Guida allo shopping sui social network

Facebook, Twitter, Instagram e Pinterest: non solo community per condividere foto e post con gli amici, ma – presto pure in Italia – anche piattaforme per gli acquisti online. Ecco cosa aspettarsi.

Gli acquisti condivisi sui social network influenzano le scelte degli amici: secondo uno studio italo-americano appena pubblicato sul Siam-Journal on Computing, anche se il prodotto preferito potrebbe essere un altro, quando si compra, si tende a emulare la scelta dichiarata dagli amici sulle proprie bacheche. Ora sui social network si va oltre la condivisione: Twitter, Facebook e gli altri permettono anche di fare shopping.

Su Twitter c’è il tasto “Compra ora”. Dopo due anni di test, con un post sul suo blog Twitter ha ufficializzato l’arrivo per gli utenti statunitensi del tasto “Buy now” (letteralmente “Compra ora”) che permetterà di acquistare direttamente dal social network. “Buy now” funziona come un normalissimo e-commerce: basta cliccare sull’apposito pulsante per procedere con l’acquisto, proprio come accade su tutte le altre piattaforme dedicate allo shopping. La prima volta che si compra qualcosa il sistema chiede l’indirizzo a cui spedire la merce, il metodo di consegna e i dati della propria carta di credito per effettuare il pagamento. Per le volte successive non sarà più necessario inserire queste informazioni, che resteranno memorizzate all’interno del proprio account. Non si parla ancora di tempistica per gli altri paesi, ma è ragionevole credere che “Buy now” possa arrivare anche in Europa in tempi brevi.

Su Pinterest c’è il Pinterest Shop. Lanciato poche settimane fa, il Pinterest Shop è un vero e proprio negozio virtuale in cui gli utenti registrati possono procedere direttamente agli acquisti. Pinterest metterà in vendita sulla sua bacheca virtuale oltre due milioni di prodotti, inizialmente solo negli USA: gli utenti troveranno il prezzo dell’oggetto sotto la foto e con pochi click potranno comprarlo.  Per acquistare basterà scorrere le immagini e selezionarle: una volta scelto il prodotto sarà necessario cliccare il tasto ”Buy it” e pagare tramite Apple Pay o carta di credito. L’acquirente riceverà il prodotto direttamente a casa allo stesso prezzo indicato sul sito del venditore.

Shopping online (e non solo) anche su Instagram. Dopo aver introdotto i post sponsorizzati, primo passo in direzione commerciale, anche Instagram ha annunciato una serie di novità rivolte alle aziende che vogliono promuoversi. Tra queste, l’arrivo del pulsante “compra ora”, “installa ora” per scaricare le app, “registrati” per iscriversi alle newsletter e “scopri di più” per approfondire i prodotti. I tasti rimanderanno al sito dell’inserzionista, dove il consumatore potrà fare shopping. Il test di queste funzioni è iniziato a fine estate, mentre nei prossimi mesi gli inserzionisti saranno messi in contatto con target specifici di pubblico grazie alla base dati di Facebook, proprietario di Instagram.

Anche Facebook punta al social shopping. Facebook lavora all’introduzione degli acquisti direttamente sulla sua piattaforma da oltre un anno. Sulle pagine fan è già disponibile, fra le azioni suggerite, la possibilità di inserire il tasto “Acquista ora”, che rimanda esternamente al sito in cui fare shopping. Mentre negli Usa, dopo aver testato la funzione “Buy” in versione beta, da giugno gli utenti possono fare i loro acquisti senza abbandonare la piattaforma. Il pagamento, assicura il colosso del web, sarà blindato: nessuna informazione sulle carte di credito che gli utenti condividono con Facebook quando completano una transazione sarà condivisa con altri inserzionisti, e le persone potranno scegliere se salvare o meno le informazioni del pagamento per acquisti futuri.

redazione


362
2
2
2
 
0

368