Treno & bus, arrivare dappertutto risparmiando

Da Italobus e FrecciaLink al bus sharing di GoGoBus, combinando treno e autobus si viaggia partire da 1 euro

Un po’ in treno, un po’ in autobus: grazie alla nuova formula, offerta da Trenitalia e da Italo, è possibile raggiungere i luoghi non ancora serviti dall’alta velocità combinando le rotaie all’asfalto. Italobus e FrecciaLink sono i fratelli a quattro ruote di Italo e Frecciarossa, i treni che attraversano la penisola a tempo di record lungo la dorsale Torino-Milano-Bologna-Firenze-Roma-Napoli-Salerno. Ma non è l’unica opzione. Combinando il viaggio in treno a un tragitto autobus con le nuove compagnie lowcost o di bus-sharing si può risparmiare in generale, a maggior ragione se si intende raggiungere una località poco servita dalle ferrovie. Ecco quali sono le compagnie e le offerte per viaggiare su asfalto e rotaie.

FrecciaLink, il servizio integrato di Trenitalia. Il servizio treno + bus offerto da Trenitalia si chiama FrecciaLink, è attivo dal 12 giugno scorso e collega Siena a Firenze, L’Aquila a Roma Tiburtina, Perugia a Firenze, Matera a Potenza. Il servizio è effettuato con bus a 16 posti a bordo dei quali si hanno a disposizione tutti i comfort delle Frecce (staff dedicato, assistenza, connessione Wi-Fi, drink e monitor di bordo). Arrivati a destinazione, il personale Trenitalia accoglie i passeggeri e dà loro informazioni per proseguire il viaggio. Per ciascuna rotta (Siena – Firenze Santa Maria Novella; L’Aquila – Roma Tiburtina; Perugia – Firenze; Matera – Potenza – Salerno) sono previste quattro corse giornaliere, due in partenza, due in arrivo. I biglietti per il servizio FrecciaLink si possono acquistare online, in stazione, nelle agenzie di viaggio abilitate o tramite l’app di Trenitalia. I biglietti sono validi solo per il giorno e il treno/bus prenotato. Sull’autobus non è prevista l’assegnazione del posto ed è possibile acquistare il biglietto per il bus solo in collegamento con il relativo treno Freccia. Il biglietto costa 10 euro.

Italobus, il servizio integrato di Italo. La primogenitura della formula treno + bus va riconosciuta al servizio Italobus, nato nel dicembre dello scorso anno. I collegamenti di Italobus sono bidirezionali e congiungono Reggio Emilia verso nord (Milano e Torino) e verso sud (Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Salerno) direttamente con le stazioni di Mantova, Parma, Piacenza, Cremona e Modena. Italobus arriva a Bergamo con 6 collegamenti al giorno: basta raggiungere Milano Rogoredo in treno e proseguire in bus con unico biglietto. Dal 26 giugno Italobus arriva anche al sud collegando Potenza (Autostazione bus Viale del Basento), Matera (Piazza della Visitazione) e Taranto (Terminal bus Via Napoli) due volte al giorno all’Alta Velocità tramite la stazione di Salerno. Con l’acquisto di un biglietto unico i passeggeri possono partire con Italo e proseguire il viaggio con Italobus o viceversa. I biglietti treno + bus si possono acquistare su tutti i canali di vendita Italo, a cominciare dal sito ufficiale.

Il bus-sharing di GoGoBus e gli autobus low-cost. Con tariffe a partire da 1 euro, sono sempre più numerose le compagnie che collegano le città nostrane e le capitali europee in pullman, una scelta già fatta da 10 milioni di italiani. Le tratte sono numerosissime: per farsi un’idea, basta guardare i siti delle compagnie specializzate come buscenter.it, flixbus.it, megabus.com. Se non si trova il viaggio più vicino alle proprie esigenze, lo si può creare e condividere su GoGoBus, la prima piattaforma di social bus sharing europeo. Il funzionamento del sito è molto semplice, simile a quello delle altre protagoniste della sharing economy: un utente fissa una destinazione, la condivide e chi vuole aggregarsi può farlo attraverso il portale. Alla diciannovesima prenotazione la partenza viene confermata e GoGoBus affida l’incarico di organizzare il viaggio a un’azienda di autonoleggio convenzionata. Si può prenotare fino a 12 ore prima dalla partenza (in alcuni casi anche quattro ore prima) e il pagamento avviene con carta di credito o carta prepagata. Non è possibile acquistare il biglietto a bordo poiché GoGoBus non è un servizio di linea. Se il pullman si riempie, ogni persona può risparmiare fino al 40% rispetto al prezzo iniziale.

redazione


791
0
0
0
 
0

791