratis o a costi molto contenuti, un grande aiuto a chi vuole imparare una lingua straniera e a chi, pur conoscendola, vuole migliorare le proprie competenze.

Duolingo.com. Disponibile per i device iOS, Android e Windows phone, con 80 milioni di utenti in soli due anni Duolingo è entrata a far parte del gruppo delle piattaforme gratuite più utilizzate al mondo per imparare le lingue straniere. Il sito offre gratis corsi di spagnolo, francese, tedesco, portoghese e italiano per gli anglofoni e l’inglese per chi parla spagnolo, francese, tedesco, portoghese, italiano, olandese, russo, polacco, turco, ungherese, rumeno, giapponese, hindi e indonesiano. Con Duolingo lo studio della lingua è quasi un gioco con tanto di punti, classifiche e “vite” come nei videogiochi: proprio come in un gioco elettronico, infatti, si perdono cuoricini sbagliando, si sfida l’orologio e si avanza di livello. Le lezioni sono organizzate in brevi blocchi, terminata una sessione si può passare alla successiva con la possibilità di tornare indietro a rinforzare i punti deboli con nuovi esercizi.

babbel.com. Disponibile via web, tablet e in versione mobile, Babbel offre corsi ed esercizi a seconda del proprio livello di conoscenza: la piattaforma, in pratica, prende nota di quanto imparato e delle difficoltà incontrate e imposta gli esercizi di ripasso a seconda di questi parametri. La registrazione su Babbel è gratis e a costo zero è possibile provare la prima lezione di ogni corso, per ogni lingua. Per ottenere l’accesso completo a tutti i corsi, invece, occorre acquistare un abbonamento: i  prezzi per l’Italia vanno dai 4,95 euro per l’abbonamento da 12 mesi ai 9,95 euro per il singolo mese. I corsi online di Babbel sono disponibili in 14 lingue (danese, francese, indonesiano, inglese, norvegese, olandese, polacco, portoghese, brasiliano, russo, spagnolo, svedese, tedesco e turco) e sono formati da migliaia di ore di materiale didattico costantemente aggiornato.

fluentify.com. Nata dall’idea di quattro giovani torinesi, Fluentify è una piattaforma che permette, previa registrazione, di entrare in contatto con tutor madrelingua inglesi per fare conversazione a un costo accessibile e senza vincoli di abbonamento. Il funzionamento del sito è molto semplice. Ogni tutor ha un profilo, con indicati la nazione di provenienza e l’accento (british, americano, sudafricano ecc.), insieme ai voti degli altri utenti e al costo di un’ora di lezione. Per prenotare una sessione basta consultare il calendario del tutor e procedere al pagamento. Le sessioni durano mezz’ora e il prezzo varia da 1 euro della lezione di prova fino a un massimo di 12 euro. Ogni tutor sceglie quale tariffa applicare e mette a disposizione le proprie competenze.

Tandemexchange.com. Tandem Exchange è un sito gratuito che mette in contatto chi vuole imparare una lingua con un madrelingua. L’obiettivo, parlare, conversare, online o di persona. Per farlo, basta iscriversi, specificando la lingua che si offre e quella che si vuole imparare. Se sulla piattaforma c’è già un iscritto con caratteristiche compatibili, lo si può contattare direttamente. In caso contrario, il sito invierà una mail per segnalare il possibile partner: in questo modo, quindi, si forma una coppia tandem, cioè due persone che si incontrano per imparare uno la lingua dell’altro. Ovviamente non ci si deve per forza incontrare di persona, le conversazioni possono avvenire anche per telefono, Skype, email o chat.

Lingua.ly.  Lingua.ly è uno strumento gratis, disponibile anche in versione app, che consente di acquistare familiarità con le parole straniere durante la navigazione sul web. In pratica, Lingua.ly trasforma la rete in una piattaforma di apprendimento delle lingue: mentre si naviga, infatti, è possibile evidenziare le parole di cui non si conosce il significato, aggiungendole a una sorta di dizionario personale che potrà essere modificato. Ogni parola, infatti, potrà essere personalizzata con immagini o frasi esplicative. Lingua.ly, quindi, è uno strumento che può accompagnare chi vuole imparare una lingua anche durante la giornata lavorativa e permette di ampliare enormemente il proprio vocabolario.