Guida al passaporto per minori e collettivo

Se si viaggia con bambini, questi devono avere un documento individuale. Un passaporto apposito, valido una tantum, è necessario anche in caso di viaggi di gruppo. Tutto quello che c’è da sapere.

Il passaporto è il documento personale di durata decennale che consente al cittadino di uno stato di espatriare per recarsi all’estero. Dal 2010 c’è un nuovo modello di passaporto elettronico, formato da un libretto di 48 pagine nella cui copertina è inserito un microchip che contiene dati anagrafici, foto e impronte digitali del titolare. Alla scadenza della sua validità si deve chiedere l’emissione di un documento nuovo. Su Agenda Passaporto, sezione della pagina web della Polizia di Stato, il passaporto si può richiedere online, prenotando ora, data e luogo per presentare la domanda.

Il passaporto per i minori. Da giugno 2012 i minori non sono più iscritti sul passaporto dei genitori e devono essere in possesso di un documento individuale. I passaporti dei genitori con l’iscrizione di figli minori rimangono validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza del documento. I passaporti per i minori hanno due diverse validità:

• Minore da 0 a 3 anni: validità triennale;
• Minore dai 3 ai 18 anni: validità quinquennale.

Attraverso il portale della Polizia di Stato si possono prenotare ora, data e luogo per presentare la richiesta di passaporto, evitando così le attese negli uffici di polizia. Per richiedere il passaporto per un minore occorrono:

Il modulo stampato della richiesta passaporto firmato dai genitori;

• Un documento di riconoscimento valido del minore (in alternativa il genitore del minore può autocertificare che è il minore è suo figlio);

• Due foto formato tessera identiche e recenti (chi indossa occhiali da vista può tenerli purché le lenti siano non colorate e la montatura non alteri la fisionomia del volto. Lo sfondo della foto deve essere bianco);

• Il contributo amministrativo di 73,50 euro (sotto forma di valore bollato – ex marca da bollo – da richiedere in una rivendita di valori bollati o al tabaccaio) da acquistare prima di presentarsi con la documentazione nell’Ufficio che rilascia i passaporti.

• La ricevuta di pagamento di 42,50 euro per il passaporto ordinario. Il versamento a nome del minore va effettuato esclusivamente mediante bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato a Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del Tesoro.

Per la legalizzazione delle foto deve essere presente anche il minore: in caso contrario l’Ufficiale non può procedere poiché non può verificare al momento che la foto ritragga la persona che effettivamente lo richiede. Per richiedere il passaporto per il figlio minore è necessario l’assenso di entrambi i genitori (coniugati, conviventi, separati, divorziati o genitori naturali) e che il minore sia cittadino italiano. Questi devono firmare l’assenso davanti al Pubblico Ufficiale (che autentica la firma) presso l’ufficio in cui si presenta la documentazione. In mancanza dell’assenso si deve essere in possesso del nulla osta del Giudice tutelare. Se uno dei due genitori è impossibilitato a presentarsi per la dichiarazione, il richiedente può allegare una fotocopia del documento del genitore assente firmato in originale (il documento deve essere firmato per il confronto delle firme) con una dichiarazione scritta di assenso all’espatrio firmata in originale.

Passaporto collettivo: che cos’è e come ottenerlo. Il passaporto collettivo è il documento che può essere rilasciato per motivi culturali, religiosi, sportivi, turistici o altri previsti da accordi internazionali, ed è previsto anche per i minori (per esempio per le gite scolastiche). Consente l’espatrio per un solo viaggio di gruppi di minino 5 persone e non superiore a 50 e ha una durata massima di quattro mesi dalla data di rilascio. Questo tipo di passaporto può essere richiesto dal capogruppo esclusivamente presso la questura (cioè non si può richiedere online): la richiesta può essere presentata da privati (per gruppi superiori alle 6 persone che partono per motivi religiosi, culturali, sportivi, turistici o altri previsti da accordi internazionali) o da tour operator. il capogruppo deve essere titolare di passaporto individuale in corso di validità.

Al passaporto collettivo, che deve indicare i nominativi dei componenti del gruppo, è necessario allegare:

• Ricevuta di versamento di 5,50 euro sul conto corrente intestato alla questura competente, indicando la causale “passaporto collettivo”;

• Fotocopia del documento d’identità di ogni partecipante;

• Per i partecipanti con figli minori, l’assenso con firma autenticata dell’altro genitore in carta libera o autorizzazione del giudice tutelare.

redazione


365
0
0
5
 
0

370