Come risparmiare gestendo meglio il budget

Inizia l’anno nuovo e scattano i buoni propositi per cominciare a risparmiare: i metodi per riuscirci, dalla sfida delle 52 settimane alle app, passando per le carte fedeltà

Anno nuovo, spese nuove. Riuscire a mettere via qualche soldo a fine mese implica metodo: il tempo è sempre poco e seguire tutte le entrate e le uscite di casa – oltre che noioso –  è difficoltoso in termini di organizzazione. Vediamo allora qualche idea per semplificarci la vita e riuscire a risparmiare.

Risparmiare, organizzandosi con le app. La sfida diventa più facile, naturalmente, se riuscirete a tenere sotto controllo bollette e spese extra sempre in agguato, come la lavatrice che si rompe all’improvviso. Per consultare il vostro bilancio mensile ci sono tantissime app ormai ,ma io ve ne segnalo in particolare due che a mio avviso hanno marcia in più: una è Home Budget Manager (qui nella versione per Apple) che oltre a essere molto facile da usare, è tutta colorata e soprattutto ha una versione in italiano, dettaglio non da poco, dato che la maggior parte sono solo in inglese. In questa app potete registrare facilmente tutte le vostre entrate e uscite, il saldo del conto in banca, bollette e poi ricavarne a fine mese un grafico con un andamento che andrà a creare le vostre statistiche di fine anno.

A seguire, Expense IQ Gestore Spesa, altra app intelligente che permette di caricare anche scontrini e fatture con rispettive  foto e che – altra cosa utilissima! – avvisa quando è arrivata l’ora di pagare una nuova bolletta per evitare spiacevoli more. Se però preferite avere tutto sotto controllo dal vostro computer un buon programma per le gestione delle spese di casa è iPase, uno dei più scaricati in assoluto, anche questo in italiano. Molto intuitivo anche il software made in Italy Gestionefamiliare che ha anche un’opzione che permette di annotare la lista della spesa per evitare di comperare cose inutili.

Risparmiare cambiando, su bollette e telefono. Anche volendo tagliare sulle cosiddette spese “futili” come i viaggi, il parrucchiere e l’estetista (che poi quel “futile” è tutto da valutare, dato che queste cose fanno tanto bene all’umore!), ci sono alcune voci che proprio non si possono evitare: le bollette di acqua, luce e gas oppure il piano telefonico del cellulare e di internet.

In questi casi suggerisco di prendersi un paio d’ore per studiare il proprio “caso”: bollette e contratto alla mano, per valutare se davvero non valga la pena passare a un altro gestore o rinegoziare il contratto. Molte volte, infatti, esistono delle offerte (anche da parte della stessa società!) meglio profilate per noi e che ci permetterebbero di spendere meno a parità di servizio.

Anche in campo assicurativo e bancario è possibile risparmiare con assicurazioni auto e assicurazioni moto online e conti correnti zero spese.

Risparmiare con le carte fedeltà. Che si decida di cambiare o no, la fedeltà viene comunque premiata. In che senso? Tramite le carte fedeltà che sono da considerarsi ormai come vera e propria valuta. L’idea di associare la carta fedeltà solo al supermercato, infatti, è ormai superata tant’è che anche i principali gestori di luce a gas offrono la possibilità di collezionare dei punti in base ai consumi. Di recente, per farvi un esempio, grazie ai punti collezionati sulla mia carta Nectar ho fatto il pieno di benzina (ogni 100° punti si ha diritto all’equivalente di 7 euro di benzina). Come li ho guadagnati? Facendo la spesa al Simply, gasolio presso i Tamoil o gli Ip, acquistando da Unieuro e in molti altri negozi ancora.

Quando non è possibile convertire i punti guadagnati in moneta vera e propria, ricordate che di solito ci sono sempre delle convenzioni associate alle carte. Con la Fidaty Card dei super Esselunga, per esempio, potete andare al cinema con lo sconto oppure avere l’abbonamento dei mezzi ridotto. Controllate attentamente il regolamento della vostra carta fedeltà, potrebbe celare delle piacevoli sorprese!

Scommetto che la maggior parte di voi lascia scadere i punti o non li utilizza, ignorando che in alcuni casi– se riscattati – equivalgono a degli sconti sulla bolletta finale o a sconti importanti come nel caso di Enelmia (5% sulla spesa al Carrefour) oppure di A2A energia che regala buoni spesa da 100 euro con il programma Chiara2A.

Risparmiare, un gioco per tutta la famiglia. Sacrifici più “leggeri” con la  52 weeks money challenge.  Risparmiare con un “giochino”: si può? Sì, e riuscirete a mettere da parte fino a 1378 euro all’anno, da reinvestire poi magari in un bel viaggio di fine anno! La “sfida delle 52 settimane” – tante quante ne contiene un anno solare – è una semplice tabella da appendere al frigorifero e dalla quale spuntare una cifra destinata a diventare, settimana dopo settimana, sempre più alta, parallelamente al numero della settimana. (nulla però vi vieta di invertire le settimane, in caso vi troviate in difficoltà!). Questo significa che la settimana 1 dell’anno devi mettere da parte 1 euro, la settimana 24, si parla di 24 euro e la settimana 50, 50 euro. Se riuscirete a seguirla, con vostra grande sorpresa, a fine anno vi ritroverete quasi 1400 euro in più nel portafoglio. Che la sfida abbia inizio!

ILARIA CUZZOLIN
mammarisparmio.it
Ilaria Cuzzolin


199
3
1
1
 
0

204