10 consigli per risparmiare sulla lavastoviglie

Condividi su:

Utilissima in cucina, la lavapiatti consuma però tanta acqua e altrettanta energia. Per evitare gli sprechi meglio puntare su alta classe energetica, controlli periodici e lavaggi rapidi.

  1. Scegliere con cura capienza e modello. Scegliere la lavastoviglie della capienza più adatta alle proprie esigenze. Sul mercato si trovano modelli da 80x60x60 e da 80x45x60 cm: i primi, più capienti,  possono ospitare mediamente 12 o 13 coperti, i secondi circa 10, più che sufficienti per single e coppie. Acquistare modelli di classe A o superiore, che consumano meno.
  2. Sfruttare il pieno carico. Usare la lavastoviglie sempre a pieno carico: si risparmiano acqua ed energia e fino a un quarto dell’energia elettrica utilizzata per questo elettrodomestico, che in bolletta vuol dire almeno 20 euro in meno l’anno.
  3. Se possibile, evitare il prelavaggio. Per rimuovere i residui di cibo da piatti e stoviglie non è necessario il prelavaggio: basta risciacquarli velocemente sotto l’acqua del rubinetto prima di metterli in lavastoviglie.
  4. Stop ai cattivi odori con i giornali. Prima di sistemarli nella lavastoviglie, è possibile ripassare piatti e pentole con carta da giornale per facilitare il lavaggio ed eliminare i cattivi odori.
  5. Se molto sporche, lasciare le pentole in ammollo. Cibi proteici come uova e formaggio, alimenti cotti o bruciati e alimenti a base di amido che si sono seccati sulle stoviglie richiedono maggiore impegno per una pulizia adeguata: prima di inserirli nella lavastoviglie, lasciarli in ammollo in acqua calda.
  6. Via libera alle basse temperature. Preferire lavaggi rapidi a basse temperature o il ciclo ecologico: 45 gradi sono solitamente sufficienti per un lavaggio standard. Oltre a consumare meno energia si risparmiano fino a 1500 litri d’acqua l’anno.
  7. Evitare l’asciugatura con aria calda. Nei modelli che lo permettono, evitare l’asciugatura con aria calda: aprire lo sportello alla fine del lavaggio e lasciare asciugare naturalmente le stoviglie: in questo modo si risparmia il 45% d’energia.
  8. Usare il sale contro il calcare. Pulire frequentemente il filtro, aggiungere con regolarità il sale, anche quello grosso da cucina, per prevenire la formazione di calcare.
  9. Manutenzione costante per un funzionamento efficiente. Controllare e lavare scarichi, bracci irroratori e guarnizioni in gomma a intervalli regolari per assicurare un funzionamento efficiente.
  10. Non superare le dosi consigliate di detersivo. Non eccedere con il  detersivo e attenersi alle dosi consigliate nelle istruzioni del prodotto: una quantità eccessiva non renderà più puliti piatti e bicchieri.