Le 5 “vele” di Legambiente

Scoprite in questa gallery le località balneari che meglio sanno coniugare turismo e sostenibilità, secondo la 14ª edizione della Guida Blu di Legambiente e Touring Club Italiano

  • 1. Castiglione della Pescaia: alle belle spiagge di sabbia finissima ha accompagnato la costruzione di 160 chilometri di sentieri nella natura (Fonte immagine: corriere.it)

    1. Castiglione della Pescaia: alle belle spiagge di sabbia finissima ha accompagnato la costruzione di 160 chilometri di sentieri nella natura (Fonte immagine: corriere.it)

  • 2. Pollica: perla del Cilento, famosa per le sue acque cristalline e per un forte impegno per il risparmio idrico (Fonte immagine: corriere.it)

    2. Pollica: perla del Cilento, famosa per le sue acque cristalline e per un forte impegno per il risparmio idrico (Fonte immagine: corriere.it)

  • 3. Posada: senza rinunciare al turismo ha avviato un programma di rinaturalizzazione delle dune (Fonte immagine: corriere.it)

    3. Posada: senza rinunciare al turismo ha avviato un programma di rinaturalizzazione delle dune (Fonte immagine: corriere.it)

  • 4. Ostuni: Mare pulito, paesaggi, spiagge, buona cucina e rispetto dell’ambiente, oltre alle bellezze paesaggistiche e naturalistiche (Fonte immagine: corriere.it)

    4. Ostuni: Mare pulito, paesaggi, spiagge, buona cucina e rispetto dell’ambiente, oltre alle bellezze paesaggistiche e naturalistiche (Fonte immagine: corriere.it)

  • 5. San Vito lo Capo: spiaggia libera con servizi a monte, zona attrezzata per i diversamente abili e piano di traffico (Fonte immagine: corriere.it)

    5. San Vito lo Capo: spiaggia libera con servizi a monte, zona attrezzata per i diversamente abili e piano di traffico (Fonte immagine: corriere.it)


redazione


37
1
0
1
 
0

39