10 consigli per stare meglio davanti al computer

Condividi su:

Quando si passano tante ore davanti a uno schermo il corpo può soffrire. Tutte le dritte per evitare fastidi agli occhi e dolori al collo, alle gambe o alla schiena.

  1. Proteggere gli occhi. I primi a risentire di una prolungata esposizione allo schermo sono gli occhi. Per riposarli, seguire la regola del 20-20-20: ogni 20 minuti guardare un oggetto distante 20 piedi (cioè circa 6 metri) per almeno 20 secondi. Se davanti allo schermo si perde la cognizione del tempo, è possibile scaricare un’app con la funzione promemoria.
  2. Evitare i riflessi sullo schermo. Regolare persiane e tende in modo che non si abbia luce di fronte agli occhi e che non ci siano riflessi sullo schermo. Regolare la luminosità del monitor in modo che cambi a seconda dell’ora (la mattina meno luminoso, il pomeriggio di più). Se gli occhi sono secchi, usare lacrime artificiali o collirio, specialmente se si usano le lenti a contatto.
  3. Mettere lo schermo alla giusta altezza. Posizionare lo schermo almeno all’altezza degli occhi, non inferiore: la schiena in questo modo resterà più facilmente in posizione dritta. Chi usa un portatile e lo appoggia sulle gambe, può mettere un cuscino per sollevarlo il più possibile O ancora meglio, usare un piano inclinato.
  4. Proteggere il collo. Regolare il monitor e ogni altro documento da leggere in modo da tenere il collo in posizione rilassata. Per alleggerire la pressione, fare a intervalli regolari e più volte al giorno rotazioni del capo da destra verso sinistra e viceversa e piccoli massaggi ai lati del collo. In alternativa, concedersi qualche minuto di meditazione.
  5. Occhio alla sedia. Sedersi almeno alla distanza di un braccio dallo schermo. Regolare la sedia in modo da tenere il bacino più aderente possibile allo schienale, i piedi poggiati al pavimento e le braccia poggiate ai braccioli.
  6. La tastiera davanti al corpo. Posizionare la tastiera direttamente davanti al corpo. Regolarne l’altezza in modo che, scrivendo, le spalle rimangano rilassate, con i gomiti in posizione leggermente aperta, i polsi e le mani dritte. Tenere il mouse il più possibile vicino alla tastiera, meglio se su una superficie leggermente inclinata.
  7. Non premere forte i tasti. Per evitare dolori al polso non premere con forza i tasti. Per evitare infiammazioni e tunnel carpale, esercitare le mani premendo sulla punta delle dita e spingendole all’indietro: fare almeno 15 ripetizioni almeno sei volte al giorno.
  8. Una passeggiata ogni 40 minuti. Alzarsi ogni 40 minuti circa e fare una passeggiata di almeno 2-3 minuti per distendere e rilassare i muscoli delle gambe. Sotto la scrivania, a intervalli regolari, allungare le gambe. Muoversi farà bene anche alla concentrazione, che dopo un certo periodo di lavoro continuativo cala e si perde, rallentando di molto il lavoro.
  9. Allontanarsi dal pc per la pausa pranzo. Mangiare un pasto veloce davanti al pc non permette di rilassarsi e trasforma la scrivania in un ricettacolo di germi. Approfittare della pausa pranzo per fare una passeggiata e prendere una boccata d’aria.
  10. Dopo il lavoro rilassare la mente e muscoli. Dopo il lavoro, sciogliere i muscoli camminando a piedi per almeno 10 minuti, correndo  o facendo qualche esercizio mirato per riattivare la circolazione, distendere i muscoli e rilassare la mente.