Fiere del lavoro: cosa sono e come sfruttarle

Fanno incontrare aziende e lavoratori offrendo formazione e orientamento, ecco i prossimi career day in giro per l’Italia

Si chiamano job fair, career day, job meeting o più semplicemente fiere del lavoro e negli ultimi anni sono diventati appuntamenti irrinunciabili per chi cerca lavoro e per chi vuole cambiarlo e per le aziende a caccia di dipendenti. In giro per l’Italia questi appuntamenti sono numerosi e Torino, Milano, Genova, Messina, Verona, Roma e Napoli sono solo alcune delle città in cui si svolgono più spesso. A fare da contorno a queste manifestazioni ci sono tutta una serie di “eventi collaterali”, cioè workshop tematici, laboratori, seminari e incontri che permettono di orientarsi nel mondo del lavoro.

A che cosa servono i career day. Per cominciare, le fiere del lavoro spiegano le logiche del mercato professionale: proprio durante questi eventi, infatti, manager aziendali, selezionatori e career coach mettono a disposizione la loro esperienza per rispondere alle domande di chi è alla ricerca di un’occupazione, di una nuova prospettiva professionale o, ancora, di chi deve intraprendere un nuovo corso di studi. È un ottimo modo per capire se il settore, l’azienda o il ruolo a cui stiamo puntando fanno davvero per noi e per impostare la ricerca del posto di lavoro, dal curriculum al colloquio.

Che cosa si fa nei career day. Durante le fiere del lavoro solitamente sono previsti laboratori, seminari e più in generale incontri che possono rivelarsi preziosi anche per chi non ha ancora le idee chiare sul proprio futuro professionale. Nel corso di questi eventi, infatti, i recruiter non si limitano a raccogliere le candidature e a svolgere dei colloqui in tempo reale, ma diventano veri e propri trainer offrendo gratuitamente consigli su come scrivere curriculum e lettera di presentazione, e simulando colloqui (in italiano o in inglese, individuali o di gruppo) con suggerimenti sulle tecniche usate dalle aziende per selezionare il personale. A questi esercizi si aggiungono focus sulla reputazione online e sul corretto uso dei social network, test comportamentali per comprendere se la strada intrapresa è quella giusta, indagini retributive per fare una previsione di guadagno.

Come si partecipa a un career day. Quasi sempre queste manifestazioni prevedono un servizio di pre-registrazione online che serve a snellire le formalità di ingresso. L’iscrizione può inoltre comprendere l’inserimento del proprio curriculum vitae che permette ai responsabili delle diverse aziende presenti di contattare potenziali candidati. In ogni caso, sempre meglio portare con sé una copia aggiornata del proprio curriculum vitae. Prepariamoci a parlare di noi: i responsabili delle risorse umane ricercano candidati motivati e preparati, che abbiano almeno una conoscenza base dell’azienda. Prima dell’evento è utile visitare i siti istituzionali delle aziende cui siamo interessati per avere una chiara idea delle loro attività.

I prossimi appuntamenti con le fiere del lavoro in Italia:

  • Job meeting. Job meeting è forse la più conosciuta fra le fiere per il lavoro e la formazione. Fra i partner più importanti dell’iniziativa ci sono TrovoLavoro (gruppo Corriere della Sera), La Repubblica degli stagisti e Almalaurea. L’appuntamento si svolge da diversi anni in molte città italiane (Catania, Napoli, Torino, Roma, Bari, Bologna, Padova, Pisa e Milano) in differenti momenti dell’anno. Il prossimo evento è previsto per il 29 settembre a Milano, seguiranno Torino, Napoli e Pisa.
  • Abcd, Salone italiano dell’educazione. Giunto alla 13esima edizione, Abcd è diventato un punto di riferimento per il mondo della scuola, della formazione e dell’educazione. Si tratta di una tre giorni dedicata a docenti, dirigenti scolastici, studenti, famiglie, educatori e formatori che potranno confrontarsi con istituzioni e aziende produttrici di beni e servizi per il mondo della scuola. Grazie a convegni, incontri ed eventi, i giovani partecipanti avranno strumenti e informazioni per scegliere i propri percorsi formativi e professionali. La prossima edizione si svolgerà dal 14 al 16 novembre nei Magazzini del Cotone al Porto Antico a Genova. Ingresso gratuito e riservato a docenti, operatori professionali e studenti.
  • Job&Orienta. Giunto alla 26esima edizione, Job&Orienta è uno dei maggiori saloni nazionali dell’orientamento tra scuola, formazione e lavoro. La rassegna espositiva si sviluppa in due aree tematiche: la prima, dedicata al mondo dell’istruzione e la seconda, riservata all’università, la formazione e il lavoro. Il salone prevede un fitto calendario di convegni e dibattiti, incontri e seminari, alla presenza di esponenti del mondo dell’economia, della politica e dell’imprenditoria. La prossima edizione (ingresso libero) si svolgerà a Verona dal 24 al 26 novembre.  
  • Diversità lavoro. Diversità lavoro è il career forum dedicato a persone appartenenti alle categorie protette, con disabilità, di origine straniera, transgender. Il prossimo appuntamento si terrà a Roma il 23 e il 24 novembre.
  • Incontro Pordenone. La manifestazione Incontro Pordenone presenta un’area espositiva dedicata alla formazione post diploma e post laurea ed un’altra area dedicata alle aziende e ai servizi legati al mondo del lavoro in cui è possibile consegnare il proprio curriculum e conoscere i profili professionali ricercati dalle diverse realtà. Ci saranno anche gli stand delle Agenzie per il lavoro, dei siti di recruitment e di alcune istituzioni del territorio. La manifestazione è aperta al pubblico e a ingresso libero e gratuito. Il prossimo appuntamento è previsto per il 3 e il 4 novembre a Pordenone.
redazione


501
0
88
0
 
0

589