Tutto quello che c’è da sapere su Expo 2015

Le informazioni essenziali per godersi l’edizione dell’esposizione universale dedicata ad alimentazione e nutrizione che quest’anno si tiene a Milano, da maggio a ottobre.

Che cos’è l’expo? L’esposizione universale, meglio conosciuta come expo, è una manifestazione di natura non commerciale organizzata per la prima volta a Londra nel 1851. Nata come una sorta di vetrina industriale, si è trasformata sempre più in un’occasione per mettere in scena quanto di meglio ogni Paese potesse presentare al mondo in un preciso momento storico. L’esposizione viene organizzata ogni 5 anni, ha una durata massima di 6 mesi e implica la costruzione di padiglioni inerenti il tema scelto per l’edizione corrente, da parte dei partecipanti. Tra le strutture espositive più significative realizzate durante l’expo nel corso della storia ci sono la Torre Eiffel di Parigi, l’Atomium di Bruxelles, lo Space Needle di Seattle e l’acquario di Genova. Questo è l’anno di Milano, l’Italia infatti, dopo aver vinto una gara di candidatura, ha l’opportunità di mostrare al mondo il meglio dell’innovazione tecnologica, della produzione nazionale e della tradizione culturale, ma anche di rafforzare le relazioni internazionali in numerosi ambiti.

ING_infografica_150427_2-01 

expo: una Milano che guarda al futuro dell’alimentazione. Inizia il primo di maggio l’edizione firmata Milano dell’Esposizione Universale, con tema “alimentazione e nutrizione”. I visitatori attesi stimati si aggirano intorno ai 20 milioni per un’area espositiva di circa 1,1 milioni di metri quadri. L’expo 2015 sarà organizzata in cinque Aree Tematiche, ovvero spazi in cui l’expo proporrà la propria interpretazione del Tema Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita, articolate in percorsi espositivi ed elementi attrattivi che coinvolgeranno direttamente visitatori grandi e piccini. Le aree ad oggi comunicate sono: Padiglione Zero, per ripercorrere la storia alimentare dell’uomo, Future Food District, per scoprire gli scenari futuri della filiera alimentare, Children Park interamente dedicato ai bambini, Parco della Biodiversità per raccontare le storie e i paesaggi di diversi sistemi agroalimentari e Art & Food, un percorso espositivo che vuole analizzare la rappresentazione del cibo e degli alimenti nelle arti. Un’interessante novità di expo 2015 riguarda inoltre la suddivisione dei partecipanti in Cluster: per la prima volta, infatti, i Paesi non saranno raggruppati per criteri geografici, ma per identità tematiche e filiere alimentari, come ad esempio Cacao, Riso o Cereali.

ING_infografica_150427_2-02

Consigli smart per vivere l’esperienza di expo. L’evento quindi si preannuncia come imperdibile, costellato da agevolazioni, riduzioni, carnet e sconti per i relativi biglietti e alloggi. Tra le più significative i pacchetti dedicati alle famiglie, quelli per chi visiterà expo per due giorni consecutivi o 2-3 giorni o quelli dedicati agli studenti, per un costo di soli 10 euro (per informazioni e acquisto dei biglietti visitate http://www.expo2015.org/it/biglietti). E se si cerca una struttura anche non convenzionale dove soggiornare le soluzioni non mancano: homeaway.it, airbnb.it, booking.com, scambiocasa.com e il nuovo hotelmilanoexpo2015.com. Interessante anche bbexpo.it, portale che permette di prenotare bed & breakfast a chi avrà bisogno di soggiornare in Lombardia nel periodo dell’Esposizione. E per restare aggiornati sugli eventi di expo in città più interessanti o sui panel da non perdere, continuate a seguirci su VoceArancio sull’apposita sezione dedicata all’expo.

ING_infografica_150427_2-03

redazione


376
6
1
3
 
1

387