Come assicurare smartphone e tablet

Compagnie assicurative e telefoniche permettono di proteggere i propri device anche da furto e rottura accidentale: ecco come attivare una polizza e quanto costa

Quando un cliente compra un tablet o uno smartphone ha diritto a un’assistenza base, la classica garanzia di due anni, cioè una copertura legale che per 24 mesi protegge da difetti o eventuale malfunzionamento. In caso di furto o danno provocato dal proprietario, al contrario, l’acquirente non gode di alcuna tutela: deve riparare o sostituire l’apparecchio pagando di tasca propria. Alcune case produttrici, compagnie telefoniche e assicurative, però, permettono di assicurare i device contro ogni evenienza, intervenendo anche in caso di furto.

Le coperture per Apple e Samsung. AppleCare+ è la copertura riservata a chi ha un iPhone o un iPad che offre la riparazione e la sostituzione dell’apparecchio (compresi due interventi per danni accidentali a 69 euro l’uno per lo smartphone, a 49 per il tablet) e copre anche il deterioramento della batteria. Queste coperture costano 99 euro l’una e possono essere acquistate insieme agli apparecchi o entro 60 giorni dall’acquisto. Smartphone, tablet e notebook di Samsung Italia, invece, possono godere della garanzia Samsung Exclusive, copertura che offre gratuitamente agli acquirenti una serie di vantaggi. Tra questi ci sono il “Comfort Care”, che prevede il ritiro e la riconsegna del dispositivo da riparare senza spese aggiuntive, il “Service Booking” e il “Priority Service”, che permettono di prenotare l’assistenza online e, nel caso sia necessario recarsi al centro assistenza, la possibilità di saltare le code.

Le offerte delle compagnie assicurative. Diverse compagnie offrono la possibilità di assicurare il proprio apparecchio nuovo. CPP, ad esempio, ha una polizza chiamata “Fonesafe”, che dura un anno, costa 42 euro e interviene anche in caso di furto e smarrimento, stipulabile entro 30 giorni dall’acquisto di un nuovo telefono. Tra i vantaggi della polizza, una copertura economica fino a 350 euro per l’utilizzo fraudolento della linea telefonica dal momento furto a quello del blocco (fino a due ore prima) e rimborso fino a 160 euro per i costi postali per il recupero del cellulare. Inoltre, per lesioni conseguenti a scippo o rapina del telefono cellulare, nel caso in cui si rendessero necessarie cure mediche, rimborso fino a 5.000 euro per le cure sostenute e fino a 2.500 per le spese fisioterapiche. La proposta per smartphone e tablet di Allianz Global Assistance si chiama Safe Mobile e protegge in caso di furto, danno accidentale o uso improprio della Sim. Questa copertura deve essere attivata entro 90 giorni dall’acquisto, costa 25 euro al mese e prevede un indennizzo di  300 euro in caso furto, 55 euro per danno accidentale e 200 in caso di utilizzo fraudolento della Sim.
Anche Assurant Solution permette di assicurare i propri device: per informazioni sui costi, però, ci si deve rivolgere direttamente alla compagnia.

Le proposte degli operatori telefonici. Anche gli operatori telefonici, se si compra un apparecchio che utilizza il loro piano tariffario, offrono la possibilità di allargare la copertura della normale garanzia. Tim, ad esempio, offre la possibilità di stipulare la polizza “Sempre Sicuro”: a partire da 29 euro al mese  il dispositivo è protetto da furto, danno accidentale, malfunzionamento e guasti tecnici ed è sostituito (o riparato) entro due giorni lavorativi. In alternativa a “Sempre Sicuro” c’è “Sempre Sicuro Light”, che consente la riparazione dello smartphone o del tablet solo in caso di danno accidentale. “Sempre Sicuro Light” costa da 15 euro al mese in su in base al prodotto e prevede un contributo di riparazione in caso di danno accidentale di almeno 75 euro. Entrambe le offerte possono essere attivate soltanto al momento dell’acquisto.

Vodafone, invece, offre “One Service Gratuita”, assistenza che copre eventuali difetti funzionali (cioè difetti di fabbrica) del device a chi ha comprato alcuni modelli di smartphone. “One Service Gratuita” ha una durata – non rinnovabile – di 12/24 mesi (a seconda del modello di cellulare) dalla data di attivazione del servizio. In alternativa si può attivare “One Service Kasko”, copertura che prevede la riparazione o la sostituzione di cellulare e sim per difetti funzionali o per danni accidentali (cadute, rottura dello schermo, infiltrazioni di liquidi ecc.). All’acquisto di un nuovo device (o entro un mese) i clienti possono sottoscrivere il contratto, della durata di 36 mesi (dal contratto si può recedere, gratis, solo dopo 12 mesi). One Service Kasko ha un costo mensile differenziato per marca e modello di cellulare, e viene addebitato direttamente sul conto telefonico. Tre Italia offre l’assistenza tecnica “Kasko Full”, che prevede riparazione o sostituzione del device rotto per un numero illimitato di volte con un apparecchio uguale o di pari valore. In alternativa c’è “Kasko Mini”, che prevede riparazione o sostituzione del terminale guasto al massimo una volta ogni 12 mesi (in caso di mancato utilizzo l’intervento non è cumulabile nei 12 mesi successivi). Entrambe le soluzioni, riservate ai soli clienti Business, coprono soltanto i danni accidentali, non proteggono da furto o smarrimento e costano tra i 6 e i 9 euro al mese.

redazione


160
4
20
0
 
0

184