Come scegliere la fotocamera subacquea per il mare

Resistenti all’acqua e alle immersioni, non temono sabbia e polvere, vediamo come scegliere la migliore fotocamera impermeabile per immortalare la nostra estate al mare o in piscina.

Non c’è miglior soddisfazione di scattare fotografie immersi in acqua senza il rischio di danneggiare la propria fotocamera digitale. Vediamo come acquistare, senza sorprese, una waterproof camera, dispositivi fotografici che non temono il mare, la piscina e le profondità.

Meglio puntare sulla qualità. Le fotocamere digitali impermeabili sono progettate per resistere alle condizioni più difficili e sono resistenti all’acqua. Tuttavia il sensore resta uno degli elementi più importanti e difficili da scegliere e valutare. Quello ideale dovrebbe avere una risoluzione di almeno 10 megapixel e lenti adatte a raccogliere sufficiente luminosità, meglio controllare che il parametro dell’apertura focale sia almeno f/2.8. Velocità di scatto e messa a fuoco devono essere rapide per non rischiare effetti mossi o immagini a vuoto. Per affrontare le condizioni di scarsa luminosità, tipiche dell’ambiente subacqueo, esistono modelli con sensore retroilluminato (Nikon Coolpix AW130) o in alcuni casi circondato da led in grado di illuminare artificialmente la scena (Ricoh WG-5). Un consiglio: considerate macchine dotate di modalità macro per fare scatti ravvicinati e dotate di flash led per operare nelle condizioni di massima oscurità. Lo zoom ottico di almeno 4x garantisce ingrandimenti naturali per scatti più ricchi e dinamici rispetto a quello digitale. I prezzi delle macchine impermeabili dotate di discreta ottica partono da 150/200€.

Occhio alla certificazione di impermeabilità. A quanti metri di immersione posso spingermi con la mia macchina digitale subacquea? I produttori indicano tra le caratteristiche del prodotto il suo grado di impermeabilità e la massima profondità di immersione. Questo valore tiene conto delle caratteristiche della fotocamera, della qualità dei suoi materiali e della pressione supportata dalle varie componenti ermetiche della macchina. Molte waterproof moderne funzionano senza problemi fino 30 metri di profondità. I prezzi di queste macchine digitali sono proporzionati alla tenuta stagna della camera: inferiori a 200€ per macchine resistenti fino a 10 metri e oltre i 300€ per spingersi oltre i 20/30 metri di profondità.

Devono resistere alle basse temperature. Sott’acqua le temperature si fanno più rigide del normale anche nelle giornate più calde e afose. Prima di acquistare una fotocamera digitale subacquea occorre valutare attentamente le rispettive temperatura di esercizio che possono spingersi anche di molto sotto lo zero. Solitamente le fotocamere digitali di fascia media/alta possono essere utilizzate in ambienti rigidi fino a -10°. Una buona resistenza al freddo potrebbe tornare utile per utilizzare la camera anche in inverno sulla neve.

Meglio ergonomica e tollerante alle cadute. Le impermeabili sono sorprendenti gadget hi-tech che però viaggiano controcorrente rispetto a moda e design e non spiccano certo per bellezza e cura dei dettagli estetici. Ciò che interessa davvero nella digitale subacquea è l’ergonomia e la semplicità di utilizzo o maneggevolezza. La macchina fotografica impermeabile deve essere comoda da trasportare e pratica da utilizzare senza richiedere particolari sforzi per scattare foto o girare video anche nelle condizioni più estreme. Ogni elemento deve trovarsi al posto giusto ed il peso complessivo di tutta la macchina dovrebbe essere il più basso possibile, indicativamente tra i 100 e i 250 grammi. Molti produttori certificano la robustezza della fotocamera digitale indicando l’altezza massima di caduta supportata da quel modello. Ove presente, la resistenza ai granelli di sabbia e alla polvere è una caratteristica importante indicata nelle caratteristiche principali.

Privilegiare un display di qualità a basso consumo. Lo schermo collocato nella parte frontale del dispositivo dovrebbe avere almeno 3 pollici di grandezza, essere di tipo antiriflesso e in grado di visualizzare le immagini anche sotto la luce diretta del sole e sott’acqua. E’ molto importante che consumi poco e che le immagini possano essere visualizzate sempre. Solitamente una macchina digitale con display di tipo OLED consuma meno ma aumenta il prezzo della fotocamera. Può quindi andare bene una fotocamera digitale con schermo di tipo TFT (Canon PowerShot D30), purché dotato di retroilluminazione sufficiente a garantire la visualizzazione delle immagini anche in condizioni di luminosità estrema. In ambito batteria, verificate che quella in dotazione sia ricaricabile agli ioni di litio e che il produttore dichiari autonomia sufficiente per almeno 200/300 scatti.

Oltre le foto girano anche i video. La maggior parte delle fotocamere impermeabili integrano anche la funzionalità di videocamera. Per esempio la Panasonic Lumix DMC-FT30 registra video di discreta qualità e costa circa 150€. I modelli più costosi offrono invece l’alta definizione Full HD ma il prezzo non è quasi mai inferiore a 300€. Se invece volete raggiungere la sorprendente qualità 4K, dovrete puntare a modelli più professionali o alle Action Cam dotate di custodia subacquea come nel caso della Go Pro Hero 4 impermeabile fino a 40 metri.

DAVIDE CAPROTTI
passionetecnologica.it
Davide Caprotti


539
2
0
5
 
0

546