A Expo, passeggiando in bicicletta

Come raggiungere l’Esposizione Universale in bici, tra tour guidati e punti di noleggio. Tutte le info per un’Expo all’insegna della mobilità green.

Tra le priorità dell’Esposizione Universale 2015 c’è anche la sensibilizzazione verso uno stile di vita ecosostenibile, con l’esortazione a una gestione più responsabile e oculata delle risorse naturali. In questo senso risulta molto importante l’incentivo che arriva dalla manifestazione stessa alla mobilità green, che predilige gli spostamenti su mezzi poco inquinanti, a partire dalla bicicletta.

Andare in bici a Expo. È possibile raggiungere Expo in bicicletta, all’accesso Est Merlata. Gli itinerari consigliati dal comune di Milano, partendo dal centro della città, sono due, con la prima parte in comune fino a corso Sempione: uno, direttoche passa il Cimitero Maggiore e  Cascina Merlata. L’altro percorso, più lungo, consente di utilizzare piste ciclabili e percorsi ciclopedonali protetti in buona parte del tracciato (nell’altro caso, invece, si procede lungo la carreggiata) arrivanto al rotonda di via Gallarate, oltre la quale vi è il nuovo parco del Gate Merlata. All’ingresso del Gate Merlata sono state installate rastrelliere per le bici private (400 stalli circa) e stazioni di deposito delle bici BikeMi, servizio di bike sharing comunale. Il deposito non è custodito, ma è immediatamente accanto all’ingresso, in posizione molto visibile. All’interno del sito di Expo, in ogni caso, non è ammesso introdurre biciclette.

Expobybike.com, in bici per scoprire cosa c’è oltre Expo. Nata proprio a ridosso dell’Esposizione universale, Expo by bike è un’iniziativa che ha un duplice obiettivo: promuovere l’uso della bici durante i mesi di Expo e far conoscere il territorio e le piste ciclabili tra Rho, Milano e dintorni. Il programma prevede escursioni organizzate da FIAB Milano Ciclobby tra parchi, boschi e aree protette per scoprire sulle due ruote quanto di bello ha da offrire il territorio (oltre Expo). In alternativa si può noleggiare la bici e andare da sé seguendo gli itinerari proposti dalla guida “Expovagando in bici”, disponibile in tutti gli hotel della zona e sul sito del comune di Rho. Noleggiare una bici costa 15 euro al giorno, le tariffe diventano più convenienti se si prende la bici per più giornate (2 giorni: 25 euro; 3 giorni: 30 ecc.). Per partecipare ai tour guidati organizzati  da FIAB, invece, bisogna pagare la quota associativa (30 euro), l’assicurazione (2 euro) e il noleggio bici (5 euro). Per chi si associa a FIAB in occasione della gita il contributo e il noleggio sono inclusi nella quota associativa (30 euro).

Veloexpo.it, per visitare l’Esposizione universali su due ruote. Visitare Expo e dintorni con una bicicletta presa a prestito? Si può fare grazie al progetto “VeloExpo” patrocinato dal Comune di Bollate. Il servizio, che conta 200 biciclette complete di casco e accessori, prevede la possibilità di noleggiare una bici per un massimo di tre giorni. Il servizio sarà attivo fino al 31 ottobre 2015, le bici sono disponibili in tre punti noleggio con sistema multilingue: la stazione ferroviaria di Bollate Nord, Villa Litta di Lainate e Villa Borromeo di Cesano Maderno. L’iniziativa punta a promuovere e valorizzare il territorio di Expo con tre “Green Tour”: il “Breve e veloce”, dai punti noleggio all’area Expo; il “Naturalistico”, che attraversa il parco delle Groane e le ciclabili lungo il Villoresi; il “Culturale”, che passa per Villa Delizia (Villa Litta, Villa Arconati, Villa Borromeo e La Valera).  Il noleggio costa 10 euro al giorno a persona, 8 euro per i gruppi di almeno 12 persone e per gli abbonati Trenord.

Potenziato il bike sharing comunale. Altra iniziativa green legata all’Esposizione universale è il potenziamento del sistema di trasporto pubblico. Fino alla fine dell’Expo, per esempio, le biciclette in condivisione di BikeMi, il servizio di bike sharing comunale, potranno essere prelevate  24 ore su 24 il venerdì e il sabato, e fino alle 2 di notte negli altri giorni. Per lo stesso motivo resteranno attivi giorno e notte i servizi di car sharing Car2Go, Enjoy, Twist, GuidaMi ed Eq Sharing, per un totale di quasi 1.900 auto costantemente a disposizione. Altro cambiamento: ATM quest’anno non introdurrà l’orario estivo, che causerebbe una riduzione delle corse giornaliere. Saranno inoltre assicurati durante tutta la settimana, anziché nei soli giorni di venerdì e sabato, il servizio di navetta sostitutiva relativo alle linee metro e alcune linee notturne di bus.

redazione


428
2
0
4
 
0

434