I modi più veloci per pagare le bollette

Domiciliazione, pagamento online, home banking, CBILL: effettuare pagamenti evitando le file e risparmiando tempo

Le bollette di un’utenza domestica o di un servizio, così come le multe, si possono pagare in molti modi. Al classico bollettino da saldare alla posta, nei bar e nelle tabaccherie, si aggiungono la domiciliazione bancaria (il cosiddetto “pagamento RID”, cioè addebito diretto su conto corrente), il pagamento online e il servizio CBILL. Opzioni che permettono di risparmiare un’enorme quantità di tempo: secondo l’Istat, ogni anno si perdono 400 ore a testa per fare la fila agli sportelli, circa 16 giorni, per una spesa totale di oltre 40 miliardi di euro l’anno. Ecco come funzionano i metodi più rapidi e perché convengono.

Pagare con la domiciliazione bancaria. Secondo la definizione della Banca d’Italia, la domiciliazione bancaria è un servizio associato al conto corrente che consente di fare pagamenti periodici come le bollette e le rate del mutuo con addebito automatico direttamente sul conto corrente. La domiciliazione bancaria offre il vantaggio di non dover pensare alle scadenze e di non rischiare di vedere interrotta la propria fornitura del servizio per aver dimenticato di pagare. In questo caso, infatti, la banca addebita automaticamente sul conto l’importo della bolletta nel giorno della scadenza. L’utente può sempre controllare che il pagamento sia avvenuto consultando il proprio estratto conto. L’attivazione della domiciliazione bancaria è un’operazione semplice e generalmente attivabile online all’interno della propria posizione.

Pagare tramite l’home banking. È possibile pagare le bollette direttamente dall’home banking del proprio conto corrente, nella sezione pagamento bollettini postali. Questa opzione è valida quando le banche hanno una convenzione con il fornitore del servizio che si intende pagare

Pagare le bollette online sui siti dei fornitori. Il pagamento online delle bollette si puà effettuare molto velocemente sui siti dei fornitori del servizio, ad esempio Enel, Eni, A2A, Telecom, ecc. Solitamente per abilitare questa funzione occorre registrarsi fornendo i propri dati e quelli della fornitura (che si trovano nella bolletta) e quindi accedere attraverso un’area riservata con nome utente e password. Per i pagamenti sono accettate le carte di credito e prepagate dei circuiti Visa (come Visa Oro e Arancio Pay) e MasterCard, e le carte PostePay dei circuiti Visa, Visa Electron e MasterCard. Attenzione: il pagamento online può avvenire solo se l’azienda che ha inviato la bolletta ha un accordo con la banca presso cui si ha il conto.

Saldare bollette, ticket e pagamenti con il servizio CBILL. I servizi di pagamento online consentono di pagare le bollette solo se il fornitore ha un accordo con la propria banca. CBILL è il servizio di pagamento che, invece, permette di saldare le bollette (gas, luce, telefono o qualunque altro servizio fatturato tramite bolletta, come Internet), procedere ai pagamenti di ticket vari, trasporti e prestazioni sanitarie, ma anche di verificare in tempo reale se la bolletta è già stata pagata o meno. L’unica condizione per accedere al servizio CBILL è che l’azienda che ha emesso il bollettino sia convenzionata (qui l’elenco dei fatturatori, in continua crescita). Il pagamento può avvenire da tutti i device (computer, smartphone o tablet) tramite l’Internet banking degli istituti bancari che offrono il servizio, come ING DIRECT.

Pagare in tabaccheria, alla posta e (presto) in farmacia. Le bollette per le utenze domestiche si possono pagare anche negli oltre 50 mila punti vendita Lis Paga di Lottomatica (tabaccherie, ricevitorie, edicole e bar) distribuiti in tutt’Italia. Per pagare basta avere con sé il foglio intero del bollettino (contenente il codice a barre LIS PAGA) e consegnarlo all’addetto del punto vendita. Il pagamento può essere effettuato in contanti, con Bancomat, con le carte di credito e di debito MasterCard e/o VISA con una commissione di 2 euro per il servizio o con le prepagate LIS CARD emesse da CartaLIS IMEL SpA al costo di 1,30 Euro. Le bollette si possono pagare anche allo sportello postale: in questo caso la commissione da pagare sarà di 1,50 euro. Infine, presto si potrà saldare il proprio debito anche in farmacia: l’iniziativa è stata presentata a PharmEvolution, la conferenza della farmaceutica che si è svolta dal 7 al 9 ottobre scorsi a Catania. Il servizio potrebbe essere attivato già nei prossimi mesi.

 

redazione


50
0
0
0
 
0

50