Un’app per raccontare le favole ai bambini

Il mercato dell’editoria digitale sta compiendo in Italia i primi passi: su smartphone e tablet arrivano libri e fiabe dedicati ai più piccoli …

Cerano una volta. «C’erano una volta tre Porcellini e un iPad…» (dal sito Jekolab.com, laboratorio specializzato nella realizzazione, produzione e commercializzazione di applicazioni educative rivolte ai bambini tra i 3 e i 12 anni).

Bambini e cellulari. Lo sapevi che dagli ultimi dati Istat l’uso del cellulare è cresciuto moltissimo negli ultimi anni? Tra gli 11-17enni siamo passati dal 55,6% del 2000 al 92,7% del 2011. E l’aumento maggiore si verifica tra i più piccoli: la quota di ragazzi tra gli 11 e i 13 anni che utilizza il cellulare è passata, infatti, dal 35,2% al 86,2%, mentre tra i 14 e i 17 anni dal 70,4% al 97,7%. Nel 2011 il 67,3% dei bambini e ragazzi di 6-17 anni utilizza il cellulare e il 56,4% ne possiede uno tutto per sé.

Generazione «Angry Birds». La generazione «Angry Birds» (dal nome del videogioco che sta spopolando nel mondo Apple e Android), quella dei bambini nati con le app, abituati a leggere e a interagire con il testo in maniera completamente diversa rispetto alle generazioni precedenti.

Il libro si evolve. Una volta il libro si sfogliava; poi sono arrivati i book to play, i libri per giocare, interattivi. Con i libri si poteva colorare, cantare, ascoltare la musica; alcuni si potevano anche montare. Oggi, i libri si trasformano, si digitalizzano e diventano app, da scaricare sul proprio tablet. Ciò che cambia, adesso, è il supporto, non più la carta, ma un display.

Un laboratorio di app per bambini. Jekolab, laboratorio nato a marzo del 2011 a Torino in collaborazione con Fargo Film (società che si occupa della produzione di spot pubblicitari e lungometraggi), con Appymob (specializzata nello sviluppo di applicativi in ambiente mobile per smartphone e tablet, iPhone, iPad e Android) e con la facoltà di Scienze della Formazione dell’università di Torino, realizza fiabe interattive e album da colorare in formato app, «sfruttando le nuove opportunità offerte dai tablet e fondendo la dimensione dell’intrattenimento con quella dell’apprendimento, prestando la massima attenzione a creare applicazioni sia attraenti per i piccoli sia intelligenti e utili per il loro sviluppo cognitivo» (come si legge sul sito ufficiale). Il cofondatore Alessandro Ceronetti: «La tecnologia prima era un muro per via del mouse, della tastiera e dello schermo, poi il multi-touch ha cambiato tutto. […] Jekolab è nata quando ci siamo resi conto che c’era una lacuna in questa specifica fascia di mercato. Di app ce ne sono tante, ma molti di questi prodotti sono sviluppati per compiacere un pubblico adulto e non per soddisfare bambini. Un’app con il gusto di un adulto non è quello che cerca il bambino, che ha anche esigenze educative» (fonte: Wired.it).

I tre porcellini diventano digitali. Tra i libri per bambini sviluppati da Jekolab:

-      I tre porcellini, disponibile per iPad; coordinazione occhio – mano; capacità di ascolto e comprensione; background musicale e suoni selezionati per garantire una forte immersione nell’universo interattivo; in tre lingue: italiano, inglese e francese;

-      Libroblò: il grattacielo delle fiabe, disponibile per iPad, iPhone e iPod Touch; non ha bisogno di connessione a internet; suoni selezionati per garantire una migliore immersione nell’universo del grattacielo; contiene le fiabe di: Cenerentola, La principessa sul pisello, Alice nel paese delle meraviglie, Biancaneve e i sette nani, Cappuccetto rosso, Il pifferaio magico, Il gatto con gli stivali, Pinocchio, La sirenetta, Barbablù.

Tra fiabe e filastrocche. L’elenco delle app per bambini cresce sempre di più. Alcuni esempi da Filastrocche.it, che ha realizzato delle applicazioni per bambini in collaborazione con Athirat:

-      iFiabe, pensato per aiutare i genitori a stabilire un momento importante di relazione con i bimbi attraverso il racconto della fiaba serale. È disponibile sia per iPhone e iPad che per Android, in diverse versioni (gratuite e a pagamento). Per Apple: iFiabe Lite comprende 7 fiabe (una settimana completa) ed è gratuita; iFiabe comprende una fiaba al giorno per tutto l’anno a 4,99 euro; iFiabe HD per iPad comprende una fiaba al giorno per tutto l’anno a 5,49 Euro. Per Android: aTales Free comprende 7 fiabe in italiano e inglese (una settimana completa) ed è gratuita; aFiabe comprende una fiaba al giorno per tutto l’anno a 4,99 euro.

Leggere, ma non solo. Le applicazioni per bambini riguardano i libri da leggere, ma non solo. Tra i prodotti offerti da Apple e Android, è possibile trovare app per colorare, imparare le forme o le lingue, giocare, esercitare la memoria, essere protagonisti di tante avventure, conoscere i nomi degli animali, ecc.

Primi passi nel settore in Italia. Il settore dei libri digitali per bambini e ragazzi sta compiendo in Italia i primi passi e sono ancora pochi gli editori che se ne occupano. Un esempio è la Piemme, che tra gli ebook per questa fascia offre la collana di Geronimo Stilton e de Il battello a vapore.

Coltiva il tuo sogno. Anche Coltiva il tuo sogno, progetto ludico-educativo di Ing Direct con lo scopo di proporre in classe e a casa un percorso sul risparmio, giunto alla quarta edizione, si è evoluto pensando all’utilizzo di internet da parte dei bambini. Tra le novità di quest’anno, infatti:

-      il NavigaBimbo, uno strumento semplice, gratuito e facile da scaricare per un controllo sui siti raggiungibili e sui tempi di utilizzo della rete. Grazie al programma, i bambini possono navigare all’interno di una lista di indirizzi sicuri, con link esterni bloccati. Il tempo è invece regolato da un timer a scorrimento, modificabile dai genitori. Inoltre, è possibile trovare a questo link un decalogo per navigare su internet in tutta sicurezza.

Nuovo anche il libro di Annalisa Strada, Le avventure del folletto Seminasogni – La scala per la luna, edito da Salani Editore, che fa parte del kit che viene consegnato alle scuole e può essere acquistato anche il libreria, donando 2 euro per il progetto ING Chances for Children a favore dell’istruzione in Etiopia, India e Zambia.

Quanto puoi risparmiare con i consigli di VoceArancio. Grazie ai libri e alle applicazioni per bambini disponibili per smartphone e tablet è possibile anche risparmiare. A fronte di pochi euro, o addirittura gratuitamente, si può scaricare dalle piattaforme Android o Apple le app in questione. In questo modo anche il costo del dispositivo iniziale si ammortizza nel tempo. Per esempio:

-      il costo medio di un tablet va da 363 euro circa (modello Samsung Galaxy con Android) a 484 euro (modello iPad della Apple);

-      il costo dell’applicazione per bambini iFiabe, di cui abbiamo parlato in precedenza: 4,99 euro una fiaba al giorno per tutto l’anno (vedi qui); il libro La porta incantata di Geronimo Stilton (collana Il battello a vapore di Piemme) costa 6,99 euro nella versione ebook e 10,50 euro in quella cartacea; Numeri Parlanti – impara i numeri e a contare, app per iPad e iPhone, costa 0,79 euro, mentre il Sapientino Clem Touch di Clementoni, per familiarizzare con numeri e lettere, 78 euro.

Inoltre, sul tablet è possibile leggere anche quotidiani e riviste. Il costo dell’abbonamento cartaceo al Corriere della Sera, per esempio, costa 279,90 euro all’anno (vedi qui), mentre nella versione digitale 179,99.

redazione


16
0
0
1
0

17