10 consigli utili per essere più ecologici sul luogo di lavoro

Condividi su:

Una ciabatta per spegnere tutte le periferiche, contenitori riciclabili per il pranzo da casa, il carpooling con i colleghi: idee e spunti per lavorare ecologicamente.

La nostra attenzione “green” è spesso rivolta all’ambiente domestico, al riciclo o agli spostamenti “vacanzieri”, ma ancora troppo poco al luogo di lavoro, dove d’altro canto, passiamo gran parte della giornata. Scopriamo quindi alcuni consigli per diventare sostenibili ed ecologici al 100%, ufficio incluso.

1. Spegnere i computer quando non servono. Quante volte capita di impostare la modalità stand-by e poi di assentarsi per ore ed ore rapiti da una riunione o dalla pausa pranzo? Se non si tratta di pause di pochi minuti, ricordate sempre di spegnere il pc.

2. Sfruttare al meglio la stampante. Se proprio non potete visualizzare un file a monitor, impostate la stampante in modalità fronte-retro, in modo da sfruttare entrambi i lati di ogni foglio. In ogni caso limitate il più possibile il numero di copie stampate: salvate sempre ciò che occorre su un supporto di memorizzazione esterna, su pc, sul proprio servizio Cloud, o su chiavetta, così da poter modificare il contenuto in qualsiasi momento prima della stampa finale.

3. Riciclare i fogli usati. Dedicate alla vostra scrivania un piccolo spazio – una scatola o un contenitore generico – dove riporre la carta usata: sfruttate questi fogli per prendere appunti. Eviterete così di consumare inutilmente nuove risme di carta pulita.

4. Attenzione alle periferiche inutilizzate. Spegnere il pc a fine giornata non basta. Sono ormai moltissime infatti le periferiche come stampanti, altoparlanti e scanner accese ogni giorno sulle nostre scrivanie. Ricordate sempre di scollegarli quando non in uso. E se questo passaggio sfugge alla vostra attenzione, procuratevi una ciabatta elettrica. Basterà un clic per spegnerle tutte simultaneamente.

5. Fare ordine nel pc. Per evitare di stampare più e più volte le copie di e-mail e file importanti, ricordate di tenerli sempre in evidenza sul vostro computer. Per organizzare l’agenda, o ricordarvi degli impegni, condividere file e documenti lasciatevi invece aiutare dalle applicazioni per ogni esigenza professionale, l’ambiente vi ringrazierà!

6. Usare contenitori riutilizzabili. Se tra le vostre abitudini c’è anche quella del “pranzo da casa”, evitate l’acquisto di contenitori usa e getta. Preferite la classica “schiscetta” da lavare a fine pasto, accompagnata da posate e bicchieri tradizionali.

7. Condividete il viaggio con i colleghi. Se le distanze o il clima non vi permettono di raggiungere il posto di lavoro in bici o a piedi, organizzate con i colleghi un calendario per arrivare al lavoro in carpooling. Semplice, economico e divertente!

8. Differenziata come a casa vostra. Rispettate scrupolosamente le indicazioni delle raccolta differenziata, le regole non cambiano, i benefici nemmeno.

9. Benvenuta eco-cancelleria! Se potete influire nella scelta o nell’acquisto di materiali come pennarelli ed evidenziatori, scegliete modelli privi di solventi tossici, come la cancelleria composta da materiali solubili.

10. Tenere una piantina in ufficio. Oltre che gradevoli alla vista, alcune piante assorbono certi inquinanti presenti nell’aria e la rendono più pulita. Dategli presto il benvenuto sulla vostra scrivania!