10 consigli per risparmiare sull’assicurazione della moto

Condividi su:

Coperture ridotte o sospendibili, pagare a rate o installare la scatola nera: ecco come sottoscrivere una Rc per le due ruote, spendendo meno.

  1. Consultare parecchi preventivi: prima di assicurare la propria moto è consigliato mettere a confronto le proposte di differenti compagnie assicurative, online e tradizionali, individuando la soluzione più adatta alle proprie esigenze. Le richieste possono essere molto diverse e si può arrivare a risparmiare fino al 25% sul costo totale.
  2. Esaminare sempre le eventuali garanzie accessorie proposte dalle diverse compagnie, spesso non strettamente necessarie per l’uso che si fa della moto e quasi sempre costose. Per esempio, nel caso in cui la moto viene parcheggiata sempre in garage si potrebbe valutare di non sottoscrivere polizze che coprano anche calamità naturali o atti vandalici.
  3. Valutare la possibilità di stipulare una copertura ridotta, utile se si usa la moto soltanto per brevi periodi dell’anno. Le polizze temporanee permettono di definire un periodo assicurativo e di pagare alla compagnia un premio relativo esclusivamente ai mesi d’utilizzo. Il vantaggio risiede nella possibilità di risparmio derivante dall’assicurare la propria moto, ad esempio, solo per i mesi estivi invece che per tutto l’anno. Le soluzioni tipiche prevedono periodo assicurativi che possono variare da un minimo di due a un massimo di otto mesi.
  4. Valutare una polizza sospendibile che permette, dietro apposita richiesta, una sospensione che di fatto prolunga la durata della copertura. La riattivazione della polizza è altrettanto veloce e facile da richiedere. Il fatto di poter attivare e sospendere la protezione assicurativa quando se ne ha bisogno rende questa tipologia di assicurazione più economica rispetto alla tradizionale (in particolar modo per chi non usa la propria moto con costanza).
  5. Controllare eventuali sconti fedeltà offerti a chi rinnova la polizza o a chi ha già assicurato l’auto e vuole assicurare anche la moto Spesso le compagnie assicurative prevedono vantaggi per i clienti abituali e lo sconto raggiunge anche il 15%. In alcuni casi, inoltre, sono previsti sconti per chi sceglie di assicurare tutti i veicoli presenti in famiglia con la stessa compagnia.
  6. Trattare con il proprio agente per ottenere una buona “Classe interna” che, a differenza di quella universale, regolata per legge, è a discrezione della compagnia. Si potrebbe ottenere per il proprio motociclo una “Classe interna” pari a quella della vettura già assicurata, anche se la “Classe universale” della moto non è bassa. Questa possibilità è offerta in automatico  per alcune polizze moto online.
  7. Se a guidare la moto è una sola persona, inserire l’opzione “unico guidatore” nel contratto di assicurazione fa risparmiare sull’ammontare del premio. Quest’opzione può essere attivata solo quando il contraente della polizza è anche il proprietario del veicolo e conducente abituale, oltre che unico guidatore.
  8. Ricordarsi che la legge che numero 40 del 2007, che  permette di beneficiare della stessa classe di merito di un altro veicolo già assicurato da un famigliare convivente, vale anche per le due ruote. In pratica la legge consente di assicurare per la prima volta un ulteriore veicolo di proprietà del soggetto assicurato o di un familiare convivente partendo dalla classe di merito che risulta dall’ultimo attestato di rischio relativo al veicolo già assicurato.
  9. Alcune compagnie assicurative propongono soluzioni che oltre a permettere di conciliare in un unica spesa l’assicurazione auto e moto, consentono anche di pagare con rate mensili.
  10. A chi installa sul mezzo la “scatola nera”, dispositivo elettronico dalle piccole dimensioni capace di dialogare costantemente con la centralina di bordo e di raccogliere dati in forma aggregata, le compagnie offrono uno sconto del 10% e alcuni servizi accessori come l’assistenza stradale. L’installazione è gratuita ed è completamente a carico della compagnia assicurativa.