Carta d’identità, istruzioni per l’uso

Come si ottiene e si rinnova, quanto costa e cosa fare in caso di furto o smarrimento: tutto quello che c’è da sapere sul documento che identifica il suo proprietario

La carta d’identità, un documento strettamente personale. La carta d’identità è il documento di riconoscimento strettamente personale, rilasciato dai comuni, che contiene i dati anagrafici della persona, la fotografia, la firma (se il titolare ha almeno 12 anni) e altre informazioni (luogo e data di nascita, stato civile, professione e residenza) utili a identificare il suo proprietario. Questo documento è valido per l’espatrio in numerosi Paesi (tutti gli stati membri dell’Unione Europea e quelli dell’area Schengen).

Chi può richiedere la carta di identità. La carta di identità può essere richiesta da:

  • cittadini italiani, con regole diverse a seconda che si tratti di maggiorenni o minorenni;
  • cittadini comunitari residenti (con i medesimi requisiti e documenti richiesti ai cittadini italiani);
  • cittadini stranieri extracomunitari residenti, che siano in possesso del permesso di soggiorno;
  • cittadini italiani residenti all’estero.

Durate diverse in base all’età. Come previsto dal Decreto Legge 112 del 26 giugno 2008, la carta d’identità ha durate diverse in base all’età dell’intestatario. Il documento vale:

  • 10 anni per i maggiorenni;
  • 3 anni per i bambini fino a 3 anni;
  • 5 anni per i minori da 3 a 18 anni.

Chi rilascia la carta d’identità e quanto costa. Il rilascio della carta d’identità, immediato, può essere richiesto presso l’ufficio anagrafico del comune di residenza e costa 5,42 euro. I minori devono essere accompagnati dai genitori. Per il rilascio della carta d’identità ai minori occorrono:

  • Tre fotografie in formato tessera, recenti, a capo scoperto, uguali tra di loro
  • In caso di furto o smarrimento, copia e relativa fotocopia della denuncia presentata all’Autorità di Pubblica Sicurezza
  • Per i minori sotto tutela: occorre la presenza del tutore che deve esibire la documentazione riguardante la tutela
  • Quando manca l’autorizzazione di un genitore serve l’autorizzazione del Giudice Tutelare

Come chiedere la proroga. Quando la carta d’identità scade, se ne può richiedere la proroga di dieci anni. Per ottenere la proroga basta presentare all’anagrafe comunale il documento scaduto: lo si può fare da sé o attraverso un delegato (che dovrà portare con sé la delega e un suo documento valido). Il timbro di proroga è a vista, per averlo non occorre nient’altro che presentarsi allo sportello dell’anagrafe comunale. Nei documenti validi per l’espatrio il timbro di proroga deve essere apposto con la dicitura “ai sensi dell’Art.31 del D.L. n°112 del 25/06/2008”. Il ministero dell’Interno, però, suggerisce a chi si reca spesso all’estero di sostituire una carta prorogata, anche se valida, con una nuova: in alcuni paesi, la carta d’identità prorogata con l’apposizione del timbro non è considerata valida.

Come si rinnova la carta d’identità. Il rinnovo del documento può essere richiesto dal 180° giorno precedente la scadenza. Se la carta di identità è scaduta, il rinnovo è possibile fino a sei mesi dopo. Superato tale limite deve essere richiesto il rilascio di una nuova carta di identità. Per ottenerlo bisogna recarsi allo sportello dell’anagrafe con i seguenti documenti:

  • tre fotografie recenti, uguali e senza copricapo;
  • la carta di identità scaduta o in scadenza;
  • un valido documento di riconoscimento (qualora la carta d’identità che restituisce non sia più idonea all’identificazione della persona). In mancanza, occorre la presenza di due testimoni muniti di documento d’identità valido.

Non è necessario richiedere una nuova carta d’identità se si cambia indirizzo o residenza.

Come comportarsi in caso di furto, smarrimento o deterioramento. In caso di smarrimento o di furto della carta di identità, occorre presentarsi allo sportello anagrafico con:

  • tre fotografie recenti, uguali e senza copricapo;
  • l’originale, più una fotocopia, della denuncia di smarrimento o furto resa all’autorità di pubblica sicurezza (es. Carabinieri o Polizia di Stato);
  • altro documento di riconoscimento valido per l’immediato rilascio (in mancanza occorre la presenza di due testimoni muniti di documento d’identità valido).

Ottenere il duplicato del documento d’identità costa 10,58 euro.

La carta d’identità  è anche elettronica: caratteristiche e vantaggi. Alternativa alla classica carta d’identità cartacea è la carta d’identità elettronica, tessera in policarbonato le cui dimensioni ricordano quelle di una carta di credito, che oltre a essere un documento di riconoscimento personale diventa anche lo strumento di autenticazione per accedere ai servizi telematici messi a disposizione dalla pubblica amministrazione. In questa seconda caratteristica risiede, quindi, il suo maggiore vantaggio: nelle amministrazioni abilitate (come Milano, Roma, Belluno, l’elenco completo è disponibile sul sito del Ministero dell’Interno ) attraverso la carta d’identità elettronica si possono assolvere numerose funzioni, risparmiando molto tempo.

Sulla carta d’identità elettronica sono riportati:

  • Nome e cognome;
  • Data e luogo di nascita;
  • Codice fiscale;
  • Residenza e cittadinanza;
  • Codice numerico del comune di rilascio;
  • Data di rilascio e scadenza;
  • Firma digitale del titolare
  • Impronta digitale;
  • Fotografia digitalizzata;
  • Eventuale indicazione di non validità ai fini dell’espatrio;
  • Dati amministrativi del Servizio Sanitario Nazionale.

Le modalità di richiesta e rilascio della carta elettronica sono le stesse di quelle previste per la carta d’identità cartacea. Non è necessario, invece, portare le foto in formato tessera: gli scatti vengono acquisiti attraverso una apposita strumentazione al momento del rilascio. Al momento solo alcune anagrafi sono abilitate al rilascio della carta d’identità elettronica: per questo motivo è bene rivolgersi all’ufficio di competenza e informarsi. Il costo della carta d’identità elettronica per il primo rilascio o rinnovo è di 25,42 euro.

redazione


185
0
0
2
 
0

187